CRONACA - MONDO

egitto

Scarcerati tre dirigenti della ong di Zaki: lui resta dietro le sbarre

Lo studente egiziano resta in carcere per l'undicesimo mese
patrick zaki (archivio l unione sarda)
Patrick Zaki (Archivio L'Unione Sarda)

Dopo una quindicina di giorni passati in prigione, sono stati scarcerati i tre dirigenti della ong egiziana impegnata nella difesa dei diritti civili Eipr per cui Patrick Zaki, indagato da oltre dieci mesi per propaganda sovversiva, lavorava come ricercatore in studi di genere.

"Gasser, Karimi e Basheer sono stati lasciati andare direttamente dalla prigione di Tora. Insolito. Ora sono a casa, o sulla via di casa", fa sapere la stessa ong.

"Grande gioia per un esito per fortuna rapido di questi tre arresti illegali" è stata espressa da Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, che però vi ha contrapposto "una grande amarezza per la mancata scarcerazione del 'quarto' di Eipr, Patrick Zaki, che continuiamo a chiedere sia rilasciato al più presto".

Lo studente egiziano dell'Università di Bologna resta invece in custodia cautelare nel carcere cairota di Tora dove - come si è appreso giovedì - dorme per terra senza materasso, con la schiena dolorante. Poche ore fa aveva fatto clamore mediatico un video postato su Youtube dalla star di Hollywood Scarlett Johansson per chiedere la scarcerazione dei tre dirigenti Eipr e di Patrick, dei quali aveva esaltato il "coraggio" nella loro lotta contro "l'ingiustizia", per una riforma del "sistema della giustizia penale corrotto" egiziano e per porre fine alle esecuzioni capitali.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}