ECONOMIA

la certificazione

Allo scalo di Olbia la "Airport Health Accreditation" in materia di procedure sanitarie Covid-19

Tra gli elementi valutati, i processi di pulizia e disinfezione
l aeroporto di olbia (archivio l unione sarda)
L'aeroporto di Olbia (Archivio L'Unione Sarda)

L'Airports Council International ha rilasciato oggi all'aeroporto di Olbia la certificazione "Airport Health Accreditation" in materia di procedure sanitarie Covid-19.

Il traguardo è stato raggiunto a seguito della valutazione, da parte dell'associazione internazionale che rappresenta oltre 1.900 scali nel mondo, delle misure e procedure sanitarie introdotte da Geasar e della loro conformità con le raccomandazioni ICAO (International Aviation Organization), EASA-European Union Aviation Safety Agency e del protocollo del Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC - Aviation Health Safety Protocol).

Per esempio, tra gli elementi considerati, ci sono i processi di pulizia e disinfezione degli spazi aeroportuali; l’attività di monitoraggio dei flussi passeggeri e il conseguente mantenimento delle distanze fisiche; le protezioni in dotazione al personale e l’efficace comunicazione al passeggero attraverso i canali social, web e piattaforma aeroportuale (monitor, cartelli, insegne, etc.).

"Siamo molto soddisfatti per questo importante riconoscimento – dice Silvio Pippobello, AD di Geasar – che conferma il nostro costante impegno a garantire i massimi standard di sicurezza per i nostri passeggeri e per il nostro staff. Sin dall’inizio dell’emergenza, infatti, abbiamo elaborato un protocollo interno allineato alle linee guida internazionali e introdotto una serie di misure aggiuntive per ridurre il rischio di contagio tra i viaggiatori e i lavoratori dello scalo, come ad esempio l’innovativo sistema di sanificazione delle vaschette e dei carrelli basato sulla tecnologia UV. Il nostro obiettivo, che riteniamo essenziale per una rapida ripartenza, è infondere fiducia e tranquillità ai nostri vettori e soprattutto ai passeggeri".

In Italia la certificazione è stata ottenuta da 13 aeroporti: Napoli, Torino, Milano Malpensa e Milano Linate, Bologna, Orio al Serio, Verona, Roma Fiumicino, Roma Ciampino, Crotone, Lamezia Terme, Reggio Calabria e Palermo.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}