CRONACA - ITALIA

l'inchiesta

Concorsi "truccati" negli Atenei
L'indagine tocca anche l'Isola

La Digos di Catania scopre una serie di concorsi che sono risultati "truccati", nella vicenda coinvolti vari docenti tra i quali anche qualcuno di Cagliari

La Digos di Catania ha portato alla luce, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura, una serie di concorsi - 27 secondo le prime informazioni: 17 per professore ordinario, 4 per professore associato, 6 per ricercatore - risultati "truccati". E la vicenda tocca anche la Sardegna

In queste ore il rettore dell'Università di Catania, Francesco Basile, e altri nove docenti sono stati sospesi dal servizio, come disposto dal gip.

L'inchiesta, denominata "Università bandita", ha consentito di esaminare le attività concorsuali che si sono svolte in diversi anni e che hanno visto professori universitari nelle commissioni esaminatrici a Catania ma anche in tutta Italia.

Oltre 40, complessivamente, gli insegnanti indagati negli atenei di Cagliari, Bologna, Catanzaro, Chieti-Pescara, Firenze, Messina, Milano, Napoli, Padova, Roma, Trieste, Venezia e Verona. In corso inoltre numerose perquisizioni.

Le ipotesi di reato riguardano, a vario titolo, associazione a delinquere, corruzione, turbativa d'asta.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...