CRONACA - ITALIA

roma

Il caso Vannini: carabiniere indagato per favoreggiamento e falsa testimonianza

Roberto Izzo finisce nel mirino degli inquirenti di Civitavecchia
marco vannini insieme alla mamma (archivio l unione sarda)
Marco Vannini insieme alla mamma (Archivio L'Unione Sarda)

Favoreggiamento e falsa testimonianza. Con queste accuse i pm di Civitavecchia hanno messo sotto indagine Roberto Izzo, carabiniere, nell'ambito dei nuovi accertamenti sulla morte di Marco Vannini.

Il 20enne di Ladispoli è stato colpito a morte, nel maggio del 2005, da un colpo di pistola esploso mentre si trovava a casa della fidanzata.

Per gli inquirenti Izzo avrebbe raccontato al suo amico Davide Vannicola che a sparare non sarebbe stato Antonio Ciontoli, padre della ragazza, ma il figlio Federico. Il carabiniere avrebbe poi consigliato al capofamiglia di autoaccusarsi per liberare il giovane da ogni responsabilità.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...