CRONACA - MONDO

germania

Pedofilia, scoperta una rete di "orchi" con 30mila affiliati

Le indagini, partite a ottobre in Nordreno Westfalia hanno fatto emergere una realtà sconvolgente
immagine simbolo (pixabay com)
Immagine simbolo (Pixabay.com)

Nuovo scandalo pedofilia in Germania. Dopo gli ultimi sviluppi del caso di Maddie McCann, il cui aguzzino sarebbe proprio un pedofilo di origine tedesca, si allarga a macchia d'olio un'inchiesta partita dalla città di Bergisch Gladbach, vicino a Colonia, incentrata sulla condivisione di immagini pedopornografiche sul web, arrivata a coinvolgere ben 30mila persone.

Lo ha confermato il ministro della giustizia del Land del Nordreno-Vestfalia Peter Bisenbach.

Una vera e propria rete criminale che, stando alle risultanze delle indagini, avviate lo scorso ottobre, sarebbe solita abusare di minorenni, per poi condividere video e foto di tali nefandezze via chat o su forum in internet. Gli affiliati al sodalizio, inoltre, si sarebbero anche scambiati consigli su come adescare e rendere più "accomodanti" i bambini.

Degli innumerevoli sospettati finora ne sono stati identificati 72. Ma l'inchiesta prosegue. "Non avevo mai sospettato neppure lontanamente questa dimensione del fenomeno degli abusi in rete. Dobbiamo ammettere che questi crimini sono molto più diffusi di quanto immaginassimo", ha affermato il ministro della giustizia del Land.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}