CRONACA - MONDO

libano

Esplosioni a Beirut, più di 100 morti: "Tossine nell'aria, lasciate la città" FOTO

Quattromila i feriti, tra loro anche un militare italiano. In 300mila senza casa

E' salito a oltre 100 morti il bilancio, purtroppo ancora provvisorio, delle due terribili esplosioni avvenute ieri a Beirut, in Libano. Lo rende noto la Croce Rossa libanese.

Si cercano anche oltre 100 dispersi.

I feriti sono oltre quattromila. Coinvolto anche un militare italiano, rimasto lievemente ferito.

Diversi edifici sono crollati e sono oltre 300mila le persone rimaste senza casa.

Il premier Hassan Diab ha parlato di una "catastrofe", di cui i responsabili saranno chiamati a "rendere conto".

"Ciò che è successo a Beirut ricorda Hiroshima e Nagasaki, nulla di simile era mai accaduto in passato in Libano", ha detto ieri in lacrime il governatore della capitale libanese, Marwan Abboud.

Il ministro della salute Hamad Hasan ha intanto consigliato di andare via dalla capitale, affermando che materiali pericolosi sprigionatisi nell'aria dopo le deflagrazioni potrebbero avere effetti a lungo termine mortali.

Non ci sono ancora certezze sulle cause dell'esplosione.

Secondo la versione ufficiale, a provocarla sarebbe stato un incendio in un deposito nel porto dove erano immagazzinate 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, sequestrate diversi anni fa da una nave.

LA BRIGATA SASSARI IN LIBANO - Nel porto della capitale sono ancorate alcune unità navali dell'Unifil, la forza di interposizione dell'Onu al confine tra Libano e Israele. E proprio pochi giorni fa la Brigata Sassari ha assunto il comando della missione nella parte sud del Paese. Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, ha espresso la sua solidarietà "anche a nome del popolo sardo, ai libanesi dopo l'esplosione di stasera che ha causato così tante vittime e danni a Beirut. Il nostro sentimento di vicinanza e il nostro pensiero va in questa circostanza drammatica, soprattutto, ai militari italiani e agli uomini e donne della Brigata Sassari che sono impegnati a garantire un presidio di legalità e sicurezza in uno scenario di guerra estremo nel quale con abnegazione e coraggio tengono alti i valori della Sardità".

GLI AIUTI UMANITARI - Il Dipartimento della Protezione Civile italiano sta coordinando l'invio di aiuti umanitari per dare sostegno alle attività di soccorso e di assistenza alla popolazione. In partenza due C130 dell'Aeronautica Militare che trasporteranno in Libano otto tonnellate di materiale sanitario e squadre dei Vigili del Fuoco e della Difesa specializzate in ambienti NBCR ed esperti della valutazione del danno agli edifici coinvolti.

TRUMP E L'ENIGMA ATTENTATO - Dopo le parole del presidente Usa Donald Trump che, con riferimento a Beirut, aveva parlato di terribile attentato, a intervenire fonti del Pentagono, che hanno smentito le affermazioni del tycoon. Almeno secondo tre funzionari del Dipartimento della difesa sentiti dalla Cnn hanno spiegato come non ci siano "indicazioni di attori nella regione interessati in questa fase a un attacco di così vasta portata".

LA VISITA DI MACRON - Il presidente francese Emmanuel macron sarà domani a Beirut "per incontrare il popolo libanese e portar loro un messaggio di fraternità e solidarietà da parte dei francesi". "Faremo il punto della situazione con le autorità politiche", ha spiegato in un tweet Macron.

(Unioneonline/F-v.l.)

LE IMMAGINI:

i vigili del fuoco spengolo gli incendi a beirut (ansa dirani)
I Vigili del fuoco spengolo gli incendi a Beirut (Ansa - Dirani)
il fumo provocato dall esplosione (ansa hamzeh)
Il fumo provocato dall'esplosione (Ansa - Hamzeh)
edifici danneggiati (ansa hamzeh)
Edifici danneggiati (Ansa - Hamzeh)
cittadini in fuga (ansa hamzeh)
Cittadini in fuga (Ansa - Hamzeh)
una veduta della zona (ansa hamzeh)
Una veduta della zona (Ansa - Hamzeh)
fumo e macerie (ansa hamzeh)
Fumo e macerie (Ansa - Hamzeh)
l area dell esplosione (ansa hamzeh)
L'area dell'esplosione (Ansa - Hamzeh)
il denso fumo nero (ansa dirani)
Il denso fumo nero (Ansa - Dirani)
di

IL RACCONTO CHOC DELLA VOLONTARIA: "UN BOATO ED E' CROLLATO TUTTO"

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}