CRONACA - ITALIA

sora

"Hanno cellulari e catenine, non sono perseguitati": bufera sulla predica antimigranti

Polemiche per le parole di don Donato Piacentini, la diocesi prende le distanze
un fermo immagine del video dell omelia di don donato piacentini (ansa)
Un fermo immagine del video dell'omelia di don Donato Piacentini (Ansa)

Stanno facendo discutere le parole pronunciate - in un'occasione della festa di San Rocco - da don Donato Piacentini, parroco di Sora, in provincia di Frosinone.

In un'omelia ripresa in un video pubblicato su Facebook da un fedele il parroco ha attaccato i migranti che cercano di raggiungere l'Italia con le loro imbarcazioni di fortuna.

"Dicono di scappare dalle persecuzioni, ma vengono con telefonini e catenine", ha detto, scatenando diverse reazioni: qualcuno è rimasto ammutolito, altri hanno applaudito. Altri ancora lo hanno criticato aspramente.

"Guardiamoci intorno! Guardiamo la nostra città, guardiamo la nostra patria, guardiamo le persone che ci sono accanto, che hanno bisogno. E io quante ne conosco! Sono tante, tantissime. Sono una marea di persone e si vergognano del loro stato di vita, perché non si può vivere in certo modo, con queste disuguaglianze", ha affermato ancora.

In un comunicato ufficiale la diocesi di Sora, guidata dal vescovo monsignor Gerardo Antonazzo, ha sconfessato le parole di don Piacentini, parlando di "discutibili scelte personali".

Anche sui social il parroco sembra sostenere la linea dei porti chiusi del ministro dell'Interno Matteo Salvini, rilanciando su Facebook alcuni post del leader della Lega.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...