ECONOMIA

boccata d'ossigeno

Carbonia, stop sino al 31 ottobre alla tassa comunale sul suolo pubblico

Allo studio la possibilità di estendere le agevolazioni a tutti gli operatori, non solo a quelli della ristorazione
piazza ciusa (foto l unione sarda scano)
Piazza Ciusa (foto L'Unione Sarda - Scano)

Notevole boccata di ossigeno, almeno sino al 31 di ottobre, per i commercianti di Carbonia e i gestori anche di attività sportive: per diversi mesi la tassa sul suolo pubblico verrà tagliata o ridotta.

La Giunta Comunale consente a tutti i pubblici esercizi di occupare gratuitamente spazi all'aperto per le attività di ristorazione.

Una semplice domanda online al Comando dei Vigili, con allegata una planimetria degli spazi, e entro cinque giorni scatta l'autorizzazione. "Abbiamo adottato il meccanismo del silenzio assenso - afferma l'assessore al Bilancio Antonio Guerrieri - per facilitare gli operatori e accelerare la ripresa delle attività".

Allo studio la possibilità di estendere le agevolazioni a tutti gli operatori, non solo a quelli della ristorazione, ma anche ad associazioni, palestre e altre organizzazioni senza scopo di lucro, come richiesto da una mozione approvata in Consiglio Comunale da tutti i consiglieri di maggioranza e di minoranza. Si tratta di una misura volutamente a vantaggio dell'intero sistema produttivo.

"La crisi - conclude Guerrieri - l'hanno subita tutti, anche quelli che hanno potuto mantenere aperta l'attività, quello che abbiamo vissuto è, sul piano economico, paragonabile ad una situazione post-bellica."

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}