CRONACA - ITALIA

Treviso

Prete attacca Salvini durante l'omelia: "Fomenta l'odio e il razzismo"

Le critiche al vicepremier hanno spinto alcuni fedeli ad abbandonare la chiesa. La replica: "Non ho parole"
immagine simbolo (foto da google)
Immagine simbolo (foto da Google)

Dopo il caso del prete che invitava i fedeli a non fare il presepe per rispetto dei poveri, un ‘altra guida spirituale è balzata ieri agli onori delle cronache per avere attaccato Matteo Salvini nel corso di un’omelia.

Nel corso della messa celebrata in mattinata a Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, don Claudio Miglioranza ha criticato il vicepremier e le sue politiche in tema di immigrazione, al punto da spingere alcuni astanti ad abbandonare per protesta il luogo di culto.

A rendere nota la vicenda è stato Giorgio Vigni, vicepresidente dell’associazione Liberi imprenditori federalisti europei, che si è allontanato dalla chiesa per poi fare ritorno a predica avvenuta.

"Il sacerdote parla del ministro dell'interno che fomenta l'odio ed il razzismo – ha spiegato Vigni -, ma è un sacerdote di Dio o un onorevole, un attivista, un sindacalista? Può un semplice cristiano andare a messa solo per sentire la parola? Di politica, comizi ed altro ne sono piene le piazze; per questo sono uscito e mi sono risparmiato il resto della performance".

Vigni non ha quindi esitato a prendere carta e penna per denunciare quanto accaduto.

“Credevo che la vecchiaia vaccinasse dall'astio ideologico e portasse saggezza - scrive Vigni - nel Vangelo di oggi si parla di Tiberio, Erode e di un tal Giovanni ma il prete durante l'omelia mi parla del ministro dell'interno che fomenta l'odio ed il razzismo. Non sento il seguito perché esco dalla chiesa che, per l'occasione, mi è parsa più casa del popolo. Alla fine del comizio, non certo omelia, rientro. Ma sentiamo tutta la settimana parlare di politica, adesso hanno messo all'ordine anche le chiese. Il povero cristiano non può scendere dal treno dell'immondizia neanche un'oretta la domenica. Il sacerdote dal pulpito parla di fomentatori d'odio ma lui cosa sta facendo? Visto il luogo e l'occasione qualcosa non torna”.

Don Claudio, ordinato sacerdote nel 1968, è un prete da sempre noto per il suo grande impegno e sostegno a favore degli “ultimi”.

La risposta di Salvini non ha tardato ad arrivare via Facebook: "Non ho parole, un comizio durante la Messa? Manderò a questo prete il testo della Legge Salvini perché capisca che è un passo in avanti nel nome del rispetto, delle regole, della sicurezza, della vera integrazione. Amen".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...