CRONACA - ITALIA

Allerta virus, la diretta

Aggiornamenti di ora in ora in Italia e all'estero

Le ultime notizie sull'emergenza in atto
(ansa)
(Ansa)

Tutti gli aggiornamenti del mese di giugno e luglio.

3 luglio

Ore 14 - Nuovo focolaio a Vicenza, innalzato il livello di rischio

"Il nuovo focolaio di coronavirus scatenato da un imprenditore vicentino rientrato dalla Bosnia ha portato il Veneto da un rischio basso a un rischio elevato, passando da una r con t pari a 0,43 a una di 1,63". Lo ha detto il Govervatore del Veneto Luca Zaia. Il presidente del Veneto ha ricostruito la vicenda legata al viaggio in Bosnia, che ha determinato 5 nuove positività e 89 isolamenti.

***

Ore 12.55 - Il bollettino dello Spallanzani

Sono ricoverati in questo momento allo Spallanzani di Roma 89 pazienti. Di questi 44 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, 45 sottoposti ad indagini. 5 pazienti necessitano di Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 503. E' quanto emerge dal bollettino di oggi dell'Istituto.

***

Ore 12.07 - In Alto Adige nessun paziente in terapia intensiva

Dopo il secondo tampone con esito negativo, è stato trasferito in un reparto ordinario l'ultimo paziente altoatesino affetto da Covid-19 che si trovava ricoverato in terapia intensiva. Lo rende noto l'Azienda sanitaria provinciale.

***

Ore 11.30 - Belgrado dichiara la "situazione d'emergenza"

Le autorità municipali di Belgrado hanno proclamato oggi la 'situazione di emergenza' nella capitale serba, principale focolaio della nuova ondata di contagi da coronavirus. Al fine di contenere la diffusione del virus si limita l'orario di apertura di locali notturni, bar, caffè e ristoranti, che dovranno restare chiusi dalle 23 alle sei del mattino.

***

Ore 10.50 - Virus, la situazione in Israele

Non si arresta la impennata di contagi di coronavirus in Israele. Secondo dati diffusi oggi dal ministero della sanità, nelle ultime 24 ore si sono avuti oltre mille contagi ed il numero aggiornato dei casi positivi è di 27.542. Il numero dei malati è salito a 9.618, il doppio di quelli di una settimana fa.

***

Ore 8.30 - Libia, 891 i casi confermati

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 17 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 891 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla

propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono da 25 a 26, i guariti da 223 a 224, e le persone attualmente positive da 626 a 641. Restano chiusi i confini.

***

Ore 7.03 - Miami verso il coprifuoco

Il sindaco della contea di Miami-Dade proclamerà nelle prossime ore il coprifuoco dalle 22 alle 6 per rallentare la diffusione del coronavirus. Il provvedimento entrerà in vigore da venerdì sera.

***

Ore 7 - Alabama proroga lo stato d'emergenza

La governatrice repubblicana dell'Alabama Kay Ivey ha prorogato nuovamente per altri 60 giorni lo stato di emergenza a causa della pandemia. Lo Stato ha registrato oltre 40mila casi e almeno 985 morti.

***

2 luglio

Ore 22.28 - In Serbia nuove restrizioni

Il presidente serbo Aleksandar Vucic, alla luce di una sensibile ripresa dei contagi da coronavirus in tutto il Paese, ha annunciato nuove misure restrittive. In una intervista in serata alla tv pubblica Rts, Vucic ha detto che per le prossime due settimane i locali notturni resteranno chiusi dalle 23 alle sei del mattino, alla stessa ora chiuderanno i bar e i caffè, a meno che non dispongano di spazi all'aperto.

***

Ore 22.06 - Venticinque giocatori positivi nell'Nba

Sono 25 i giocatori dell'NBA risultati positivi ai test al Covid-19 effettuati dal 23 giugno. Nove quelli tra i 334 tamponi analizzati tra il 24 e il 29 giugno. Lo rendono noto l'NBA e l'NBPA. Tra gli 884 test che hanno interessato gli staff delle squadre, 10 i positivi.

***

Ore 21.28 - Cain positivo al coronavirus

Il 'Re della pizza' Herman Cain positivo al coronavirus. L'imprenditore ex candidato repubblicano alla Casa Bianca, secondo quanto riportano i media, potrebbe aver contratto il Covid-19 al controverso comizio di Donald Trump a Tulsa, alla quale ha partecipato.

***

Ore 20.44 - Picco di casi in Israele, varate nuove restrizioni

A fronte del nuovo picco di casi, il premier Benyamin Netanyahu ha annunciato questa sera la reintroduzione di restrizioni per ogni manifestazione pubblica. "Il virus è ancora qui. E in maniera forte", ha detto il premier che aveva al suo fianco il ministro della sanità Yuli Edelstein.

***

Ore 20 - Ruanda, la polizia ferma persone per strada per eseguire i test

La polizia in Ruanda sta fermando persone a caso nella capitale, Kigali, chiedendo il consenso per fare loro il test del coronavirus. La pratica è iniziata stamattina su alcune strade e punti di accesso alla città. Le autorità sanitarie ruandesi hanno detto che quest'attività "darà informazioni concrete sullo stato di Covid-19 nella capitale".

***

Ore 19.24 - Virus, la situazione in Turchia

Salgono a 202.284 i casi di Covid-19 in Turchia, con 1.186 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 49.714 test effettuati. Le nuove vittime sono 17, per un totale di 5.167 decessi confermati dall'inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva aumentano a 1.067, con 372 intubati.

***

Ore 19 - Texas, negli asili contagiati 307 bimbi e 643 tra maestri e impiegati

E' allarme per i bimbi contagiati negli asili del Texas: in 658 'day care' dello Stato 307 piccoli sono risultati positivi al SARS-Cov-2. Con loro sono inoltre risultati infetti 643 maestri e impiegati degli stessi asili.

***

Ore 18 - I dati italiani

In Italia 201 nuovi casi di Covid-19 (98 in Lombardia) e 30 decessi, tutti concentrati in quattro Regioni, ben 21 in Lombardia. Sono i dati dell'ultimo bollettino del ministero della Salute.

***

Ore 17.10 - I dati in Lombardia

Sono 98 i nuovi casi di Covid-19 riscontrati in Lombardia nelle ultime 24 ore. Tanti i decessi, ben 21. Invariate le terapie intensive. La maggior parte dei nuovi contagi si registra a Milano (28 in provincia, di cui 17 in città).

***

Ore 16.30 - Conte: "Siamo in grado di affrontare eventuale seconda ondata"

"Ho detto che possiamo affrontare la socialità tenendo le distanze, lavandoci le mani, usando la mascherina quando a contatto. Sulla seconda ondata io non ho mai minacciato nulla: ho detto un'altra cosa, che con il piano di controllo territorialmente articolato siamo in condizione di affrontare con relativa tranquillità anche i prossimi mesi". Lo dice il premier Giuseppe Conte, parlando nel centro di Roma con una passante che lamenta quelli che a suo dire sono allarmi eccessivi del governo e degli scienziati sulle misure contro il contagio da Coronavirus.

***

Ore 16 - Gravissima la nonna della moglie di Bolsonaro

La nonna della first lady brasiliana, Michelle Bolsonaro, è stata ricoverata in gravi condizioni in un ospedale di Brasilia con sintomi di coronavirus. Maria Aparecida Firmo Ferreria, di 80 anni, da ieri si trova in una camera di terapia intensiva dell'Ospedale Regionale di Santa Maria. La donna è stata trovata "per strada, caduta a terra" ed è stata inizialmente trasferita in un ospedale pubblico a Ceilandia, nella periferia di Brasilia.

***

Ore 15 - In Texas 6.900 pazienti ricoverati

Il Texas ha registrato un altro triste record nella sua lotta alla pandemia di coronavirus: fino a ieri, un totale di 6.904 persone erano ricoverate negli ospedali dello Stato, con un incremento di oltre 2.500 pazienti in una settimana. Nel mese di maggio, il picco dei ricoveri aveva raggiunto quota 1.888.

***

Ore 14.34 - A Pechino stazioni mobili per i tamponi

Cinque stazioni mobili per la raccolta dei tamponi per il coronavirus sono state utilizzate nel distretto di Daxing a Pechino per migliorare l'accesso della popolazione ai test. Misurando 2,3 metri di lunghezza, 1,3 metri di larghezza e 2,2 metri di altezza, le strutture mobili presentano due finestrini destinati alla raccolta dei campioni e ogni ora possono raccogliere fino a 100 campioni di tamponi oro-faringei.

***

Ore 12.30 - Basilicata, ospedali Covidfree

Sono tutti negativi i risultati dei 254 tamponi esaminati nelle ultime 24 ore in Basilicata, dove i casi di contagio confermati restano due: lo ha reso noto la task force regionale. In Basilicata, quindi, cifre, pressoché immutate: 27 vittime e 371 guariti. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati eseguiti 40.041 tamponi, 39.621 dei quali negativi. Le persone in isolamento domiciliare sono due, che sono anche gli unici attualmente positivi.

***

Ore 11.45 - Pakistan, più di 4mila contagi in un giorno

Il Pakistan ha registrato 4.339 nuovi casi di coronavirus e 78 ulteriori decessi nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il ministero della Sanità del Paese. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 217.809 e quello dei morti a quota 4.473. Allo stesso tempo, altre 3.892 persone sono guarite, per un totale di 104.694 dall'inizio della pandemia. Attualmente, almeno 2.723 persone sono ricoverate in terapia intensiva.

***

Ore 11 - Russia supera i 600mila casi

La Russia ha superato i 660.000 casi accertati di Covid-19. Stando ai dati ufficiali annunciati dal centro anticoronavirus, in Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 6.760 nuovi contagi, che fanno salire a 661.165 i casi di Covid-19 confermati dall'inizio dell'epidemia. I nuovi contagi sono però sotto quota 7.000 per il settimo giorno di fila. Le vittime sono ufficialmente 9.683, di cui 147 decedute nel corso dell'ultima giornata.

***

1 luglio

Ore 22.20 - Brasile, superati i 60mila morti

Il Brasile ha superato i 60 mila morti da coronavirus: lo rendono noto i dati forniti dalle segreterie alla Sanità statali a un consorzio di media che, in polemica con la politica di lotta alla pandemia messa in atto dal presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, ha deciso di fornire quotidianamente un bilancio alternativo a quello ufficiale diramato dal governo. In base alle cifre, tra le 20 locali di ieri (le una di oggi in Italia) e le 13 locali di oggi (le 18 italiane), il Paese sudamericano ha registrato 538 nuovi decessi, facendo salire a 60.194 il totale dei morti per Covid-19. Il numero complessivo dei contagi è invece passato a 1.426.913, in attesa della conferma da parte del ministero della Sanità di Brasilia.

***

Ore 22 - Usa, casi in aumento in 37 Stati, in diminuzione in due

I casi di coronavirus stanno aumentando in 37 Stati Usa e diminuendo solo in due. Gli altri 11 Stati hanno un andamento piatto. Lo riferisce la Cnn.

***

Ore 21.20 - "Al Niguarda di Milano stiamo tornando alla normalità"

"Si stanno riassestando i flussi al Pronto soccorso. All'epoca dell'emergenza Covid-19 erano quasi tutti relativi al virus. Ora, che stiamo tornando progressivamente alla normalità, ci ritroviamo a fronteggiare ogni tipo di patologia". Lo ha detto il direttore generale dell'Ospedale Niguarda di Milano, Marco Bosio, durante una diretta Facebook di Lombardia Notizie.

***

Ore 20.30 - Indagine

sierologica, il 50% degli italiani dice sì

Tra le persone contattate per eseguire l'indagine sierologica sulla diffusione del Sars-Cov-2, "il 50% si rende disponibile a sostenere l'esame, una risposta buona ma minore rispetto a altri campionamenti". Quello che "rammarica è che spesso si nota un totale disinteresse rispetto al campionamento che stiamo portando avanti nell'interesse del Paese". Lo ha detto in audizione in Commissione Affari Sociali, il presidente nazionale della Croce rossa italiana, Francesco Rocca, in merito all'indagine di sieroprevalenza nella popolazione promossa da ministero della Salute e Istat con i volontari della Cri chiamati a contattare il campione di cittadini selezionati.

***

Ore 18.44 - In Perù ripartono le attività

Il governo del Perù ha pubblicato il decreto che avvia a partire da oggi la fase 3 di ripresa

graduale delle attività economiche nel Paese, nell'ambito della pandemia del coronavirus. La misura comprende circa 60 attività commerciali, tuttavia le 7 regioni con il più alto tasso di casi di Covid-19 non saranno coinvolte in questa nuova fase e resteranno in quarantena.

***

Ore 18.11 - Virus, la situazione in Algeria

Per il secondo giorno consecutivo l'Algeria registra un nuovo record nella crescita dei contagi da coronavirus. Sono infatti 365 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, che portano a 14.272 il bilancio totale dei contagiati nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri.

***

Ore 17.23 - In Gran Bretagna resta alto il numero dei morti

Resta pesante, rispetto alle medie attuali europee, il conteggio dei morti da coronavirus nel Regno Unito, con altre 176 vittime censite nelle ultime 24 ore contro le 155 di ieri: lo indicano i dati del ministero della Sanità, a dispetto di un livello di contagi quotidiani diagnosticati sceso stabilmente sotto quota mille (oggi 829). La somma totale dei decessi certificati col tampone sfiora ora nel Paese 44.000.

***

Ore 17 - Novantanovenne guarita a Grosseto

E' una donna di 99 anni l'ultimo paziente Covid-19 dimesso dall'ospedale Misericordia di Grosseto. Ormai guarita dal 24 giugno, spiega l'ospedale, dopo tre tamponi negativi finalmente è potuto tornare a casa. La 99enne era stata ricoverata il 12 aprile nel reparto di malattie infettive.

***

Ore 16.31 - Nove casi e due decessi nel Lazio

Nel Lazio sono stati registrati 9 casi positivi e due decessi. A Roma città si registrano tre nuovi casi. In considerazione dei nuovi numeri l'assessorato alla Sanità della Regione Lazio si attende, in base alla valutazione settimanale del Ministero, un valore RT in calo.

***

Ore 16 - Nembro e Alzano, iniziati i test sierologici

Sono iniziati oggi i test sierologici da parte dell'Ats di Bergamo ad Alzano, Nembro e nei Comuni della Valseriana, alcuni dei territori più colpiti dal Coronavirus. "Partiti i test e i tamponi" ha annunciato su Facebook il sindaco Camillo Bertocchi. "Ottima organizzazione e nessun intoppo all'avvio dei test - ha aggiunto -. Ringraziamo le tante persone che hanno lavorato e stanno lavorando a questo progetto".

***

Ore 15.30 - Commissione Ue, ok a progetto su plasma dei guariti

Via libera della commissione Ue ad un progetto internazionale per valutare se il plasma da persone guarite dal Covid-19 può essere una terapia efficace contro il virus. Parteciperanno nove Paesi, tra cui l'Italia.

***

Ore 14.40 - Crisanti: "Anche in Veneto 3mila polmoniti tra novembre e gennaio, ma non era Covid"

110 casi di polmonite "non classificabili" registrati tra novembre e gennaio all'ospedale di Alzano (Bergamo), potrebbero non avere relazione con il coronavirus. Nessuno dei casi di polmonite registrati tra ottobre e gennaio in Veneto, 3mila, "ha evidenziato la presenza del Covid". A dirlo è Andrea Crisanti, professore di Microbiologia e microbiologia clinica a Padova e consulente dei pm di Bergamo che indagano sulla gestione dell'emergenza coronavirus. La stessa Ats Bergamo ha escluso "con discreta ragionevolezza" la presenza precoce del virus.

***

Ore 14.04 - I casi in India

L'India ha registrato ieri 18.522 nuovi casi di coronavirus e 418 ulteriori decessi: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi nel Paese a quota 585.481 e quello dei morti a 17.400. Finora in India sono guarite 347.912 persone.

***

Ore 13.23 - Nessun nuovo contagio in Umbria

Nessun nuovo caso di positività al Covid, dopo quello di ieri, registrato in Umbria nell'ultimo giorno. Dai dati pubblicati sul sito della Regione non emergono invece variazioni per tutti gli altri parametri. I casi positivi totali restano infatti 1.441 e 15 gli attualmente positivi. Stabili anche i morti, 80, i guariti, 1.346, e i ricoverati, quattro, uno dei quali in terapia intensiva.

***

Ore 12.35 - Brasile, positivi 4 giocatori dell'Internacional

Quattro giocatori dell'Internacional di Porto Alegre sono risultati postivi al test per il Coronavirus. Lo ha comunicato lo stesso club di serie A brasiliana, specificando che sono tutti asintomatici e che saranno messi in isolamento per 14 giorni.

***

Ore 11.40 - Due positivi in Alto Adige

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 674 tamponi. Due i casi positivi. Le persone sinora risultate positive al test del Coronavirus sono 2.641. A livello provinciale l'Azienda sanitaria dell'Alto Adige informa che ad oggi (1 luglio) ha effettuato in totale 84.846 tamponi su 41.389 persone.

***

Ore 10.50 - I casi in Russia

I casi di coronavirus in Russia sono cresciuti di 6.556 unità nelle ultime 24 ore raggiungendo quota 654.405. Lo ha detto il centro di crisi anti-coronavirus. Per il sesto giorno consecutivo sono stati confermati meno di 7.000 casi di infezione nel Paese. Il tasso di crescita giornaliera non ha superato l'1% negli ultimi due giorni. I morti invece sono stati 216, per un totale di 9.536.

***

Ore 10 - Usa, nuovo bilancio

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri 41.556 nuovi casi di coronavirus e 337 ulteriori decessi: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 2.636.538 e quello dei morti a 127.425. Finora nel Paese sono guarite 720.631 persone.

***

Ore 9.45 - Altre vittime in Messico

Il Messico ha registrato ieri altri 5.432 casi di coronavirus e ulteriori 648 decessi: lo ha reso noto il ministero della Sanità. I nuovi dati portano il bilancio dei contagi a quota 226.089 e quello dei morti a quota 27.769.

***

Ore 8 - Libia, casi ancora in aumento

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 22 contagi da coronavirus, che portano a 824 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook, precisando che i morti salgono da 23 a 24, i guariti da 206 a 209 e le persone attualmente positive da 573 a 591.

***

30 giugno

Ore 22.30 - Mosca, test clinici per il vaccino entro fine luglio

I test clinici per un possibile vaccino contro il nuovo coronavirus continuano in Russia e si prevede che saranno completati entro la fine di luglio: lo ha riferito a Putin il ministro della Difesa russo Serghiei Shoigu. "Stiamo continuando a lavorare assieme all'istituto Gamalei per creare un vaccino per il nuovo coronavirus", ha detto Shoigu.

***

Ore 22.04 - Fontana: "Il virus circolava sul territorio già da mesi"

"Studi sierologici e lettura a posteriori delle cartelle cliniche confermano la presenza del virus sul territorio già da diversi mesi. I medici hanno fatto il loro dovere. I protocolli erano sbagliati". Queste le parole su Facebook del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

***

Ore 21.20 - "Scuola in pericolo", Salvini scrive a Mattarella

Matteo Salvini affida al quotidiano "Avvenire" in edicola domani una lettera aperta al presidente Sergio Mattarella sulla scuola. "Corre un grave pericolo. Non possiamo permetterci di arrivare alle scadenze di settembre con le poche (e a tratti confuse) idee che finora hanno caratterizzato il dibattito nella maggioranza di Governo".

***

Ore 20.33 - Coronavirus, Biden non terrà più comizi prima del voto

Joe Biden ha annunciato che non terrà piu' comizi elettorali prima delle presidenziali americane di novembre a causa della pandemia. Un decisione opposta alla linea finora tenuta dal presidente Donald Trump.

***

Ore 20.04 - Virus, la situazione in Tunisia

La Tunisia registra nelle ultime 24 ore altri due nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1.174 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i decessi sono 50, i guariti 1031, e 93 le persone attualmente positive sull'intero territorio. Gli ultimi due casi sono relativi a cittadini tunisini rientrati dall'estero.

***

Ore 19 - Gallera: "In Lombardia dati positivi"

"I dati continuano ad essere in miglioramento. Ieri sono stati eseguiti, sono stati eseguiti 6117 tamponi e abbiamo 62 positivi di cui 4 nelle Rsa, 8 da screening sierologico della Regione mentre 50 sono positiva che nascono da te sierologici privati". Lo ha specificato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, durante una diretta Facebook di Lombardia Notizie. "Di questi - ha aggiunto - 13 sono debolmente positivi, un dato piuttosto importante". Sui decessi "i numeri rimangono estremamente contenuti, e finalmente questa è notizia buona che si consolida" ha commentato l'assessore. Inoltre "siamo a meno di 300 persone ricoverati per Covid negli ospedali, 297 con una riduzione e di 24, 1 persona in meno in terapia intensiva e oltre 800 i dimessi e i guariti, altro dato significativo", ha concluso.

***

Ore 18.15 - I dati in Italia

Ventitrè vittime (ieri erano solo sei) e 142 nuovi contagi (in aumento rispetto ai 126 di ieri) da coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia. Diminuiscono di tre unità i pazienti in terapia intensiva (sono 93) e di 30 gli altri ricoverati (sono 1.090).

***

Ore 17.30 - Coppa d'Africa rinviata al 2022

La Confederazione calcistica dell'Asia (Caf) ha annunciato il rinvio della Coppa d'Africa dell'anno prossimo, a causa del coronavirus. La nuova data della competizione, che era in programma in Camerun dal 9 gennaio al 6 febbraio del 2021, sarà gennaio 2022.

***

Ore 17.01 - Aumentano i casi importati in Grecia

Cresce il timore in Grecia per il crescente numero di casi di coronavirus "importati", alla vigilia dell'apertura del Paese ai turisti. Da quando la Grecia ha riaperto gli aeroporti di Atene e Salonicco, il 15 giugno scorso, il numero dei casi confermati del Covid-19 è aumentato. Quasi un terzo delle 110 nuove infezioni registrate dalle autorità nell'ultima settimana erano viaggiatori dall'estero.

***

Ore 16.27 - Rischio di stress post-trauma per i pazienti gravi

Le persone sopravvissute al Covid-19, soprattutto quelle che hanno avuto la malattia in forma grave, dovrebbero ricevere degli screening per valutare se soffrono di sindrome da stress post traumatico. Lo afferma il Covid Trauma Response Working Group, un gruppo di psichiatri inglesi, che ricorda come il 30% di chi è stato colpito gravemente nelle precedenti epidemie di malattie infettive ha riportato il problema.

***

Ore 15.45 - In Piemonte 50 guariti e 11 contagi

Cinquanta nuovi guariti, 11 contagi (di cui 10 asintomatici) e 3 decessi (nessuno registrato oggi). Sono i numeri del bollettino quotidiano diffuso dall'Unità di crisi della Regione Piemonte. Il totale dei pazienti dichiarati guariti dall'inizio della pandemia è salito a 24624, quello dei morti positivi al Covid 4090.

***

Ore 15.06 - A Leicester reintrodotto il lockdown comunale

Il lockdown locale reintrodotto da oggi a Leicester, in Inghilterra centrale, a ormai 100 giorni dall'avvio del confinamento nazionale, è una misura temporaneamente necessaria che la maggior parte dei britannici "penso comprenda" di fronte ai dati sulla ripresa di contagi in città. Lo ha detto il premier Boris Johnson, a margine del suo discorso sull'economia nella non lontana Dudley.

***

Ore 14.24 - I casi in Alto Adige

Stanno dando buoni frutti i test sierologici su chi opera nel settore turistico in Alto Adige. In due settimane sono stati effettuati 7.500 test, che hanno rilevato 25 casi di positività, soprattutto tra i lavoratori stagionali dall'estero. Lo ha detto l'assessore Thomas Widmann in conferenza stampa.

***

Ore 13.56 - Mondiali di sci di Cortina verso la conferma nel 2021

Resta aperta la possibile conferma dei Mondiali di sci di Cortina nel 2021, dopo che le istituzioni dello sport italiano ne avevano chiesto lo spostamento al 2022, causa coronavirus. Nulla è deciso, ma fonti vicine al dossier spiegano che la Fis - che si riunirà il 2 luglio - potrebbe non accogliere la richiesta di rinvio di un anno, confermando l'evento nel 2021. La macchina organizzativa a Cortina non si è mai fermata, e in diverse occasioni gli organizzatori avevano detto di essere comunque pronti.

***

Ore 12 - Brasile, oltre 58mila vittime

Il Brasile ha superato i 58.000 morti per coronavirus, secondo quanto riferito dal ministero della Salute, mentre la pandemia continua a rafforzarsi nella regione centrale del Paese, il primo in America Latina per numero di contagi e vittime. Nell'ultimo bilancio sulla pandemia reso noto ieri, le autorità hanno riferito che in 24 ore ci sono stati 692 morti, per un totale di 58.314 decessi dall'inizio dell'emergenza. Sono stati 24.052 i nuovi contagi giornalieri registrati, che hanno portato il totale dei casi confermati nel Paese a 1.368.195.

***

Ore 11.39 - India fuori controllo, 18mila contagi in 24 ore

I casi di coronavirus in India sono cresciuti nelle ultime 24 ore di 18.522 nuovi positivi, portando il Paese a un totale di 566.840, con 16.893 decessi: lo ha reso noto questa mattina il ministero alla Sanità indiano. Per il settimo giorno consecutivo i casi sono aumentati in 24 ore di oltre 15.000.

***

Ore 10.15 - Morti nelle Rsa, indagato direttore generale Asl di Vercelli

Un altro nome è stato iscritto nel registro degli indagati nell'inchiesta sulle morti, oltre quaranta, durante l'emergenza coronavirus nella casa di riposo di piazza Mazzini, a Vercelli. Si tratta di Chiara Serpieri, direttore generale dell'Asl di Vercelli. Omissione di atti d'ufficio il reato ipotizzato dal pm Davide Pretti.

***

Ore 9.25 - Negli Usa oltre cento casi legati allo stesso bar

Almeno 107 casi registrati nella città di East Lansing, in Michigan, sono legati allo stesso locale. Lo hanno detto le autorità sanitarie locali secondo quanto riportato dalla Cnn. Tutti coloro che hanno frequentato l'Harper's Restaurant & Brew Pub tra il 12 e il 20 giugno sono stati invitati a mettersi in auto-isolamento a casa e a segnalare eventuali casi di Covid-19. I gestori del locale, dal canto loro, hanno assicurato di aver attuato tutte le linee guida e le misure di distanziamento tra i tavoli.

***

Ore 8.10 - La premier della Nuova Zelanda: "Rischioso aprire i confini"

La premier neozelandese Jacinda Ardern ha definito "pericolosi" gli appelli del leader dell'opposizione Todd Muller a riaprire i confini nazionali dopo l'emergenza coronavirus. Lo riporta il Guardian: "Nel mondo il virus sta avanzando, in alcuni Paesi non ha nemmeno raggiunto il picco, altri stanno prolungando o imponendo di nuovo il lockdown", ha detto la Ardern sottolineando che "noi qui invece possiamo andare al ristorante, fare sport, andare in ufficio e assembrarci in quanti vogliamo".

***

Ore 6.45 - In Argentina 48 vittime in 24 ore

Nelle ultime 24 ore sono morte in Argentina 48 persone con coronavirus, che rappresentano un record per una giornata da quando è scoppiata la pandemia nello scorso marzo. Le vittime sono ora salite a 1.280, mentre i casi di contagio hanno raggiunto quota 62.268. In un comunicato il ministero della Sanità ha indicato che 535 pazienti si trovano in rianimazione con una percentuale di occupazione del 50,6% della disponibilità di letti nella capitale Buenos Aires e del 55,9% di quelli dell'Area metropolitana.

***

***

29 giugno

Ore 22.35 - Aumentano i casi a Leicester, lockdown più severo

Il governo britannico ha annunciato misure di lockdown più severe per Leicester dopo un aumento di casi di coronavirus nella città, che diventa così la prima a essere sottoposta a misure di restrizione locali. Il ministro della Salute, Matt Hancock, ha detto che gli esercizi "non essenziali", che avevano riaperto a metà giugno, dovranno chiudere di nuovo a partire da domani e le scuole da giovedì. Le nuove misure saranno valutate tra due settimane.

***

Ore 22.10 - Bergamo, protagonisti del "modello Veneto" per indagare sulla gestione lombarda

Daniele Donato, direttore sanitario dell'Azienda ospedaliera di Padova, è stato scelto dalla Procura di Bergamo come consulente nell'inchiesta sulla gestione dell'emergenza coronavirus nella provincia bergamasca. A confermarlo è lo stesso Donato, che oggi si è presentato negli uffici giudiziari di Bergamo per accettare l'incarico. La sua nomina segue quella di Andrea Crisanti, direttore del laboratorio di Microbiologia e virologia dell'Azienda ospedaliera di Padova. Entrambi i consulenti scelti dai pm bergamaschi dunque rappresentano quel "modello Veneto" che ha saputo arginare la pandemia meglio di altre regioni.

***

Ore 21.20 - Cuomo contro Trump: "Indossi la mascherina e ne ordini l'utilizzo per decreto"

"E' ora di svegliare l'America": lo afferma il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo secondo cui il governo federale ha abbandonato la sua responsabilità nella lotta al coronavirus e chiedendo al presidente Donald Trump di ordinare per decreto l'uso delle mascherine. "La Casa Bianca ha negato il problema del coronavirus e la risposta federale è stata sbagliata", ha accusato Cuomo. "Il presidente sia un esempio e indossi una mascherina", ha aggiunto.

***

Ore 20.15 - I numeri in Turchia

Salgono a 198.613 i casi di Covid-19 in Turchia, con 1.374 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 51.014 test effettuati. Le nuove vittime sono 18, per un totale di 5.115 decessi confermati dall'inizio della pandemia. I ricoverati in terapia intensiva tornano sopra quota mille (1.018), con 375 intubati. I pazienti guariti crescono di 1.214, arrivando a 171.809. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca.

***

Ore 19.40 - Obbligo di mascherina nella città della convention di Trump

Le autorità di Jacksonville, la città della Florida dove Donald Trump terrà il discorso di accettazione della nomination presidenziale repubblicana in un'arena da circa 15 mila posti, introdurrà dalle 17 di oggi (le 23 in Italia) "l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi pubblici e al coperto, e in altre situazioni in cui le persone non sono in grado di rispettare il distanziamento sociale" per prevenire il coronavirus. Lo twittano le stesse autorità.

***

Ore 19 - Mondragone, emergono altri 23 casi

L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che prosegue lo screening relativo al Comune di Mondragone e zone limitrofe. Al momento sono emersi altri 23 casi, comprensivi di tutti i collegamenti ricostruiti, scaturiti dai tamponi effettuati nelle aree circostanti l'ex Cirio.

***

Ore 18.20 - In Austria tornano a salire i casi, ministro preoccupato

In Austria tornano a salire i casi attivi di coronavirus. Attualmente sono 600, mentre due settimane fa erano appena 400. Alle luce di questo aumento il ministro della Salute Rudolf Anschober si è detto "preoccupato". Nei prossimi giorni i diversi focolai saranno analizzati con particolare attenzione. "Rivolgo un appello ai cittadini a non farsi trarre in inganno dal buon andamento delle scorse settimane", ha sottolineato il ministro. "Il virus - ha aggiunto - non è in vacanza e resta estremamente pericoloso".

***

Ore 17.45 - Il bollettino in Italia

In Italia si contano 126 nuovi contagiati da coronavirus in più rispetto a ieri.

Il dato è comunque in flessione: ieri i nuovi casi accertati erano stati 174.

Delle nuove positività 78 sono state registrate in Lombardia, ovvero quasi il 62% del totale. Il numero totale dei casi riscontrati in Italia da inizio emergenza sale così a 240.436. Le vittime invece fanno segnare un nuovo minimo: sei quelle accertate nelle ultime ore, una sola delle quali in Lombardia.

***

Ore 16.50 - I dati in Gran Bretagna

Scende a 25 morti nelle ultime 24 ore, picco minimo censito da mesi, l'incremento giornaliero di decessi da coronavirus nel Regno Unito: lo indica oggi il ministero della Sanità, pur precisando che i dati riferiti al weekend risentono di prassi di ritardi nella raccolta e che quindi la cifra - che comunque resta più bassa anche rispetto alla media dei fine settimana precedenti - andrà compensata nei prossimi giorni. La somma totale di morti certificate col tampone dall'inizio della pandemia raggiunge intanto ora nel Paese quota 43.575 (54.000 circa contando pure i casi probabili ricavati dalle elaborazioni statistiche dell'Ons, l'Istat britannico); mentre i contagi quotidiani diagnosticati nelle 24 ore calano a non più di 815, fino a quasi 312.000 complessivi.

***

Ore 16.05 - I numeri in Cina

L'autorità sanitaria cinese ha dichiarato di aver ricevuto ieri segnalazioni di 12 nuovi casi confermati di COVID-19 in Cina continentale, di cui sette trasmessi internamente e cinque importati. Nel suo resoconto giornaliero, la Commissione Sanitaria Nazionale oggi ha detto che tutti i casi trasmessi internamente sono riferiti alla città di Pechino. Il totale dei casi confermati in Cina continentale ieri è arrivato a 83.512, con 418 pazienti ancora in cura, di cui otto in condizioni gravi, 78.460 persone dimesse dopo essere guarite e 4.634 deceduti per la malattia.

***

Ore 15.30 - Repubblica ceca, nuove restrizioni in due Regioni

Il ministero di Sanità ceco ha reso più severe le misure di sicurezza in due regioni in cui la situazione di contagio da coronavirus è in aumento. Si tratta della regione moravo-slesiana alla frontiera con la Polonia, e la regione di Liberec nel Nord. La maggior parte dei casi di contagio è localizzata e isolata in alcuni focolai, soprattutto nelle miniere di Karvina. A partire dal primo di luglio la maggior parte della Repubblica ceca potrà fare a meno delle mascherine; a Praga saranno invece ancora obbligatorie nella metropolitana e durante gli eventi di massa in ambienti chiusi. Ieri nella Repubblica ceca sono stati registrati nuovi 305 casi positivi.

***

Ore 14.50 - Il bollettino in Veneto

Sono tre i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, ai quali si aggiunge un'altra vittima , che porta il numero totale dei morti (tra ospedali e case di riposo) a 2.008. Lo segnala il bollettino di stamane della Regione. I contagiati totali dall'inizio della pandemia salgono a 19.278.

***

Ore 14.20 - Zaia: "Test obbligatori a badanti che rientrano da Paesi extra Ue"

Test obbligatori e gratuiti per le badanti che rientrano in Italia dai Paesi extra Ue riprendendo il loro servizio nelle famiglie in Veneto. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia: "E' una maniera per proteggere gli anziani e i loro familiari", ha detto, spiegando che "i tamponi verranno fatti in tempo reale". Il rientro dai Paesi extra Ue è previsto dal 1 luglio.

***

Ore 13.15 - In Lombardia obbligo mascherine all'aperto fino al 14 luglio

Uscirà a breve la nuova ordinanza della Regione Lombardia che proroga fino al 14 luglio l'obbligo di indossare la mascherina all'aperto. "Nonostante il fastidio della mascherina, soprattutto con il caldo di luglio, sono dell'idea che occorra proseguire con il suo mantenimento sino al 14 luglio", ha anticipato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana su Facebook. "Fa caldo, molto caldo, ma il parere dei virologi è ancora di mantenere le precauzioni anti contagio, prima fra tutte, l'uso della mascherina", ha scritto Fontana.

***

Ore 11.54 - Johnson ammette: "In Gran Bretagna è stato un disastro"

La pandemia di coronavirus è stata "un disastro" per il Regno Unito, dove si è registrato il bilancio di morti più pesante d'Europa in cifra assoluta. Lo ha ammesso oggi lo stesso premier Tory, Boris Johnson, durante un filo diretto a Times Radio. "E' stato un disastro, non facciamo giri di parole, un incubo assoluto per il nostro Paese", ha riconosciuto, assicurando tuttavia che il governo "sta traendo le lezioni" necessarie e ribadendo che per ora è prematuro pensare a un'inchiesta pubblica alla ricerca di errori e lacune. La priorità del momento è azzerare i contagi e affrontare le conseguenze economiche.

***

Ore 10.30 - In Russia 6.719 nuovi casi

In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 6.719 nuovi casi di Covid-19, si tratta del dato più basso dal 29 aprile. Inoltre, per il quarto giorno di fila i nuovi contagi sono meno di 7.000. Stando al centro operativo russo anticoronavirus, i casi totali di Covid-19 accertati dall'inizio dell'epidemia in Russia sono ora 641.156 e i decessi 9.166, di cui 93 nel corso dell'ultima giornata. I guariti, sempre stando ai dati ufficiali, sono 403.430 in totale e 4.343 nelle ultime 24 ore.

***

Ore 9.45 - Usa, Fauci: "Vaccino a tutti per immunità di gregge"

Un vaccino anti Covid-19 potrebbe non dare l'immunità di gregge agli Stati Uniti se un gran numero di persone, come sembra, si rifiuterà di vaccinarsi: lo ha detto Anthony Fauci, l'autorevole immunologo della task force Usa contro il coronavirus, nel corso di un'intervista alla Cnn. Fauci si "accontenterebbe" di un vaccino efficace al 70-75%, ma se questo grado incompleto di protezione viene sommato al fatto che molti americani non hanno intenzione di vaccinarsi - ha spiegato - difficilmente negli Usa si potranno raggiungere livelli di immunità sufficienti a domare la pandemia.

***

Ore 8.27 - In Messico 4.050 casi in 24 ore

Il Messico ha registrato ieri 4.050 nuovi casi di coronavirus e 267 ulteriori decessi: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 216.852 e quello dei morti a 26.648. Il Messico è il settimo Paese al mondo con il più alto numero di morti provocati dal virus. Nonostante la situazione non accenni a migliorare, il presidente Andrés Manuel López Obrador ha annunciato che da oggi le misure restrittive nella capitale Città del Messico verranno abolite gradualmente.

***

Ore 6.44 - Frenano i contagi in Brasile, salgono in Cile e Perù

Frena il Brasile, soprattutto per i morti, ma non il Perù e il Cile, per cui la pandemia da coronavirus mantiene la sua pericolosità in America Latina dove nelle ultime 24 ore i contagi sono saliti a 2.474.632 (+53.586) e i morti hanno raggiunto quota 111.934 (+1.477). E' quanto emerge oggi da una elaborazione statistica realizzata dall'Ansa sulla base di dati ufficiali di 34 paesi e territori latinoamericani. Prima fra le nazioni della regione, il Brasile ha confermato 1.344.143 contagi (+30.476) e 57.622 morti, con un incremento odierno di 'sole' 552 unità. Il gigante sudamericano è seguito da Perù (279.419 e 9.317) e Cile (271.982 e 5.509) e da altri sette paesi con più di 20.000 contagi: Messico (216.852 e 26.648), Colombia (91.769 e 3.106), Ecuador (55.255 e 4.429), Argentina (59.933 e 1.232), Repubblica Dominicana (31.373 e 726), Panama (30.658 e 592) e Bolivia (30.676 e 970).

***

***

28 giugno

Ore 22.25 - Retromarcia di Los Angeles, richiudono i bar

Alla fine anche Los Angeles ha deciso la chiusura dei bar a causa dell'impennata dei casi di coronavirus in California. Lo ha annunciato il governatore Gavin Newsom. Stessa misura in altre sei città californiane, compresa Fresno. La riapertura dei bar californiani era stata decisa il 12 giugno scorso.

***

Ore 21.40 - Mattarella: "Riflettere su ciò che non ha funzionato"

"Fare memoria significa anzitutto ricordare i nostri morti e significa anche assumere piena consapevolezza di quel che è accaduto. Senza cedere alla tentazione illusoria di mettere tra parentesi questi mesi drammatici per riprendere come prima. Ricordare significa riflettere, seriamente, con rigorosa precisione, su ciò che non ha funzionato, sulle carenze di sistema, sugli errori da evitare di ripetere". Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando a Bergamo, è il passaggio più importante e sentito del suo discorso.

***

Ore 21 - Mattarella a Bergamo per la Messa di Requiem

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sta prendendo parte questa sera a Bergamo, alla Messa di Requiem di Donizetti, originario del capoluogo, davanti al cimitero monumentale alla presenza dei 324 sindaci dei Comuni della provincia, in rappresentanza dei loro cittadini, per un omaggio a quei morti che non hanno nemmeno potuto avere un funerale per l'emergenza coronavirus.

***

Ore 20 - Nei Balcani risalgono i contagi

Nei Balcani ha ripreso vigore l'avanzata dei contagi. L'aumento dei casi è generalizzato e in vari Paesi della regione si prospetta la reintroduzione di misure restrittive abolite nelle scorse settimane. In Serbia, dove si sono tenute elezioni legislative una settimana fa e gli stadi sono tornati a riempirsi di tifosi accalcati e turbolenti, nelle ultime 24 ore si sono registrati 254 nuovi contagi e altre tre decessi, con i totali saliti a 14.046 e 230. Le terapie intensive sono tornate ad aumentare e sono ora 31, tre volte di più rispetto a qualche settimana fa. I nuovi casi di coronavirus sono stati da ieri 291 in Romania, dove si sono registrati altri 23 decessi. In tale Paese, il più duramente colpito della regione, i contagi sono in tutto 26.313, i morti 1.612. Anche in Macedonia del Nord prosegue il trend al rialzo dei contagi, che sono stati da ieri 176, nove i morti.

***

Ore 19.30 - Algeria, record di contagi

L'Algeria registra per il secondo giorno consecutivo un record negativo giornaliero per quanto riguarda la crescita dei contagi da coronavirus. Sono infatti 305 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore che portano a 13.272 il bilancio totale dei contagiati nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri attraverso le parole del portavoce della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, Djamel Fourar, precisando che i decessi sono saliti a 897. "La situazione rischia di esplodere e di diventare incontrollabile", ha dichiarato il responsabile del reparto di cardiologia del Chu Nafissa-Hamoud (ex-Parnet) d'Hussein-Dey di Algeri, Djamel Eddine Nibouche, visto "il tasso di crescita esponenziale della malattia".

***

Ore 18.38 - Fontana: "L'unico assassino è il virus"

"L'unico assassino è questo maledetto virus, non si troverà pace fomentando sterili vendette, non si supereranno le difficoltà di oggi senza guardare insieme al domani". Lo ha scritto su Facebook il presidente della Lombardia Attilio Fontana, sotto scorta dopo che a Milano sono apparse sui muri le scritte "Fontana assassino", aggiungendo che le previsioni universitarie in Lombardia erano di "oltre 80.000" morti. "Sono grato a tutti coloro che hanno lottato insieme a me - ha concluso - e a tutti coloro che hanno evitato il peggio".

***

Ore 18 - Il bollettino della Protezione civile

Sono 174 oggi i nuovi contagiati da coronavirus in Italia, un dato che resta stabile rispetto a ieri quando erano stati 175. Il numero totale dei casi sale così a 240.310. Oltre la metà dei nuovi positivi al Covid (97) è stato registrato in Lombardia; segue l'Emilia Romagna (+21). In aumento invece le vittime dopo le 8 di ieri: sono state 22, 13 delle quali in Lombardia. Complessivamente i morti salgono a 34.738.

***

Ore 16.37 - Gran Bretagna, Leicester vicina alla quarantena

La città di Leicester, Inghilterra centrale, rischia di essere posta in lockdown a causa di un aumento dei casi di coronavirus. Lo ha annunciato il ministro degli Interni britannico alla Bbc. "Il ministro della Salute Matt Hancock ha avviato una serie di misure a sostegno di Leicester come test a tappeto e risorse alle autorità locali", ha detto Patel. Nella città sono stati registrati 658 nuovi casi in due settimane per via di un focolaio in un'azienda alimentare e assembramenti fuori da ristoranti e chioschi.

***

Ore 15.15 - Cina, 500mila persone in lockdown vicino a Pechino

La situazione dell'epidemia di coronavirus a Pechino è ancora "grave e complessa", dopo il nuovo rimbalzo dei contagi registrato nelle ultime settimane. Lo hanno spiegato le autorità locali, che hanno disposto il lockdown per quasi mezzo milione di persone in un'area vicino alla capitale cinese. Il confinamento è scattato nel cantone di Anxin, situato a 60 chilometri a sud di Pechino, nella provincia settentrionale di Hebei.

***

Ore 14.26 - A Madrid primo giorno senza vittime

Sabato è stato il primo giorno senza vittime di Covid-19 a Madrid dall'inizio della pandemia. Lo ha annunciato su Twitter la presidente della Comunidad, Isabel Díaz Ayuso. Con oltre 70.000 contagi e più di 2.000 morti la capitale è stata una delle città più colpite in Spagna.

***

Ore 13.37 - Oltre 9mila morti in Russia

Il bilancio dei morti provocati dal coronavirus in Russia ha superato la soglia dei 9.000: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University. Secondo i dati dell'università americana in Russia sono decedute finora 9.060 persone su un totale di 633.542 contagi confermati. Le persone guarite sono 398.311.

***

Ore 12.30 - Virus, oltre dieci milioni di casi nel mondo

I casi di coronavirus a livello globale hanno superato la soglia dei 10 milioni: è quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, secondo cui il bilancio dei decessi sfiora adesso quota 500mila. Le statistiche dell'università americana indicano che i contagi nel mondo sono adesso 10.001.527, inclusi 499.024 morti. Le persone guarite finora sono 5.062.145.

***

Ore 11.51 - Salvini a Codogno: "Nel plexiglas mia figlia non la mando"

"Se devo mandare mia figlia a scuola chiusa nel plexiglas, senza nessun contatto con i suoi amici e le sue maestre, io a scuola non ce la mando": il segretario della Lega Matteo Salvini lo ha detto parlando a Codogno. "Noi - ha aggiunto - vogliamo una scuola sana, aperta, sicura. Un governo che si occupa di far ripartire il campionato di calcio ma tiene chiuse le scuole non ama l'Italia e gli italiani, non pensa al futuro dei nostri figli".

***

Ore 10.55 - Tamponi e porte chiuse, i protocolli per la Formula 1

La settimana prossima la Formula 1 inizierà il mondiale 2020 al Red Bull Ring in Austria con due Gp il 5 e il 12 luglio. FIA e Liberty Media hanno stabilito dei nuovi protocolli anti Coronavirus che bisognerà rispettare affinché tutti gli addetti presenti nel paddock possano lavorare in totale sicurezza. Come prima cosa tutti coloro che prenderanno parte al weekend di gara dovranno sottoporsi a dei test regolari, in pratica dovranno fare il famoso tampone. Qualsiasi evento verrà disputato a porte chiuse, quindi senza spettatori, né giornalisti né personaggi famosi (soliti ad essere presenti nei paddock). Il personale di ogni scuderia sarà dimezzato, tutti viaggeranno da soli oppure massimo in piccoli gruppi. La regola fondamentale, sarà quella del distanziamento sociale.

***

Ore 10.30 - Messico, 22 positivi in una squadra di calcio

Il club messicano Cruz Azul ha registrato 22 casi positivi al Covid-19, di cui 8 nella sua squadra maschile e 14 in quella femminile. "Il 24 giugno sono stati effettuati nuovi test del Covid-19 sui giocatori e sull'allenatore della prima squadra. Il risultato è di 8 casi positivi", ha spiegato la Liga messicana in un comunicato stampa.

***

Ore 10 - Il bollettino in Veneto

Solo cinque nuovi casi di positività al Coronavirus sono stati registrati in Veneto, dove non c'è stata nessuna vittima rispetto a ieri. Lo segnala il bollettino di stamane della Regione. I contagiati totali salgono così a 19.275, il numero dei morti (tra ospedali e case di riposo) resta fermo a 2.007.

***

Ore 9.20 - India, nuovo record giornaliero di casi

L'India ha registrato 19.906 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta del più forte incremento giornaliero dall'inizio della pandemia, ha reso noto oggi il ministero della Sanità, che è stato accompagnato da ulteriori 410 decessi. I nuovi dati portano il bilancio totale dei contagi a quota 528.859 e quello dei morti a 16.095. Finora nel Paese sono guarite 309.712 persone.

***

Ore 8.30 - La situazione in Cina

La Cina ha registrato altri 17 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, di cui tre 'importati' e 14 di origine interna a Pechino: lo ha reso noto la Commissione nazionale perla Sanità (NHC). Secondo la NHC, riporta la Cnn, la Cina registra ad oggi un totale di 83.500 contagi e 4.634 morti.

***

Ore 8.10 - America Latina, 63mila contagi in un giorno

Le notizie incoraggianti che attende la comunità scientifica in America latina di una contrazione della pandemia da coronavirus purtroppo non si scorgono all'orizzonte, come conferma il fatto che nelle ultime 24 ore i contagi sono cresciuti a 2.421.046 (+63.092) e che i morti sono ora 110.457 (+2.506).

***

Ore 7.30 - Brasile in ginocchio, altri 38mila casi e 1.100 morti

Il Brasile ha registrato 38.693 nuovi casi di coronavirus e 1.109 morti nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il ministero della Salute del Paese, citato dal Guardian. Il Brasile, dove i contagi aumentano di decine di migliaia ogni giorno, conta al momento un totale di 1.313.667 di casi confermato e 57.070 vittime. Il Paese sudamericano è il secondo al mondo per numero di morti e per numero di contagi, dopo gli Stati Uniti.

***

Ore 7 - Usa, superati i 2,5 milioni di casi

Gli Stati Uniti hanno superato i 2,5 milioni di casi di contagio da coronavirus. Secondo la Johns Hopkins University le vittime sono 125.434.

***

27 giugno

Ore 21.53 - Dal Perù parte un aereo per Roma con 330 passeggeri

Un aereo della compagnia Air Europa è decollato oggi alle 13.30 locali (le 20.30 italiane) da Lima alla volta di Roma, con a bordo 330 passeggeri, quasi tutti cittadini italiani rimasti bloccati in Perù dalla pandemia da coronavirus. Si tratta, ha appreso l'Ansa, del settimo volo di rientro organizzato dall'ambasciatore d'Italia a Lima, Giancarlo Curcio, e dal capo della Cancelleria consolare, Paolo Tonini, in coordinamento con l'Unità di crisi della Farnesina, in un'attività che ha permesso il rimpatrio di quasi 2.000 persone.

***

Ore 19.06 - Bologna, via allo screening Covidnell'hub migranti

Da domani scatta lo screening con 200 tamponi nell'hub per migranti di via Mattei a Bologna dopo l'accertamento di due casi positivi tra ospiti della struttura che lavorano come magazzinieri per Bartolini. Lo dice all'Ansa Paolo Pandolfi, direttore del dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di Bologna.

***

Ore 18 - Il bollettino in Italia

In Italia si registrano 175 nuovi casi positivi al coronavirus e 8 nuove vittime. Entrambi i dati sono in calo rispetto al giorno precedente. Buone notizie dalle terapie intensive: i pazienti ricoverati sono scesi sotto quota 97.

***

Ore 16.29 - Psg, tre giocatrici positive

Tre giocatrici del Psg positive al coronavirus. Lo ha reso noto il club parigino, spiegando che ha sottoposto le tesserate ai test prima della ripresa dell'attività e due ragazze dell'Under 19 e una della prima squadra sono risultate positive.

***

Ore 15.40 - Vaccini, nuovo stanziamento dalla Commissione Ue

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato un nuovo impegno di 4,9 miliardi di euro da parte del Team Europe, con la Banca europea per gli investimenti, per l'accesso universale ai vaccini, test e trattamenti al coronavirus.

***

Ore 15.03 - Virus, la situazione in Croazia

In Croazia nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 85 casi di coronavirus, con il totale salito a 2.624. Ne hanno dato notizia le autorità sanitarie citate dai media locali. Non vi sono stati da ieri

nuovi decessi, il cui numero è fermo da diversi giorni a 107. Le guarigioni sono state finora 2.152.

***

Ore 14.32 - Nessun nuovo contagio in Basilicata

Da 16 giorni in Basilicata non si registrano nuovi casi di coronavirus: ieri - secondo quanto reso noto dalla task force regionale - sono risultati tutti negativi i 311 tamponi analizzati. Non essendoci nuovi guariti (in totale 367), resta fermo anche il numero delle persone attualmente positive: cinque.

***

Ore 13.48 - Il bollettino dello Spallanzani

Allo Spallanzani di Roma sono ricoverati in questo momento "106 pazienti. Di questi 47 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2, 59 sottoposti a indagini. Quattro pazienti necessitano di Terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 490". E' quanto emerge dal bollettino medico dell'Istituto.

***

Ore 13.07 - Serbia, ministro positivo al virus

In Serbia sono risultati positivi al test del coronavirus il ministro della Difesa Aleksandar Vulin, e il capo dell'Ufficio governativo per il Kosovo Marko Djuric. Ne danno notizia i media.

***

Ore 12.47 - Iran, 220mila casi

Il coronavirus ha causato altri 125 morti e contagiato altre 2.456 persone in Iran nelle ultime 24 ore, portando il bilancio dei casi a 220.180 e quello dei morti a 10.364. Lo ha detto la portavoce del ministero della Salute a Teheran, Sima Lari, precisando i che 180.661 persone sono guarite ad oggi, mentre 2.928 sono in condizioni critiche. In Iran sono stati fatti oltre 1,5 milioni di test.

***

Ore 12.04 - Il Regno Unito allenta le restrizioni sui viaggi

Dal 6 luglio i britannici che decideranno di trascorrere le vacanze in alcuni Paesi, tra i quali l'Italia, non dovranno più stare in quarantena per 14 giorni al loro rientro. Lo ha annunciato il governo di Londra secondo quanto riportato dalla Bbc. Nei prossimi giorni sarà pubblicata la lista dei Paesi tra i quali dovrebbero esserci Spagna, Francia, Grecia, Germania, Portogallo, Belgio, Turchia, Olanda, Norvegia e l'Italia.

***

Ore 11.13 - A Pechino 17 nuovi contagi

Pechino ieri ha segnalato 17 nuovi casi di Covid-19 trasmessi all'interno del Paese e quattro casi asintomatici. Lo ha detto oggi la commissione sanitaria comunale. In un rapporto giornaliero la commissione ha detto che ieri non sono stati registrati nuovi casi sospetti.

***

Ore 10.30 - In Veneto solo due nuovi casi

Solo due nuovi casi di positività al Coronavirus sono stati registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, dove non c'è stata nessuna vittima rispetto a ieri. Lo segnala il bollettino di stamane della Regione. I contagiati totali salgono così a 19.264, il numero dei morti (tra ospedali e case di riposo) resta fermo a 2.007.

***

Ore 9.55 - Argentina, ex ctBilardo positivo al Covid

Carlos Salvador Bilardo, ct dell'Argentina campione del mondo nel 1986 in Messico e vicecampione iridato nel 1990 a Roma, è risultato positivo al coronavirus ne "La casa per anziani" di Buenos Aires, dove dimora. Le sue condizioni sono stabili, secondo quanto hanno

riferito i familiari.

***

Ore 9.10 - Brasile, 46mila nuovi casi

Il Brasile ha registrato 46.860 nuovi casi di coronavirus e 990 ulteriori decessi nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la Cnn. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 1.274.974 e quello dei morti a quota 55.961.

***

Ore 8.34 - Covid-19, i contagi nel mondo

I casi di coronavirus hanno superato la soglia dei 9,8 milioni a livello globale mentre il bilancio

dei decessi si avvia verso quota 500mila: è quanto emerge dalle statistiche pubblicate dalla Johns Hopkins University. L'università americana indica che i contagi nel mondo hanno

raggiunto quota 9.801.958, di cui 494.181 morti. Finora le persone guarite sono 4.945.589.

***

Ore 7.53 - In India superati i 500mila casi, picco ancora lontano

Superati i 500mila casi confermati di coronavirus in India. I dati ufficiali del governo mostrano un balzo giornaliero record di 18.500 nuove infezioni. Le autorità hanno riferito che 15.685 persone sono morte fino ad ora, con un incremento di 385 vittime nelle ultime 24 ore. Ancora lontano il picco della pandemia: gli esperti sostengono che il numero di casi potrebbe superare la cifra di un milione prima della fine di luglio.

***

Ore 6.49 - Record negli Stati Uniti: 40mila casi in 24 ore

Gli Stati Uniti hanno fatto registrare nella giornata di venerdì un nuovo record di contagi da coronavirus, oltre 40mila nuovi casi. Secondo la Johns Hopkins University sono stati 40.135, e portano il numero globale in Usa a 2.467.510 pazienti che hanno contratto il virus, con una percentuale tra il 5% e l'8% degli americani infetta. Sono oltre 30 gli Stati Usa che stanno registrando un aumento dei casi, con le situazioni peggiori in Florida, Texas, California e Arizona. I morti superano ora i 125mila.

***

***

26 giugno

Ore 22 - Allarme negli Usa: "Sono 23 milioni i veri contagi"

Per le autorità sanitarie Usa sono almeno 23 milioni le persone contagiate dal Covid in America, dieci volte di più di quanto finora non indichino le cifre ufficiali. "Per ogni caso di coronavirus accertato ci sarebbero almeno altre dieci persone infette", è l'allarme lanciato da Robert Redfiled, direttore del Cdc (Centers for Disease Control and Prevention) e massima autorità federale in materia di salute pubblica.

***

Ore 20.45 - Merkel: "Il Mes creato perché si usi, ma decide l'Italia"

L'Italia dovrebbe utilizzare il Mes? "È una decisione italiana", risponde Angela Merkel alla Sueddeutsche Zeitung, chiarendo che gli strumenti anti-crisi non sono stati creati perché restino inutilizzati. "Abbiamo creato degli strumenti, attraverso la Bei, il Mes con linee di credito preventive, o le regole della cassa integrazione con lo Sure. Questi strumenti possono essere usati da ciascuno, e non li abbiamo creati per lasciarli inutilizzati", afferma nell'intervista pubblicata sul giornale tedesco di domani.

***

Ore 19.26 - Rt, il Lazio in testa alle Regioni

Il Lazio guida la classifica dei contagi in Italia, nella settimana dal 15 al 21 giugno: secondo il monitoraggio dell'Iss l'indice Rt è passato a 1,24 (era 1,12 nello scorso monitoraggio), più alto di quello della Lombardia che si attesta a 1,01 (era 0,82) e dell'Emilia Romagna con l'Rt a 1,01. Le tre regioni sono in cima al report settimanale con l'Rt più alto. In Umbria l'Rt è a 0, con zero nuovi casi.

***

Ore 18.45 - Iss: "Emergenza in Italia non è finita"

In quasi tutta la Penisola sono stati diagnosticati nuovi casi di infezione, riscontro in gran parte dovuto alla intensa attività di screening con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti. Tuttavia, la presenza di focolai, anche di una certa rilevanza, mostra come il virus continui ad essere in grado, nelle attuali condizioni, di trasmettersi in modo efficace. Questo conferma che l'epidemia da SARS-CoV-2 non è affatto conclusa in Italia, questo deve invitare alla cautela. E' quanto riporta il monitoraggio settimanale del'Iss.

***

Ore 18 - Il bollettino in Italia

In Italia 259 nuovi casi di contagio da Covid nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime accertate sono trenta. In Lombardia il 60% dei nuovi contagiati. Solo 4 regioni (Sardegna, Sicilia, Basilicata e Valle d'Aosta) senza nuovi casi.

***

Ore 17.52 - Scuola, Conte: "Dal 14 settembre rientro in sicurezza"

"Il governo da tempo ha lavorato coinvolgendo tutto il mondo dell'istruzione. Ci siamo predisposti, con le linee guida, per ritornare in sicurezza a settembre". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi: "Chiudere le scuole è stata una scelta molto sofferta, che nessuno pensi che il governo l'abbia presa a cuor leggero", aggiunge.

***

Ore 16.50 - Tunisia, nuovi casi

La Tunisia registrato nelle ultime 24 ore altri due nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1164 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i decessi sono 50, i guariti 1023, e 91 le persone attualmente positive sull'intero territorio.

***

Ore 15.55 - Sì dalle Regioni alle linee guida sulla scuola

Regioni ed Enti Locali hanno dato il via libera alle nuove linee guida per il rientro a scuola da settembre. La conferenza Stato-Regioni sul tema scuola si è appena conclusa.

***

Ore 15.01 - Un team della Protezione Civile in Armenia

Un team sanitario italiano è partito questa mattina per l'Armenia per supportare le autorità locali nella lotta al Covid-19. L'operazione, che rientra nell'ambito del Meccanismo europeo di protezione civile, è stata disposta dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a seguito della richiesta di assistenza internazionale formulata all'Ue.

***

Ore 14.30 - Nove in isolamento dopo una rissa nel Bolognese

C'erano anche due uomini positivi al coronavirus, in una rissa scoppiata ieri sera per strada a Casalecchio di Reno, nel Bolognese. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, uno sapeva di avere il virus e avrebbe continuato a lavorare in una pizzeria, l'altro non ne sarebbe stato a conoscenza. Dopo la segnalazione all'Ausl, sono ora in isolamento domiciliare le sette persone coinvolte, tutte originarie del Pakistan dai 26 ai 43 anni, e due militari del nucleo radiomobile di Borgo Panigale che sono intervenuti e che aspettano l'esito dei tamponi.

***

Ore 13.40 - In Veneto ok agli sport di contatto

Via libera agli sport di contatto e alle processioni, nessun limite di capienza sui mezzi di trasporto, riapertura di ippodromi e saune. Sono i contenuti della nuova ordinanza che il presidente del Veneto Luca Zaia firmerà nelle prossime ore e che sarà in vigore dalla mezzanotte di oggi fino al 10 luglio.

***

Ore 13.15 - Israele, prima chiusura delle spiagge

Altri 500 contagi di coronavirus sono stati registrati in Israele nelle ultime ore ed una delle città pià colpite - Bat Yam, a sud di Tel Aviv - ha ordinato da oggi la chiusura delle sue spiagge. Secondo dati forniti dal ministero della sanità, il numero complessivo dei casi positivi in Israele ha raggiunto la cifra di 22.638, con 16.589 guarigioni. I malati sono adesso 5.736, 28 dei quali in rianimazione. I decessi, cresciuti da ieri di cinque unità, sono adesso 313.

***

Ore 12.50 - Il bollettino dello Spallanzani

Allo Spallanzani di Roma sono ricoverati in questo momento "113 pazienti. Di questi 48 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-Cov-2, 65 sottoposti a indagini. Quattro pazienti necessitano di Terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 489". È quanto emerge dal bollettino medico dell'Istituto.

***

Ore 12.16 - Ricorso di Diasorin e San Matteo sui test sierologici

Diasorin e la Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia hanno depositato il ricorso al Consiglio di Stato per chiedere l'annullamento della sentenza con cui lo scorso 8 giugno il Tar della Lombardia aveva azzerato l'accordo tra la multinazionale e lo stesso San Matteo sui test sierologici. Con il ricorso è stata proposta anche un'istanza cautelare di sospensione del provvedimento del tribunale amministrativo regionale della Lombardia, in attesa del giudizio di merito.

***

Ore 11.32 - Nessun nuovo contagio in Alto Adige

Ancora nessuna nuova infezione da coronavirus in Alto Adige. Lo rende noto l'Azienda sanitaria provinciale i cui laboratori, nelle ultime 24 ore, hanno valutato 594 tamponi, nessuno dei quali è risultato positivo. Il numero delle persone positive al test del coronavirus resta quindi 2.634.

***

Ore 11.05 - I numeri in Giappone

Tokyo registra 54 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, avvicinandosi ancora una volta ai massimi giornalieri da fine maggio, quando è avvenuta la revoca dello stato di emergenza. Si tratta del quarto giorno consecutivo che la capitale giapponese annuncia un numero superiore a 30 nuovi contagi. Lo scorso mercoledì era stato segnalato il picco di 55 casi, con focolai maggiormente evidenti nel distretto a luci rosse di Shinjuku, nella zona a nord ovest della metropoli. Nel complesso la prefettura di Tokyo sfiora le 6.000 infezioni. A livello nazionale si registrano 18.212 casi di coronavirus, inclusi 971 decessi.

***

Ore 10.25 - Dati positivi in Russia

Il numero di nuovi casi di coronavirus identificati in Russia nelle ultime 24 ore è sceso a 6.800. Lo ha detto il vice primo ministro russo Tatyana Golikova. "Noto che oggi il numero di nuovi casi identificati scenderà già sotto i 7.000 per arrivare a 6.800: siamo molto contenti di avere questi numeri e speriamo che questa tendenza continui nei giorni e nelle settimane a venire", ha detto. Secondo il centro di crisi anti-coronavirus federale russo, si tratta del dato più basso di nuove infezioni dal 29 aprile. I calcoli della Tass dicono che l'aumento giornaliero delle infezioni da coronavirus è sceso al minimo storico dell'1,1%. In totale i casi sono dunque 620.794. Nelle 24 ore si sono registrati poi 176 morti (8781 in tutto).

***

Ore 10.05 - India, nuovo record: 17mila casi in 24 ore

L'India ha registrato un record di oltre 17mila nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità, che parla anche di 407 nuovi decessi. I nuovi dati portano il bilancio complessivo dei contagi a quota 490.401 e quello dei morti a quota 15.301. Nell'ultima settimana si registrano nel Paese almeno 15 mila nuovi contagi ogni 24 ore. I pazienti guariti o dimessi dagli ospedali sono finora 285.636, mentre le persone attualmente positive sono 189.463. L'India ora è quarta al mondo per contagi dopo Usa, Brasile e Russia.

***

Ore 9.40 - Fase 3, Guerra: "Focolai inevitabili, ma il sistema tiene"

"Non c'è preoccupazione perché è tutto ampiamente atteso. Entrambi i focolai sono stati identificati immediatamente e circoscritti, quindi il sistema messo in atto tiene. E' inevitabile ci siano focolai in giro per l'Italia e per l'Europa". Così Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell'Organizzazione mondiale della sanità al programma Agorà su Rai3 riguardo ai focolai di coronavirus a Mondragone e a Bologna.

***

Ore 9.01 - Libia, 28 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

La Libia ha registrato 28 nuovi contagi da coronavirus e un nuovo decesso nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook. I nuovi dati portano il bilancio dei casi a quota 698 e quello dei morti a quota 18.

***

Ore 8.15 - Virus, la situazione in Pakistan

Il Pakistan ha registrato 2.775 nuovi casi di coronavirus e 59 decessi legati alla malattia nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità del Paese. I nuovi dati portano il totale dei contagi a quota 195.745 e quello dei morti a quota 3.962.

***

Ore 7.30 - Balzo dei contagi negli Stati Uniti

Balzo dei casi di coronavirus negli Stati Uniti. Nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 37.077 con 692 morti, secondo i dati dei Centers for Disese Control and Prevention americani.

***

Ore 7 - Boom di casi in America Latina

L'America Latina è in apprensione di fronte alla pandemia da coronavirus che l'ha investita e della quale per il momento non si registra alcuna attenuazione, mentre nelle ultime 24 ore i contagiati hanno raggiunto quota 2.279.146 (+58.789) e i morti confermati sono 104.785 (+1.800).

***

25 giugno

Ore 22.20 - A Mondragone è arrivato l'esercito

E' arrivato a Mondragone il contingente di 50 militari inviato dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, per rafforzare il presidio di vigilanza nell'area dei palazzi ex Cirio. Sempre oggi, si apprende dal Viminale, in aggiunta al dispositivo territoriale, sono stati messi a disposizione della questura di Caserta 40 appartenenti alle Forze di polizia, ai quali se ne aggiungeranno altri 30 nella giornata di domani.

***

Ore 22 - Mondragone, parla il sindaco

"Dobbiamo prima di tutto risolvere il problema sanitario, poi passeremo a quello sociale". Così il sindaco di Mondragone (Caserta) Virgilio Pacifico si è rivolto ai cittadini che sono ancora in presidio alla rotonda sulla statale Domiziana ubicata di fronte ai palazzi ex Cirio, zona rossa da lunedì per circa 50 contagi da Coronavirus emersi in questi giorni nella comunità bulgara che vi risiede. I cittadini protestano perché a loro dire questa situazione danneggia la città, che vive di turismo essendo sul litorale, ma chiedono anche di risolvere una volta per tutte il "problema" dei Palazzi ex Cirio, degradato complesso residenziale in pieno centro cittadino, quasi un "mondo a parte" dicono i cittadini mondragonesi, dove il degrado costante e i traffici illeciti, gestiti soprattutto dai bulgari, come il contrabbando di sigarette e alcolici, lo spaccio e il caporalato, sono all'ordine del giorno.

***

Ore 21 - Scuola, Bonaccini: "Linee guida migliorate, per domani spero accordo definitivo"

La notizia del miliardo in più sulla scuola "va nella direzione giusta". Così il presidente della Conferenza delle Regioni e della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini a Stasera Italia News su Rete 4. Per Bonaccini il testo avuto oggi con le linee guida sulla scuola è "migliorativo" rispetto a quello di ieri, ritenuto irricevibile e domani ci sarà la conferenza unificata con Comuni, Province e Regioni per cui ci si augura "un accordo definitivo" su temi come il distanziamento e l'aumento di organico.

***

Ore 20.25 - Cluster in una Rsa genovese, Toti: "E' chiuso"

Dei 14 nuovi casi di coronavirus rilevati in data odierna in Liguria, 12 derivano da "un cluster chiuso individuato nella casa di riposo Sacra Famiglia" di Genova Rivarolo. Lo comunica il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. "Sono stati sottoposti a tampone due ospiti sintomatici della rsa e sono stati individuati tutti gli altri dieci positivi, è il segno dell'attenzione con cui vengono controllate le rsa in Liguria. Si tratta di un cluster 'chiuso', visto che non sono ancora possibili le visite nelle rsa liguri, solo due nuovi casi derivano da cluster 'di comunità'. L'ultimo report del Ministero della Sanità conferma che tutti i semafori covid riguardanti la Liguria sono verdi", sottolinea Toti.

***

Ore 19.45 - Emilia Romagna, stop al distanziamento su bus e treni regionali

Da domani, in Emilia-Romagna, i posti a sedere su bus e treni regionali e locali potranno essere tutti occupati, al 100%. E' quanto prevede una nuova ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Tra le novità, in particolare, sui mezzi pubblici si potrà derogare all'obbligo del distanziamento interpersonale di 1 metro ma restano l'uso della mascherina per tutti i passeggeri e una adeguata igienizzazione delle mani o, in alternativa, l'uso dei guanti.

***

Ore 19 - Gb, altre 149 vittime

Calano leggermente a 149 i morti per coronavirus censiti nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, contro i 154 di ieri e i 177 del giorno prima, secondo il conteggio diffuso oggi dal ministero della Sanità. La somma delle vittime certificate col tampone sale così oltre i 43.300,

***

Ore 18.20 - Risalgono i contagi in Italia

Sono 296 i casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, il dato più alto degli ultimi sette giorni. ben 170 in Lombardia. Sono 34 i decessi, continuano a diminuire le terapie intensive, sono 103, quattro in meno rispetto a ieri.

***

Ore 17.40 - Bologna, salgono i contagi alla Bartolini

Sono 47 i nuovi casi accertati di Coronavirus in Emilia-Romagna, che portano il totale a 28.351. Di questi, 39 sono asintomatici, 37 riguardano la sola provincia di Bologna e 30, in particolare, il focolaio isolato all'azienda Bartolini. Quattro, invece, sono i nuovi decessi: tre a Bologna e uno a Ferrara. Il totale delle vittime è di 4.249. Secondo i dati aggiornati alle 12 e diffusi dalla Regione, i nuovi tamponi fatti in un giorno sono stati 7.838. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 1.068. E calano anche i ricoverati; sono undici in terapia intensiva (uno in meno di ieri), 114 negli altri reparti Covid (-3).

***

Ore 16.20 - In Toscana nessuna vittima nelle ultime 24 ore

Zero morti, 2 nuovi casi positivi, otto guarigioni nelle ultime 24 ore in Toscana sul fronte Coronavirus secondo il report giornaliero della Regione. Con questi dati aggiornati le vittime restano a quota 1.101, i positivi dall'inizio della pandemia sono andati a 10.224, i guariti, tutti compresi, raggiungono quota 8.799 (315 le persone clinicamente guarite e 8.484 i guariti virali, negativi al doppio tampone).

***

Ore 15.44 - Nuova quarantena per Buenos Aires

A partire da lunedì Buenos Aires e la sua provincia entreranno in una nuova fase di 15 giorni di quarantena con caratteristiche più restrittive di quelle finora esistenti. L'annuncio, anticipato oggi dai media nazionali, sarà ufficializzato in una conferenza stampa nella residenza presidenziale di Olivos.

***

Ore 14.56 - Focolaio a Mondragone, arriva l'esercito

"Questa mattina ho avuto un colloquio con il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in relazione alla zona rossa istituita negli ex palazzi Cirio di Mondragone. Ho chiesto l'invio urgente di un centinaio di uomini delle forze dell'ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. Il Ministro ha annunciato l'arrivo di un contingente dell'Esercito". Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

***

Ore 13.57 - Allarme dell'Oms: "Contagi in rialzo in Europa"

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) esprime preoccupazione per un aumento dei casi di coronavirus in Europa. "La scorsa settimana, l'Europa ha visto un aumento del numero dei casi settimanali" di Covid-19 "per la prima volta da mesi", ha allertato il direttore della sezione europea dell'Oms, Hans Kluge, nel corso di una conferenza stampa da Copenaghen. "Trenta Paesi hanno visto un aumento del numero di nuovi casi nelle ultime due settimane", ha aggiunto. Secondo l'organizzazione, l'Europa registra ogni giorno circa 20.000 nuovi casi e oltre 700 nuovi decessi.

***

Ore 12.37 - In India record di contagi

I casi totali di coronavirus in India sono saliti a 473.105, con 14.894 decessi; i pazienti guariti o dimessi dagli ospedali sono 271.696; i casi attivi sono 183.022. Secondo i dati resi noti questa mattina dal ministero della Sanità, nelle ultime 24 ore è stato registrato un nuovo record di incremento giornaliero, con quasi 17mila nuovi casi (16.922), e 418 decessi; da sei giorni consecutivi i positivi aumentano di almeno 15mila ogni 24 ore.

***

Ore 12.23 - Cina continentale, 19 nuovi casi

L'autorità sanitaria cinese ha comunicato oggi di aver ricevuto le segnalazioni di 19 casi di COVID-19 appena confermati in Cina continentale nella giornata di ieri, di cui 14 sono stati trasmessi a livello locale e 5 sono stati importati. Secondo la relazione quotidiana della Commissione sanitaria nazionale, dei casi trasmessi localmente, 13 sono stati segnalati a Pechino e uno nella vicina provincia dello Hebei.

***

Ore 11.45 - Salvini: "Non mando mia figlia a scuola con la mascherina"

"Io mia figlia di 7 anni a scuola a settembre in un'aula buia, con la mascherina, non ce la mando". Lo dice Matteo Salvini partecipando ad una manifestazione davanti al ministero dell'Istruzione: "In tutta Europa i bambini stanno andando a scuola senza distanza, senza mascherina, con la maestra. Perché qui in Italia no?".

***

Ore 10.11 - Settemila nuovi contagi in Russia

Sono 7.113 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore, i contagi accertati salgono così a 613.994, ma per il nono giorno consecutivo i nuovi casi sono meno di 8.000. Stando ai dati riportati dalle autorità sanitarie russe, le vittime del nuovo coronavirus sono 8.605, di cui 92 morte nelle ultime 24 ore. I guariti sono 6.342 nelle ultime 24 ore e 375.164 in totale.

***

Ore 9.45 - Nuovi focolai in Australia

E' allarme in Australia per nuovi focolai di coronavirus a Melbourne, capitale dello Stato di Victoria, dove è stato registrato il primo decesso da oltre un mese e in alcune zone il numero dei contagi è raddoppiato negli ultimi tre giorni. La vittima, che porta a 104 il totale dei morti provocati dalla malattia nel Paese, è un uomo di 80 anni.

***

Ore 9.17 - Comizio di Tulsa, quarantena per gli agenti del Secret Service

Decine di agenti del Secret Service, l'agenzia federale che protegge il presidente americano, faranno la quarantena per il coronavirus come misura precauzionale dopo aver prestato servizio al controverso comizio di Donald Trump a Tulsa, in Oklahoma.

***

Ore 8.35 - I casi negli Stati Uniti

Nelle ultime 24 ore gli Stati Uniti hanno registrato oltre 35.900 nuovi casi di coronavirus, un numero record da fine aprile e uno dei più alti finora rilevati dall'inizio della pandemia. Lo indicano i dati della Johns Hopkins University.

***

Ore 8 - Pakistan: 148 morti in 24 ore

Il Pakistan ha registrato 148 nuovi decessi provocati dal coronavirus nelle ultime 24 ore, il secondo bilancio giornaliero più alto dopo quello del 20 giugno (153), che porta il totale dei morti a quota 3.903: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità del Paese, sottolineando che nel complesso i casi accertati sono 192.970, pari a 4.044 in più rispetto alle 24 ore precedenti.

***

Ore 7.30 - Il bilancio nel mondo

I casi di coronavirus a livello globale hanno superato la soglia dei 9,4 milioni: è quanto emerge dal conteggio della Johns Hopkins University: secondo i dati aggiornati dell'università americana i contagi nel mondo sono ora 9.408.757, inclusi 482.184 morti. Le persone guarite sono 4.729.511.

***

Ore 7.10 - Disney rinvia apertura parchi in California

Disney ha annunciato il rinvio della riapertura di Disneyland e Disney California Adventure, i due parchi a tema del Golden State, a causa della pandemia di coronavirus. La data prevista era il 17 luglio, ma la società non ne ha indicata una nuova.

***

Ore 7 - Panama sostituisce il ministro della Sanità

Il presidente di Panama, Nito Cortizo, ha annunciato ieri sera la sostituzione di tre ministri del suo governo, e in particolare l'avvicendamento al ministero della Sanità, dove Luis Sucre ha preso il posto di Rosario Turner. Lo scrive il quotidiano El Siglo.

***

24 giugno

Ore 21.55 - Scuola, Azzolina: "Domani le linee guida agli enti locali"

"Lavoriamo anche stanotte con i tecnici per chiudere le linee guida e proviamo a portarle domani in conferenza unificata" con le regioni, province e comuni. Lo avrebbe detto, a quanto si apprende da fonti presenti all'incontro, il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina nella riunione in videoconferenza con le regioni sulle linee guida per la scuola.

***

Ore 21.30 - Calcetto, Spadafora insiste: "Non sono d'accordo col Cts"

"Non sono d'accordo con il parere del Cts, confermo il mio parere positivo e resto in attesa di quello del ministro Speranza". Lo afferma il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, dopo che il Comitato tecnico scientifico si è detto contrario alla ripresa del calcetto e degli sport di contatto. "Riprendere le attività dei centri sportivi, con le garanzie assicurate dal documento delle Regioni su sanificazione e mantenimento dei dati per i giorni necessari, aumenterebbe - io credo - la sicurezza per tutti", ha aggiunto Spadafora.

***

Ore 20.40 - Cile, il 54% della popolazione è in quarantena

Il ministro della Salute del Cile, Enrique Paris, ha annunciato che cinque nuovi comuni del Paese entreranno in quarantena a partire da questo venerdì, portando a 63 il totale delle città in isolamento sul territorio. Con queste nuove misure, il numero totale di persone nei comuni che saranno messi in quarantena raggiungerà 10.515.468, cioè il 54,04% della popolazione cilena.

***

Ore 19.50 - Calcetto, da Cts parere non favorevole

Niente ripresa del calcetto e altri sport da contatto a livello amatoriale o di società sportive dilettantistiche. E' questo, secondo quanto si apprende, il parere espresso dal Comitato tecnico scientifico (Cts). Relativamente alla possibile ripresa degli sport di contatto il Cts conferma che, "in considerazione dell'attuale situazione epidemiologica nazionale, con il rischio di ripresa della trasmissione virale in cluster determinati da aggregazioni come negli sport da contatto, debbano essere rispettate le

prescrizioni del distanziamento e della protezione individuale".

***

Ore 19 - Il bollettino della Protezione civile

Sonio 190 i nuovi casi di coronavirus in Italia, 30 le vittime. Continuano a diminuire gli attualmente positivi, che sono 18.655, e le terapie intensive, scese a quota 107 (-8 nelle ultime 24 ore).

***

Ore 18.15 - Oms: "In America Latina non è stato ancora raggiunto il picco"

"Molti Paesi nelle Americhe e in America Latina in particolare non hanno raggiunto il picco né un basso livello di trasmissione del coronavirus. La situazione è ancora in evoluzione e nelle prossime settimane ci saranno nuovi casi e altre vittime". Lo ha detto il capo delle emergenze dell'Oms Mike Ryan, nel consueto briefing sul Covid-19.

***

Ore 17.40 - Usa, 35mila nuovi casi: record da aprile

Gli Usa hanno registrato oltre 35mila nuovi casi di coronavirus nella giornata di ieri, un record da fine aprile e la terzo totale più alto dall'inizio della pandemia. Lo scrive il New York Times sulla base del proprio database. I casi continuano ad aumentare in 26 Stati su 50, prevalentemente nel sud e nell'ovest. Nuovi record giornalisti in Texas (oltre 5000 casi) e in Arizona (piu' di 3600 casi).

***

Ore 17.25 - Gabrielli: "'Ndrangheta punta a farmaci e vaccini"

Riguardo ai settori di infiltrazione della 'ndrangheta nella fase post-Covid, "oggi c'è tutto il tema del sanitario. Pensate solo all'attenzione che c'è per la ricerca di nuovi vaccini, di strutture per l'accoglienza dei pazienti o gli stessi dpi. Oltre ai vaccini, c'è tutta la partita sui farmaci per curare le malattie, alcuni valgono più dell'oro. Per questo si punta alla possibilità di entrare nelle società che ne gestiscono la produzione". Lo ha detto il capo dela Polizia, Franco Gabrielli.

***

Ore 16.50 - Lazio, sei nuovi positivi

Nel Lazio registriamo oggi sei casi positivi e un decesso. Si conferma trend in calo nelle province che registrano zero casi. Dei nuovi casi odierni uno riguarda una paziente dimessa dal San Raffaele Pisana con tampone negativo e attualmente ricoverata al COVID Center di Casal Palocco. Il focolaio raggiunge così un totale di 123 casi complessivi. Secondo caso a distanza di due giorni di un positivo proveniente da Dacca (Bangladesh). L'uomo era atterrato a Fiumicino su un volo con scalo a Doha. Lo fa sapere l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

***

Ore 16.15 - Cancellata la maratona di New York

La maratona di New York, la più grande al mondo, è stata cancellata a causa del coronavirus. Quest'anno sarebbe stata la sua cinquantesima edizione. La maratona attrae ogni anno circa 50.000 corridori, 10.000 volontari e un milione di fan lungo le strade della città.

***

Ore 15.35 - New York, dal primo luglio riaprono le spiagge

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha annunciato che dal primo luglio anche le spiagge della Grande Mela saranno riaperte dopo la chiusura dovuta alla pandemia. Sino ad ora in citta' era vietato fare il bagno, mentre le spiagge nel resto dello stato erano state gia' aperte dal weekend del Memorial Day, a fine maggio.

***

Ore 14.50 - Meloni invita a non scaricare la

app Immuni

"Non ho scaricato l'App Immuni e invito tutti a non scaricarla perché è una iniziativa fatta in violazione del codice appalti e delle norme italiane. Il decreto approvato dice che le informazioni presenti sull'app non possono essere utilizzate per altri scopi ma non sanziona il diverso utilizzo". Lo ha detto la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni a Bari per la candidatura di Raffaele Fitto alle elezioni Regionali in Puglia, intervenendo alla trasmissione "Non è un Paese per Giovani" di Radio2.

"Non c'è stata una gara pubblica - ha aggiunto Meloni - ma il problema è che i dati sulle condizioni sanitarie e gli spostamenti delle persone è il business più appetibile del mondo, per le case farmaceutiche. Senza una legge e delle garanzie costituzionali non si poteva fare".

***

Ore 14 - In Scozia riaprono solo i pub all'aperto

La Scozia si allinea solo in parte alla prossima tappa verso l'alleggerimento del lockdown formalizzata ieri a partire dal 4 luglio per l'Inghilterra dal governo Tory britannico di Boris Johnson sul fronte dell'emergenza coronavirus. Lo ha annunciato oggi la first minister locale Nicola Sturgeon, indicando un percorso più cauto.

***

Ore 13.20 - In Croazia nessun rinvio delle elezioni

Il primo ministro croato, il conservatore Andrej Plenkovic, ha oggi decisamente respinto qualsiasi ipotesi di rinvio delle elezioni politiche in programma nel Paese il 5 luglio, alla luce di una ripresa dei contagi di coronavirus, con 15-20 nuovi casi al giorno. "Non esiste alcuna possibilità per un rinvio, neanche nel caso la situazione epidemiologica dovesse peggiorare ulteriormente", ha detto Plenkovic.

***

Ore 12.35 - Colombia, quarantena fino al 15 luglio

Il governo della Colombia ha esteso fino al 15 luglio l'isolamento obbligatorio nel Paese per contrastare la pandemia del coronavirus, fatta eccezione per i settori economici autorizzati a continuare le loro attività, secondo quanto annunciato dal presidente Iván Duque.

***

Ore 11.23 - Virus, i casi in Russia

La Russia ha confermato 7.176 nuove infezioni da coronavirus, portando il numero ufficiale di casi del paese a 606.881. L'aumento giornaliero dei nuovi casi è sceso ai livelli più bassi da aprile. Nelle ultime 24 ore sono poi morte 154 persone, portando il bilancio totale a 8.513, un tasso notevolmente inferiore a quello di molti altri Paesi colpiti dalla pandemia.

***

Ore 10.34 - Il giudice: "Bolsonaro deve indossare la mascherina"

Un giudice federale di Brasilia, Renato Borelli, ha ordinato al presidente brasiliano Jair Bolsonaro di indossare in pubblico la mascherina pena una multa. L'ordine del giudice prevede che il mancato rispetto di tale prescrizione potrebbe potenzialmente comportare una multa di

circa 386 dollari al giorno.

***

Ore 9.50 - A Tokyo 55 nuovi casi, il massimo da inizio maggio

Il governo metropolitano di Tokyo conferma 55 nuovi casi di infezioni di coronavirus nella capitale mercoledì, facendo segnare il massimo livello giornaliero da inizio maggio. Gli ultimi sviluppi rafforzano le preoccupazioni delle autorità sanitarie circa un possibile nuovo picco di contagi in Giappone, sebbene la metropoli abbia registrato una fase discendente dei casi della malattia fino al termine di maggio. La nuova ondata, secondo gli esperti, si è di fatto manifestata a partire dalla revoca dello stato di emergenza, avvenuta il 25 dello scorso mese nelle rimanenti 5 prefetture inclusa la capitale Tokyo.

***

Ore 8.30 - Scuola, presidi: "Dalle linee guida nessuna indicazione"

Il Piano scuola "non contiene indicazioni operative né definisce livelli minimi di servizio ma si limita ad elencare le possibilità offerte dalla legge sull'autonomia, senza assegnare ulteriori risorse e senza attribuire ai dirigenti la dovuta libertà gestionale". Arriva dai presidi di Anp guidati da Antonello Giannelli la bocciatura alle Linee guida sulla ripresa a settembre della scuola che devono avere il via libera domani in Conferenza Stato-Regioni.

***

Ore 7.50 - Brasile, bollettino ancora tragico

Il Brasile ha avuto 1.378 nuovi decessi per il coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo i dati aggiornati del Consiglio nazionale dei segretari sanitari (Conass). Di conseguenza, il totale delle vittime sale a 52.649. In base al nuovo bilancio, il Paese sudamericano ha anche registrato 39.536 nuovi casi della malattia, per un totale di 1.145.906 contagi confermati dall'inizio della pandemia.

***

23 giugno

Ore 22.25 - Wuhan, gli aiuti ai ristoratori

Wuhan, capoluogo della provincia dello Hubei in Cina centrale, duramente colpita dall'epidemia di COVID-19, ha offerto un sostegno finanziario per aiutare i ristoranti a riprendere le attività. La Wuhan Rural Commercial Bank offrirà 5 miliardi di yuan (circa 707 milioni di dollari) di credito ai fornitori di servizi di ristorazione della città.

***

Ore 19.06 - In Marocco riprende il campionato

Interrotto da metà marzo a causa della pandemia di Covid-19, il campionato del Marocco (Botola) riprenderà alla fine di luglio. Lo ha deciso la Federazione del Paese africano.

***

Ore 18.15 - Il bollettino della Protezione Civile

Sono 122 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo certifica l'ultimo bollettino diffuso dalla Protezione civile nazionale. Di questi 62 si sono registrati in Lombardia, 17 in Emilia Romagna e 10 in Campania. Nelle altre regioni i casi sono sotto quota 6, mentre in otto regioni non si registrano nuovi positivi. Diciotto le vittime. I casi totali registrati da inizio emergenza in Italia sono 238.833.

***

Ore 17 - Nel Lazio 8 nuovi casi, tre riferibili al focolaio del San Raffaele

Sono 8 i nuovi casi di coronavirus segnalati dal bollettino di Roma e Lazio. Tre di questi sono riferibili a una coda del focolaio del San Raffaele alla Pisana. Risolto il cluster alla Garbatella. Zero casi nelle province di Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti.

***

Ore 16 - Sanofi, il vaccino potrebbe essere pronto già nel primo semestre del 2021

Un vaccino per il Covid-19 sviluppato dall'azienda Sanofi potrebbe essere approvato già nella primo semestre del prossimo anno, per essere poi disponibile nella seconda parte dell'anno. Lo ha annunciato la stessa azienda in un meeting online. L'inizio dei test di fase 1 e 2 sull'uomo del vaccino, sviluppato insieme alla multinazionale Gsk, era previsto a dicembre, ma è stato anticipato a settembre e tutto il programma subirà un'accelerazione.

***

Ore 14.20 - Brasile, a San Paolo anche 1,2 milioni di contagiati

San Paolo, la città più grande, ricca e popolosa del Brasile, potrebbe avere circa 1,2 milioni di contagiati dal coronavirus. A confermarlo il primo risultato di una massiccia campagna di test condotta dal Comune locale.

***

Ore 13.55 - Umbria, in calo i positivi

Ancora un giorno senza nuovi contagi di coronavirus registrati, 1.438 complessivi, e decessi, 78, in Umbria. Il sito della Regione parla di un nuovo guarito, 1.341, che fa scendere a 19 gli attualmente positivi. Stabile il dato dei pazienti ricoverati in ospedale, cinque, uno dei quali in terapia intensiva.

***

Ore 13 - Parigi teme nuovi contagi in autunno

La Francia teme un possibile ritorno del coronavirus tra l'autunno e l'inverno. In una nota trasmessa il 21 giugno al governo francese, il consiglio scientifico di Parigi ritiene che l'immunità collettiva non sia abbastanza diffusa nell'insieme della popolazione per impedire una seconda ondata.

***

Ore 12 - Anche in Slovenia tornano a crescere i nuovi casi

Anche in Slovenia, al pari di altri Paesi della regione balcanica, si registra una ripresa dei contagi da coronavirus. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 13 nuovi casi. Secondo quanto riferisce il governo, si tratta del maggior numero di contagi in un sol giorno dal 24 aprile, quando ne furono registrati 15, e sono tutti casi importati dall'estero.

***

Ore 11 - In Bulgaria risalgono i contagi: nuove restrizioni nei luoghi pubblici

In Bulgaria a partire da oggi sono di nuovo obbligatorie le mascherine sanitarie nei luoghi pubblici. Fanno eccezione i ristoranti e i bar. Il ministro della Sanità, Kiril Ananiev, ha spiegato che la misura si è resa necessaria a seguito di un incremento dei contagi da Covid-19 registratisi di recente. In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 79 nuovi casi di coronavirus a seguito di 2.776 test diagnostici effettuati. Il bilancio complessivo dei contagi sale così a 3.984 contagiati.

***

Ore 10.10 - Russia: 7.425 nuovi contagi di Covid-19 nelle ultime 24 ore

In Russia si sono registrati 7.425 nuovi contagi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, che fanno salire fino a quasi 600mila, e per la precisione a 599.705, il totale dei casi accertati nel Paese. Lo riferisce il centro operativo anticoronavirus, secondo cui nel corso dell'ultima giornata sono decedute a causa del virus 153 persone portando il totale delle vittime a 8.359. I guariti sono 12.013 nelle ultime 24 ore e 356.429 in totale.

***

Ore 9.30 - Alessandria, 5 casi in una Rsa

Altri cinque ospiti della Rsa di Madonna del Pozzo, a Salvatore Monferrato (Alessandria), sono stati trovati positivi al Coronavirus dopo un sopralluogo effettuato il 18 giugno. Il tampone ha certificato il contagio il 21 giugno e i cinque sono stati trasferiti alla clinica Salus di Alessandria.

***

Ore 8.45 - Usa, 425 vittime in 24 ore

I morti per coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore sono stati 425. E' quanto emerge dai dati della John Hopkins University, secondo la quale i contagi totali negli Usa hanno raggiunto i 2,31 milioni. I decessi complessivi dall'inizio della pandemia sono 120.393.

***

Ore 8.05 - Riaprono i parchi Disney a Tokyo

I parchi Disneyland e DisneySea di Tokyo riapriranno il 1 luglio dopo una chiusura di quattro mesi causata dalla pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato l'operatore dei due parchi a tema, Oriental Land.

***

Ore 7.20 - Virus, la situazione in Pakistan

I contagi da coronavirus in Pakistan hanno causato nelle ultime 24 ore 105 morti, portando il totale delle vittime del Covid nel Paese a 3.695, secondo i dati diffusi oggi dal Ministero della Salute. Con 3.946 nuove infezioni nel paese, il numero di casi confermati totali è pari a 185.034.

***

Ore 6.30 - Aumentano i casi in America Latina

Punta sempre in alto la curva della pandemia da coronavirus in America latina, anche se da due giorni le percentuali di crescita di contagi, ora a (2.090.751, +39.714), e di morti (97.544, +1.820), sono nella parte bassa della media. E' quanto emerge da una elaborazione statistica sulla base dei dati ufficiali di 34 Nazioni e territorio latinoamericani.

***

22 giugno

Ore 22.20 - Negli Usa superata la soglia delle 120mila vittime

Superata negli Stati Uniti la soglia delle 120mila vittime provocate dal coronavirus. Secondo la Johns Hopkins University i casi di contagio sono saliti a 2.298.696.

***

Ore 21.12 - In Florida scatta l'obbligo delle mascherine

La Florida ha superato i 100mila casi di contagio da coronavirus e si conferma sempre più il nuovo epicentro della pandemia negli Stati Uniti. Così la città di Miami ha deciso con effetto immediato di rendere obbligatorio l'uso delle mascherine in pubblico. Tra i quartieri che destano più preoccupazioni Little Havana, abitata dalla comunità di origine cubana.

***

Ore 20.23 - Germania, salgono i casi nel mattatoio-focolaio

Si rischia un ritorno al lockdown nel distretto di Guetersloh, nel Land tedesco del Nordreno-Vestfalia, dove è esploso un enorme focolaio nel mattatoio di Toennies. Stando agli ultimi aggiornamenti, fra i dipendenti dell'impresa sono saliti a 1.553 i casi di contagio da coronavirus. A chiarirlo è stata l'unità di crisi locale, nel corso di una conferenza stampa tenuta oggi. Sul posto verrà istituto un centro di diagnosi, dove sarà possibile fare il test per tutti i residenti. Gli addetti all'emergenza hanno aggiunto di aspettarsi un ulteriore aumento dei casi.

***

Ore 19.30 - Il Papa chiama i sanitari di Pesaro: "Siete degli eroi"

In risposta a una lettera inviatagli da un'infermiera, Papa Francesco ha telefonato oggi al Dipartimento di prevenzione dell'Area Vasta 1 di Pesaro per ringraziare e benedire gli operatori che hanno affrontato l'emergenza Covid. Lo rivela su Facebook il sindaco Matteo Ricci: "Il Pontefice - riferisce Ricci - ha detto: 'Siete degli eroi perché non vi siete nascosti sotto il letto e siete andati a lottare'. Grazie Papa Francesco per questo grande riconoscimento e per la vicinanza al nostro territorio".

***

Ore 18.40 - In Lombardia tre morti per Covid nelle ultime 24 ore: è il dato più basso dal 27 febbraio

Sono solo tre i nuovi morti per coronavirus in Lombardia, il dato migliore dal 27 febbraio a oggi. In totale i morti in regione sono 16.573. I nuovi casi positivi sono 143 e la percentuale tra tamponi effettuati e casi positivi riscontrati è pari all'1,8%. Il totale complessivo dei positivi dall'inizio della pandemia a oggi è 93.111. Calano i ricoveri sia in terapia intensiva (-2, 51) che negli altri reparti (-213, 1.047).

***

Ore 18 - Oltre 9 milioni di contagi nel mondo

Salgono ad oltre nove milioni i casi confermati di coronavirus nel mondo. A rivelarlo un conteggio dell'Afp.

***

Ore 17.50 - Il Portogallo reintroduce restrizioni per la zona di Lisbona

Diverse misure di contenimento per frenare la diffusione del nuovo coronavirus verranno da domani ripristinate nella regione di Lisbona, per evitare impennate di contagio. Lo ha annunciato oggi il Primo Ministro portoghese, Antonio Costa. Tra queste misure il divieto di riunioni di oltre dieci persone, mentre il limite è stato elevato a 20 persone in tutto il paese, e la chiusura di caffè e negozi dalle 20.

***

Ore 17.22 - Scuola, i presidi: "Impossibile mantenere il distanziamento nel 40% delle aule"

In almeno il 40% delle aule scolastiche è praticamente impossibile mantenere un distanziamento di un metro tra i banchi: anche per questo è urgente venire a conoscenza delle linee guida per capire cosa fare per settembre, non si può procrastinare l'attesa. A dirlo all'Ansa è Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi. "Secondo i nostri calcoli in una percentuale rilevante delle classi il distanziamento non è materialmente possibile per metratura delle aule e numero degli studenti. Cosa facciamo allora in questi casi? Questa è la domanda principale a cui dovrebbero rispondere le linee guida", conclude Giannelli.

***

Ore 16 - Cina: "Pronti a cooperare con la Ue sul vaccino"

Il premier cinese Li Keqiang ha affermato che la cooperazione con l'Ue supera la concorrenza e che la Cina è disposta ad approfondire sia la cooperazione sul vaccino del Covid-19 sia lo sviluppo del trattamento contro la pandemia. La Cina spera anche che l'Unione europea possa allentare le misure di controllo dell'export a carico della Cina, ha aggiunto Li, parlando al 22esimo summit Cina-Ue tenuto per la prima volta in video conferenza, secondo quanto ha riferito la tv statale cinese Cctv.

***

Ore 15.15 - Il Brasile chiude i confini per altri 15 giorni

Il governo brasiliano ha esteso di altri 15 giorni il divieto di ingresso degli stranieri attraverso i confini terrestri e aerei a causa del perdurare della pandemia da coronavirus. La misura è stata raccomandata dall'Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (Anvisa), legata al ministero della Sanità. Il Paese ha poco meno di 17mila chilometri di confini terrestri con nove nazioni, attraverso i quali possono passare solo camion con merci, cittadini brasiliani e cittadini stranieri che hanno la residenza legale in Brasile. La misura si estende anche agli aeroporti e ai porti situati lungo gli oltre settemila chilometri di costa.

***

Ore 14.50 - In India 425mila positivi

L'India ha raggiunto 425mila casi di positivi al coronavirus, per un totale di 13.400 morti. Secondo i dati del Ministero della Salute, la capitale indiana ha superato con i suoi quasi 60 mila casi il Tamil Nadu, ed è diventata il secondo stato indiano più colpito dal Coronavirus. Negli ultimi tre giorni, da venerdì a domenica, Delhi ha registrato più di 3000 nuovi casi ogni 24 ore.

***

Ore 14.30 - Pechino: tamponi a tappeto nei cantieri

Le autorità di Pechino hanno lanciato una campagna di tamponi alla ricerca di eventuali contagiati da Covid-19 nei cantieri della città, dove sono emersi tre casi confermati di infezione da nuovo coronavirus. Lo ha reso noto oggi in conferenza stampa la Commissione municipale per l'edilizia abitativa e lo sviluppo urbano e rurale della capitale cinese. Le autorità municipali hanno disposto l'ispezione di 435 progetti edilizi in città e sottoposto a test per il coronavirus basati sugli acidi nucleici ben 1.622 persone che avevano visitato il mercato alimentare di Xinfadi o erano entrate in contatto con qualcuno legato a questa struttura.

***

Ore 13.30 - Boccia: "Assembramenti uno schiaffo a chi non c'è più"

"Gli assembramenti sono uno schiaffo a tutti voi e a tutti i 34mila italiani che non ci sono più". Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, durante il suo discorso di ringraziamento a medici e infermieri che hanno ricevuto un attestato dal premier Conte nella sede della Protezione Civile. "Il covid - ha aggiunto - è ancora tra noi, non bisogna abbassare la guardia. Fino a quando il ministro Speranza non ci dirà che sarà finita, non sarà finita".

***

Ore 12.50 - Oms: "La pandemia continua ad accelerare nel mondo. Effetti per decenni"

La pandemia di coronavirus "continua ad accelerare nel mondo". Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Sappiamo che la pandemia è molto più di una crisi sanitaria, è una crisi economica, sociale e, in molti paesi, politica. I suoi effetti si faranno sentire per decenni", ha aggiunto nel corso di una conferenza virtuale organizzata dall'emirato di Dubai.

***

Ore 12.30 - Altri 18 casi in Cina continentale

Altri 18 casi confermati di Covid-19 sono stati segnalati ieri in Cina continentale, comprese 11 infezioni trasmesse a livello locale e 7 provenienti dall'estero, oltre ad altrettanti nuovi contagiati asintomatici. Lo rende noto il rapporto odierno della Commissione Sanitaria Nazionale cinese. Tra i nuovi pazienti contagiati a livello locale, 9 casi sono stati segnalati a Pechino e 2 nella vicina provincia di Hebei.

***

12 - Iran: i contagi superano quota 207mila

Salgono a 207.525 i casi di Covid-19 in Iran, con 2.573 contagi registrati nelle ultimi 24 ore, in aumento rispetto ai giorni scorsi. Le nuove vittime sono 119, per un totale di 9.742 decessi confermati. I ricoverati in terapia intensiva crescono a 2.898, mentre i pazienti guariti salgono a 166.427. I test effettuati sono complessivamente 1.449.420.

***

Ore 11.50 - Due nuovi contagi in Tunisia

La Tunisia registra nelle ultime 24 ore due altri nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1159 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i decessi sono 50, i guariti 1020, e 89 le persone attualmente positive sull'intero territorio. I due nuovi casi si riferiscono a tunisini rientrati recentemente dall'estero. La Tunisia riaprirà le proprie frontiere terrestri, marittime ed aeree il prossimo 27 giugno.

***

Ore 11.15 - In Alto Adige 11 nuovi positivi

In Alto Adige sono 11 i nuovi casi di contagio da coronavirus riscontrati nelle ultime 24 ore a fronte di 222 tamponi effettuati. Il numero totale delle persone positive si attesta a quota 2.633 con un totale di 80.085 tamponi. Lo comunica l'Azienda sanitaria dell'Alto Adige. Al momento i pazienti affetti da Covid-19 ricoverati nelle strutture ospedaliere sono 6, uno in terapia intensiva.

***

Ore 9.50 - In Russia 7.600 nuovi casi

In Russia si registrano 7.600 nuovi casi di Covid-19 e 95 decessi nelle ultime 24 ore. Lo riporta il centro operativo anticoronavirus. La Tass sottolinea che i morti provocati dal virus in una giornata sono meno di 100 per la prima volta dal 25 maggio. In totale, stando ai dati ufficiali, i contagi di Covid-19 in Russia sono ora 592.280 e i morti 8.206. I guariti sono 4.705 nelle ultime 24 ore e 344.416 in totale.

***

Ore 8.30 - 183mila casi in un giorno nel mondo, è record

L'Organizzazione mondiale della Sanità ha registrato 183.000 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Lo riporta la Bbc. Si tratta del numero più alto di contagi in un solo giorno dall'inizio della pandemia ed è dovuto soprattutto all'aumento delle persone positive in America Latina. Oltre 50.000 di questi nuovi casi infatti sono stati segnalati in Brasile, poi negli Stati Uniti e India.

***

Ore 7.45 - Brasile, oltre 50mila vittime

Sono oltre 50mila le vittime del coronavirus in Brasile, Paese sempre più martoriato dall'emergenza. Con un milione di contagi il Brasile è infatti la nazione più colpita dall'epidemia dopo gli Stati Uniti. Il ministero della Salute ha registrato nelle ultime 24 ore 641 nuovi decessi, portando il bilancio dei morti, nel dettaglio, 50.617, mentre i contagi sono saliti a 1.085.038.

***

21 giugno

Ore 22.15 - Nyt: "Negli Usa +15% dei casi nelle ultime due settimane"

Nelle ultime due settimane i casi di coronavirus negli Usa sono aumentati a livello nazionale del 15% e continuano a salire in 18 Stati del Sud, del West e del Midwest. Sia venerdì che sabato negli Stati Uniti ci sono stati oltre 30mila contagi, il livello più alto dal primo maggio. La media dei morti degli ultimi 14 giorni però è scesa del 42%. Lo scrive il New York Times. Sette Stati hanno raggiunto il loro record di casi in un giorno ieri e altri cinque nel corso della settimana.

***

Ore 21.30 - La Casa Bianca: "Pronti a una possibile seconda ondata in autunno"

La Casa Bianca si sta preparando per una eventuale seconda ondata di coronavirus in autunno. "Stiamo rifornendo le riserve in vista di un possibile problema in autunno, stiamo facendo tutto quello che possiamo", ha detto al New York Times Peter Navarro, direttore delle Politiche commerciali e manifatturiere della Casa Bianca. Affermazioni che sembrano contrastare con le ripetute affermazioni del presidente Donald Trump, secondo cui il virus se ne sta andando.

***

Ore 20.46 - Tennis: Dimitrov positivo al Covid, salta la finale di Zara

La finale della tappa di Zara di Adria Tour, il torneo regionale benefico organizzato da Novak Djokovic, è stata annullata questa sera dopo che il bulgaro Grigor Dimitrov ha annunciato di essere positivo al Covid-19. Dimitrov aveva partecipato alla prima tappa del torneo una settimana fa a Belgrado. "Abbiamo saputo che Dimitrov è positivo al coronavirus, dobbiamo annullare la finale per la sicurezza di tutti voi, dei tennisti e di tutti gli altri", ha detto il direttore del torneo di Zara, Goran Ivanisevic, citato dai media serbi. La finale era in programma tra Novak Djokovic e il russo Abdrej Rubljov.

***

Ore 19.55 - In Germania l'indice R0 schizza a 2,88

Nuovo balzo per l'indice R0 in Germania che passa da 1,79 a 2,88, stando all'Istituto Robert Koch, secondo cui la cifra si basa su una media di quattro giorni. Lo riferisce Sky News. La Germania è alle prese con un allarmante focolaio in Nordreno-Vestfalia legato al mattatoio Toennies, che ha fatto registrare oltre mille contagi.

***

Ore 18.48 - Marocco, via il coprifuoco da giovedì

Timidi segnali di apertura in alcune province del Marocco. Un comunicato congiunto dei ministeri della Salute, dell'Interno e di Commercio e Industria anticipa le novità, ma poi rimanda a ulteriori comunicazioni per i dettagli. A partire dalla mezzanotte del 24 giugno cade il coprifuoco che obbligava a non uscire di casa dopo le 20 ed era in vigore dal 20 marzo.

***

Ore 18.12 - Il bollettino della Protezione Civile

Ventiquattro vittime e 224 nuovi casi di coronavirus in Italia.

Questi i dati contenuti nell'ultimo bollettino rilasciato dalla Protezione civile nazionale.

A oggi dunque il totale delle persone che hanno contratto il Covid-19 è di 238.499, con un incremento rispetto a ieri di 224 nuovi contagi. Il numero totale di attualmente positivi è di 20.972, con una decrescita di 240 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi, 148 sono in cura presso le terapie intensive, con una diminuzione di quattro pazienti nelle ultime 24 ore; 2.314 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 160 pazienti rispetto a ieri, mentre 18.510 persone, pari all’88% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Il totale dei decessi è di 34.634.

***

Ore 17.44 - Pechino, chiusa una fabbrica della Pepsi

Le autorità cinesi hanno chiesto alla multinazionale americana PepsiCo di chiudere una delle sue fabbriche di snack a Pechino dopo che diversi dipendenti si sono rivelati positivi al Covid, ha detto il portavoce della compagnia Fan Zhimin, aggiungendo che 87 contatti stretti sono stati rintracciati e messi in quarantena.

***

Ore 17.19 - Nel Regno Unito 43 morti

Si ferma a 43 morti l'incremento giornaliero delle vittime del coronavirus nel Regno Unito, salito a un totale di 42.632 certificati con il tampone secondo i dati del dicastero della Sanità (oltre 53.000 stando alle elaborazioni dei media delle stime statistiche dell'Ons, l'Istat britannico, che comprendono pure la cause di decesso probabili).

***

Ore 16.38 - In Emilia Romagna 24 nuovi positivi e una vittima

Salgono a 28.221 i casi di positività al coronavirus in Emilia-Romagna: 24 in più rispetto a ieri, di cui 14 persone asintomatiche individuate attraverso l'attività di screening sul territorio. E' quanto emerge dai dati della Regione secondo cui i tamponi effettuati ieri sono stati 4.238 - 453.854 a livello complessivo - cui vanno aggiunti 1.107 test sierologici fatti nelle ultime 24 ore. Si è registrato anche un nuovo decesso.

***

Ore 15.59 - In Serbia 91 casi e un morto

In Serbia, dove oggi si vota per elezioni parlamentari e amministrative, nelle ultime 24 ore si sono registrati 91 nuovi contagi da coronavirus e un altro decesso, con i totali saliti a 12.894 e 261. Negli ultimi giorni, con la ripresa dei contagi nel Paese, è aumentato anche il numero dei pazienti in terapia intensiva con respiratore, che sono ad oggi 19.

***

Ore 15.25 - Tre giocatori positivi nella Dinamo Mosca

La federcalcio russa ha posticipato la gara tra Krasnodar e Dinamo Mosca, valevole per la 23esima giornata di campionato e in programma inizialmente questa sera, al 19 luglio. La stampa russa aveva rivelato ieri che tre giocatori della Dinamo Mosca erano risultati positivi al Covid-19: Clinton N'Jie, Charles Kaborè e Sebastian Szymanski. L'indiscrezione è stata poi confermata dal club moscovita. I tre giocatori osserveranno una quarantena di 14 giorni sotto controllo medico.

***

Ore 14.50 - Nuovi contagi in Croazia

In Croazia 17 nuovi contagi da coronavirus si sono registrati nelle ultime 24 ore, dato che conferma la ripresa dei casi di Covid-19 negli ultimi giorni, dopo un periodo di calo progressivo. Il totale dei contagi è ad oggi di 2.316, il numero dei decessi resta fermo a 107.

***

Ore 14.09 - Virus, la situazione in Russia

La Russia ha registrato 7.728 casi di coronavirus e 109 decessi nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto il centro nazionale per la prevenzione della diffusione del virus, secondo quanto riporta il Guardian. I nuovi bilanci portano il totale dei contagi nel Paese a quota 584.680 e quello dei morti a quota 8.111.

***

Ore 13.37 - In Veneto 7 casi e zero decessi

Sono sette i nuovi contagi al Coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, ma non c'è stato alcun decesso rispetto a ieri. Lo rende noto il bollettino di stamane della Regione, che vede salire a 19.245 il numero degli infettati dall'inizio dell'epidemia. Le vittime totali (tra ospedali e case di riposo) sono ferme a 2.002.

***

Ore 13.02 - Crisanti: "Virus indebolito? Solo chiacchiere"

"Chi parla dell'infettività di questo virus non sa quello che dice, perché l'infettività si misura sperimentalmente e sull'uomo non è possibile fare nessun esperimento e non esiste un modello animale. Senza numeri e senza misura non è scienza, sono solo chiacchiere". Così il professor Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di microbiologia e virologia di Padova.

***

Ore 12.25 - Pechino, 22 nuovi contagi

Pechino ha registrato 22 nuovi casi di COVID-19 trasmessi a livello locale, tre casi sospetti e tre casi asintomatici nella giornata di ieri. La commissione sanitaria comunale lo annuncia oggi. Secondo il rapporto quotidiano della Commissione sanitaria municipale, dall'11 al 20 giugno, la capitale ha confermato 227 casi trasmessi a livello locale, tutti sottoposti a trattamento in ospedale.

***

Ore 11.40 - Trentacinque nuovi casi in Giappone

Non si attenuano i timori di una seconda ondata di coronavirus in Giappone, dopo che la città di Tokyo - che è anche la prefettura con il più alto numero di casi nell'arcipelago, ha registrato oltre 30 nuove infezioni per quattro giorni consecutivi. Nella giornata di domenica la capitale nipponica ha segnalato 35 nuove infezioni dopo le 39 di sabato.

***

Ore 10.55 - Salgono i contagi in Israele

Il numero dei casi positivi di coronavirus è salito in Israele da venerdì mattina di 443 unità, portando così la cifra complessiva aggiornata a 20.686. Lo ha riferito il ministero della sanità secondo cui le guarigioni sono state finora 15.664. I malati assommano a 4.716, 209 dei quali sono ricoverati in ospedali e 28 di essi sono in rianimazione. I decessi sono 305.

***

Ore 10.15 - Stati generali, al via l'ultima giornata

Sono iniziati a Villa Pamphilj, a Roma, i lavori dell'ultima giornata di incontri di "Progettiamo il rilancio" che vedranno al tavolo i vertici di grandi aziende, architetti ed esponenti del mondo della cultura e, per finire, la consulta delle professioni sanitarie. Alle 18 è prevista la conferenza stampa conclusiva del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

***

Ore 9.45 - Zaia: "Non dobbiamo abbassare la guardia"

Il Veneto è fuori dall'emergenza "finché non ci rientra. I numeri sono confortanti, ma non bisogna abbassare la guardia". Lo dice in un'intervista a La Stampa il governatore della Regione Luca Zaia. Per lui, nella gestione dell'emergenza, hanno vinto le regioni: "Se l'emergenza fosse stata gestita tutta da Roma, la strage sarebbe stata anche peggiore. La lezione è che lo Stato funziona se è federale e se le regioni hanno l'autonomia".

***

Ore 8.35 - In Pakistan quasi 5mila casi in 24 ore

Il Pakistan ha registrato 4.951 casi di coronavirus e 119 decessi legati alla malattia nelle ultime 24 ore: lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità del Paese. I nuovi bilanci portano il totale dei contagi a quota 176.617 e quello dei morti a quota 3.501. Finora le persone guarite sono 67.892, di cui 4.388 nelle ultime 24 ore. I pazienti in condizioni critiche sono 3.469 (-46 rispetto alle 24 ore precedenti). Dall'inizio della pandemia in Pakistan sono stati effettuati 1.071.642 tamponi.

***

Ore 7 - In America Latina oltre due milioni di contagi

I contagi causati dalla pandemia di coronavirus hanno superato i due milioni in America Latina, raggiungendo nelle ultime 24 ore quota 2.002.303. Oltre al Brasile, che denuncia oltre la metà dei casi, contribuiscono al pesante bilancio, fra gli altri, il Perù (251.338) e il Cile (236.748).

***

***

20 giugno

Ore 21.55 - Cuba, il presidente incontra i medici tornati dall'Italia

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha ricevuto oggi a L'Avana i 52 membri, medici e personale infermieristico, della 'Brigada Henry Reeve' che per due mesi e mezzo hanno operato a Crema, in Lombardia, in attività di soccorso delle vittime della pandemia di coronavirus.

***

Ore 21.12 - Sei positivi nello staff di Trump

Sei persone della campagna elettorale del presidente americano Donald Trump che stanno lavorando al suo comizio a Tulsa sono risultate positive al coronavirus. Lo rende noto la Cnn.

***

Ore 20.29 - Riparte il campionato, il Toro segna il primo gol

E' del Torino il primo gol della serie A alla ripresa dopo lo stop per l'emergenza coronavirus. Lo ha realizzato contro il Parma, recupero della 25esima giornata di campionato, il granata Nkoulou, al 15' del primo tempo, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

***

Ore 19.44 - Da domani Spagna aperta ai turisti

Il ministro spagnolo degli Esteri, Arancha Gonzalez Laya, ha confermato che a partire da domani le frontiere spagnole sono aperte anche per i turisti britannici (oltre che per quelli provenienti da paesi membri dell'Ue) senza bisogno che all'arrivo questi osservino un periodo di quarantena. "Consentiremo ai visitatori britannici di entrare in Spagna esattamente come per il resto dell'Unione Europea, a partire dal 21 giugno, liberamente e senza bisogno di quarantena", ha confermato il ministro.

***

Ore 19.07 - In Algeria oltre 11mila casi

L'Algeria registra nelle ultime 24 ore altri 127 nuovi casi di coronavirus che portano a 11.631 il bilancio totale dei contagiati nel Paese. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri attraverso le parole del portavoce della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, Djamel Fourar, precisando che i decessi sono saliti a 837.

***

Ore 18.35 - Virus, la situazione in Serbia

In Serbia, dove domani si vota per parlamentari e amministrative, nelle ultime 24 ore si sono registrati 94 casi di coronavirus e un altro decesso, con i rispettivi totali saliti a 12.803 e 260. Dei 654 pazienti in ospedale, 18 sono in terapia intensiva con respiratore.

***

Ore 18 - Il bollettino della Protezione civile

Salgono a 238.275 le persone complessivamente contagiate dal coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 262 nuovi casi. Lo si legge nel bollettino giornaliero della Protezione civile sui numeri del Covid nel nostro Paese. Il numero totale di attualmente positivi è di 21.212, -331 rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 152 sono in cura in terapie intensive (-9 pazienti rispetto a ieri); 2.474 persone sono ricoverate con sintomi (-158 pazienti rispetto a ieri). Le vittime in un giorno sono 49, con il totale che sale a 34.610. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 182.453, con un incremento di 546 persone rispetto a ieri.

***

Ore 17.55 - In Lombardia 23 decessi, +165 positivi

Sono 165 i nuovi positivi in Lombardia (1,8% rapporto con i tamponi giornalieri) per un totale di 92.840 contagiati dall'inizio della pandemia. Sono in calo sia i ricoveri in terapia intensiva (-6, 54 in totale) che negli altri reparti, (-136, 1.401 in totale). I decessi sono 23 per un totale di 16.557 morti in regione.

***

Ore 16.55 - Lopalco: "Il virus non è cambiato"

"Non è cambiato il virus, è lo stesso", solo che in questo momento la sua circolazione coinvolge "soggetti più giovani e asintomatici. Così si spiega la più bassa contagiosità". Lo ha detto il professor Pierluigi Lopalco, capo della task force pugliese per l'emergenza Coronavirus, intervistato da RadioNorba.

***

Ore 16.22 - Per la prima volta nessun decesso in Toscana

Per la prima volta nessun decesso in Toscana dall'inizio dell'emergenza Covid-19. Sono 11 i guariti e 2 i nuovi casi positivi. In totale, nella regione, sono 10.207 i casi di positività al coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,02% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 8.698 (l'85,2% dei casi totali).

***

Ore 15.48 - Regno Unito verso una nuova normalità

Anche il Regno Unito guarda alla prossima fase nella gestione dell'emergenza coronavirus preparandosi alla 'nuova normalità' con l'obiettivo di rimuovere a breve altre misure restrittive, in particolare per pub e ristoranti. Lo scrive il Times, secondo cui il primo ministro britannico Boris Johnson annuncerà la prossima settimana che verrà revocata la regola dei due metri di distanza a partire dal 4 luglio e che potranno riaprire pub, ristoranti, caffè e luoghi di attrazione oltre al settore dell'ospitalità.

***

Ore 15.11 - Oms: "Adeguata la risposta cinese ai nuovi casi"

Alla luce dei recenti cluster di casi confermati di Covid-19 riscontrati in Cina, Pechino ha contenuto in maniera adeguata la diffusione dei contagi. Lo ha affermato a Ginevra il dottor Michael Ryan, direttore esecutivo del Health Emergencies Programme dell'Organizzazione mondiale della Sanità commentando i recenti sviluppi dell'epidemia in Cina.

***

Ore 14.35 - In Germania oltre mille contagi in un'industria della carne

Sono 1.029 i dipendenti dell'industria della carne tedesca Toennies risultati positivi finora al test del coronavirus. Lo ha reso noto il Consiglio della circoscrizione di Guterloh, nel Land del Nordreno-Vestfalia. L'esplosione dell'infezione aveva già portato alla chiusura delle scuole e degli asili.

***

Ore 13.45 - Blutec, Ginatta sospetto Covid: chiesti i domiciliari

E' stato posto in isolamento sanitario nel carcere di Torino per sospetta infezione da Covid-19 Roberto Ginatta, presidente della Blutec, 73 anni. Il legale ha chiesto al gip di valutare la sostituzione della misura con gli arresti domiciliari. L'imprenditore è in carcere per aver cercato, secondo le accuse, di far sparire circa 16,5 milioni di fondi pubblici ricevuti per rilanciare l'ex stabilimento Fiat di Termini Imerese (Palermo) con la creazione di un nuovo polo industriale. La Procura di Torino ha chiesto e ottenuto dal gip un ordine di custodia cautelare per riciclaggio, autoriciclaggio e bancarotta fraudolenta patrimoniale, documentale e da reato societario.

***

Ore 12.30 - Il Papa a medici e infermieri: "Colonna portante"

"Cari medici e infermieri, il mondo ha potuto vedere quanto bene avete fatto in una situazione di grande prova. Anche se esausti, avete continuato a impegnarvi con professionalità e abnegazione. E questo genera speranza. Siete stati una delle colonne portanti dell'intero Paese. A voi qui presenti e ai vostri colleghi di tutta Italia vanno la mia stima e il mio grazie sincero, e so bene di interpretare i sentimenti di tutti". Così il Papa ricevendo una rappresentanza di medici, infermieri e operatori sanitari provenienti dalla Lombardia.

***

Ore 11.40 - Conte: "C'è tanta incertezza ma al lavoro per il recupero del Pil"

"Intendiamo contribuire a realizzare il Paese che vogliamo, e abbiamo necessità di farlo perché siamo nel pieno di una pandemia che sta deprimendo il tessuto economico e sociale molto severamente. Dobbiamo confrontarci con uno scenario di grande incertezza ancora". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte aprendo l'incontro con le società partecipate agli Stati generali: "La nostra convinzione è tuttavia che per il nostro Paese dobbiamo creare ora le premesse per poter consentire un recupero in termini di produttività e di prodotto interno lordo".

***

Ore 10.30 - Il Papa dona due respiratori all'Ecuador

Sono due i respiratori donati da Papa Francesco all'Ecuador per contrastare la pandemia da coronavirus. L'annuncio - si legge sul sito della Conferenza episcopale del Paese e su Vatican News - arriva dall'Ambasciata ecuadoregna presso la Santa Sede: "L'ambasciatore dell'Ecuador in Vaticano, José Luis µlvarez Palacio, ha informato la Nunziatura Apostolica che i dispositivi hanno già lasciato il Vaticano e arriveranno nel Paese nei prossimi giorni".

***

Ore 9.30 - Riprendono i contagi in Montenegro

Si conferma la ripresa dei contagi da coronavirus in Montenegro, il Paese balcanico che nei giorni scorsi ha proclamato la fine dell'epidemia dopo un lungo periodo di assenza di casi. Come hanno riferito le autorità sanitarie locali, nelle ultime 24 ore si sono registrati 18 nuovi contagi. Alla proclamazione di fine epidemia il bilancio era stato di 325 casi e nove decessi.

***

Ore 9 - Nuovo record in Pakistan

Il Pakistan ha registrato ieri 173 nuovi decessi provocati dal coronavirus, il livello giornaliero più alto dall'inizio della pandemia: secondo i dati resi noti oggi dal ministero della Sanità, il bilancio complessivo dei morti dovuti al virus nel Paese sale così a quota 3.382. Allo stesso tempo, il numero di casi confermati è salito a quota 171.666, con un incremento di 6.604 contagi nelle ultime 24 ore.

***

Ore 8.10 – Il bilancio in Veneto

Il Veneto ha superato la soglia dei 2.000 morti con diagnosi di Covid. È salito infatti a 2.001, con l'ultimo aggiornamento della Regione, il numero delle vittime (tra ospedali e casi di riposo) registrate dall'inizio dell'epidemia, il 21 febbraio. Nell'ultimo report serale il dato precedente, 1.998 vittime, è stato rivisto all'insù, con tre nuovi decessi tra i pazienti con Coronavirus.

***

Ore 8 – Oltre 20mila vittime in Messico

Il bilancio dell'epidemia di Covid-19 in Messico ha superato le 20.000 vittime, ha riferito il governo, che ha anche registrato oltre 5.000 nuovi contagi in un solo giorno. Il nuovo coronavirus ha provocato ulteriori 647 morti in 24 ore, portando il bilancio della pandemia in Messico a 20.394 decessi, ha dichiarato durante una conferenza stampa il direttore dell'epidemiologia, José Luis Alomia.

***

Ore 7.45 – La situazione in Libia

La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 10 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 520 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook. Il bilancio dei morti resta stabile a 10, mentre i guariti salgono da 81 a 83 e le persone attualmente positive a 427.

***

Ore 7.08 - Nuovi casi negli Usa

Gli Stati Uniti hanno registrato altre 705 morti per coronavirus in 24 ore, secondo i dati della Johns Hopkins University, che si riferisce alle 20:30 locali di ieri. È il nono giorno consecutivo che il bilancio giornaliero scende al di sotto i mille decessi, anche se gli Stati Uniti rimangono il paese più colpito dalla pandemia con un totale di oltre 119.000 morti per coronavirus e 2,2 milioni di contagi accertati sul territorio.

***

Ore 7 - Oltre 2mila morti in Colombia

La Colombia ha registrato nelle ultime 24 ore 95 morti, portando il totale generale a quota 2.045. Lo ha reso noto il ministero della Sanità a Bogotà. Nello stesso periodo, i test epidemiologici hanno localizzato 3.059 nuovi contagi che portano i casi esistenti da metà marzo a 63.276, facendo della Colombia in questo ambito il quinto più colpito dopo Brasile, Perù, Cile e Messico.

***

19 giugno

Ore 22.15 - Nuovo focolaio nell'Alessandrino

Accertamenti dei carabinieri nella Rsa della Madonna del Pozzo, a San Salvatore Monferrato, in provincia di Alessandria, nuovo focolaio di coronavirus con 13 casi accertati tra ospiti e operatori socio sanitari. Militari del Comando provinciale e dei Nas di Alessandria hanno trascorso l'intero pomeriggio nella struttura per ascoltare medici e responsabili. Ascoltate anche le testimonianze di sei pazienti.

***

Ore 21.30 - In tre sedi del Trivulzio 45 morti a maggio

A maggio 2020 ci sono stati 36 decessi presso la sede Pio Albergo Trivulzio, 2 decessi presso Rsa Principessa Jolanda e 7 decessi presso l'Istituto Frisia di Merate. Lo si legge in un bollettino interno riservato ai dipendenti del Pio Albergo Trivulzio, al centro (insieme ad altre Rsa) delle indagini della Procura di Milano sulla gestione dell'emergenza coronavirus nelle case di cura. Nel documento inviato ieri si legge anche: "È stata effettuata in data 20 maggio, presso le Rsa e le Cure Intermedie del Pat, una visita ispettiva della Uos Vigilanza e Controllo Strutture Sociosanitarie dell'Ats di Milano, in attività congiunta con il Servizio Psal della medesima Ats" e che "alla luce delle verifiche fatte, si ritiene che, per quanto di competenza, la struttura stia attualmente gestendo l'emergenza in modo coerente con i protocolli vigenti. Si tratta di un riscontro per tutta l'azienda e per tutto il personale".

***

Ore 20.41 - Superato il milione di casi in Brasile

Il Brasile oggi ha superato il milione di persone infette da Covid-19, secondo i dati forniti dalle segreterie sanitarie statali. Il numero di contagiati ha raggiunto la soglia di 1.009.699 poco prima delle 14:00 ora locale (le 19 italiane), secondo quanto riferito da un consorzio composto dai principali media del Paese.

***

Ore 19.12 - Ranieri: "Il Covid è entrato dentro di noi"

"Questa partita con l'Inter dovevamo giocarla quattro mesi fa. Ora il campionato è totalmente falsato, non è una scusante: è vero che il Covid è entrato dentro di noi. Ora è tutto un punto interrogativo". Lo ha detto il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri.

***

Ore 18 - Il bollettino della Protezione civile

Sono 238.011 i contagiati da coronavirus in Italia, un numero in calo rispetto a ieri - quando erano 238.159 - per un ricalcolo della Regione Sicilia che ha sottratto 397 casi. L'incremento giornaliero è dunque di 251 nuovi contagi (ieri era 333), 157 dei quali in Lombardia, pari al 62,5%. Il dato della Protezione civile comprende attualmente positivi, vittime e guariti. Sono 5 le regioni ad aumento zero: Marche, Campania, Valle D'Aosta, Calabria e Basilicata.

***

Ore 17.49 - Il Lazio supera la Lombardia

Il Lazio guida la classifica dei contagi in Italia: nella settimana dall'8 al 14 giugno, infatti, secondo il monitoraggio dell'Iss l'indice Rt è passato a 1,12, più alto di quello della Lombardia che si attesta allo 0,82. La Lombardia è in discesa rispetto alla settimana precedente, ma sempre in cima insieme alla Liguria nella classifica delle regioni italiane con l'Rt più alto.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}