CRONACA - MONDO

Spagna

Vietato fumare all'aperto. Gli esperti: "Aumenta il rischio di trasmissione del Covid"

La decisione in Galizia, ma potrebbe essere estesa al resto del Paese
immagine simbolo (foto www pixabay com)
Immagine simbolo (foto www.pixabay.com)

Stop da oggi in Galizia al fumo all'aperto se non è possibile rispettare la distanza di sicurezza di due metri.

Anche altre comunità autonome spagnole stanno valutando se imporre la stessa misura per contenere la diffusione del coronavirus: lo riporta oggi il quotidiano El Pais.

Il fumo nella regione dell'estremo nordovest della Spagna, che nella sola giornata di ieri ha registrato 87 nuovi contagi per un totale di 827, diventa quindi off limits nelle strade, nei giardini, al mare e in tutti i luoghi pubblici all'aperto - comprese le terrazze di hotel, bar e ristoranti - laddove non sia possibile mantenere il distanziamento sociale.

La misura è stata raccomandata dagli esperti del comitato clinico per la prevenzione del Covid-19, secondo i quali il fumo aumenta il rischio di trasmissione del virus in parte perché richiede di togliersi la mascherina e in parte perché quando espirano i fumatori emettono goccioline di saliva.

Altre comunità autonome del Paese stanno studiando da settimane se vietare il fumo all'aperto: tra queste, scrive El Pais, vi sono Andalucia, Castilla-La Mancha e Castilla y Leon.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}