ECONOMIA

turismo

Aeroporto di Olbia, Geasar e gli operatori studiano la ripartenza

Il Covid-19 non ferma la società di gestione dello scalo sardo
l aeroporto di olbia (archivio l unione sarda)
L'aeroporto di Olbia (archivio L'Unione Sarda)

Favorire lo sviluppo di una cultura turistica innovativa e al passo con le evoluzioni del mercato.

Il Covid-19 non ferma Geasar.

La società di gestione dell'aeroporto Costa Smeralda di Olbia vara "Sardinia Tourism Call2 Action - Master Classes Webinar". Si tratta di quattro appuntamenti di specializzazione, conseguenti all'attività biennale svolta con "Sardinia Call2 Action", tutti webinar multimediali e multipiattaforma che utilizzeranno la più evoluta tecnologia informatica e potranno gestire simultaneamente oltre mille connessioni.

Il programma è coordinato dal comitato scientifico di cui, oltre a Geasar, fanno parte Josep Ejarque, Robert Piattelli, Antonio Usai, Gianfranco Fancello e Gianluigi Tiddia. Ogni webinar prevede le dirette su piattaforma Zoom professional, sui canali Facebook Sardinia Tourism C2A e Geasar e su Youtube, in analogica su Radiolina. I contenuti saranno registrati e disponibili sul canale Youtube Sardinia Tourism C2A, dove già trovano posto quelli prodotti nel corso del biennio 2018-19 e del primo semestre 2020.

Gli appuntamenti sono programmati di giovedì dalle 17 alle 19. Si parte domani col tema "2021 anno della ripartenza: scenari, tendenze e prospettive", quindi il 12 novembre con "Content marketing e SEO: ready for recovery?", il 26 con "L'enogastronomia incontra l'accoglienza turistica", per chiudere il 10 dicembre con "Sostenibilità e turismo attivo: focus sulla e-bike". È previsto un quinto appuntamento per il 17 dicembre con un format più tradizionale e argomenti più tecnici e specifici, essendo dedicato ai turismi delle disabilità, dell'accoglienza e dei bisogni speciali.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}