CRONACA - MONDO

gibilterra

Covid, scimmie a rischio contagio: "Vietato toccarle"

Le autorità dell'enclave britannica hanno vietato qualsiasi contatto tra bertucce e turisti
una bertuccia di gibilterra (foto wikipedia)
Una bertuccia di Gibilterra (foto Wikipedia)

Le autorità della piccola enclave britannica di Gibilterra, temendo un'epidemia di coronavirus tra le sue famose scimmie, hanno vietato ai turisti di toccare gli animali.

Le bertucce, unica popolazione di scimmie selvatiche in Europa, sono una popolare attrazione turistica e il folklore locale vuole che Gibilterra smetterebbe di essere britannica se le scimmie lasciassero la Rocca.

Dar loro da mangiare è già illegale e punibile con pesanti multe, ma ora il governo ha deciso di andare oltre e, in un comunicato, ha fatto sapere che "saranno prese severe misure per impedire contatti con le scimmie" per "minimizzare il rischio che contraggano l'infezione".

Con 161 casi di Covid-19 su una popolazione di 30mila abitanti, l'impatto della pandemia è stato relativamente basso soprattutto in confronto ai numeri della vicina Spagna.

"A causa del basso livello di contagio a Gibilterra e del lockdown dei siti turistici, è potenzialmente certo che le scimmie non hanno contratto il Covid-19" si legge nel comunicato, e "dobbiamo assicurare che si vada avanti così".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}