CRONACA - MONDO

brasile

"Pronti a una seconda ondata di contagi", ma Bolsonaro parla di una "piccola influenza"

Il presidente definisce "autoritario" chi chiede il vaccino obbligatorio contro il coronavirus
jair bolsonaro (archivio l unione sarda)
Jair Bolsonaro (Archivio L'Unione Sarda)

Il Brasile, nelle parole del ministro dell'Economia, Paulo Guedes, è pronto ad affrontare una seconda ondata di Covid-19. Ma l'ipotesi per ora non è considerata "imminente". Tanto che il presidente Jair Bolsonaro, nel corso di un incontro con alcuni suoi sostenitori, ha parlato di una epidemia che "sta terminando" e di nuovo si è espresso sul coronavirus parlando di una "piccola influenza". Non solo. Ha attaccato chi - vedasi il governatore dello Stato di Sao Paulo, Joao Doria - si batte per avere il vaccino obbligatorio, etichettandolo come "autoritario".

Intanto, secondo i nuovi dati diffusi dal ministero della Sanità brasiliano, nel Paese si raggiunge il totale di 5,5 milioni di casi dall'inizio della pandemia e oltre 158mila morti.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}