ECONOMIA

fumata bianca

Tirrenia, c'è l'accordo: i traghetti possono ripartire

Intesa tra Cin e azienda in amministrazione straordinaria per garantire le tratte passeggeri e merci
(ansa)
(Ansa)

Si sblocca lo stallo del caso Tirrenia, scoppiato in seguito al sequestro conservativo dei conti correnti di Cin fatto dai commissari di Tirrenia.

È stato infatti raggiunto un accordo fra la stessa Cin e l'azienda in amministrazione straordinaria che permette di far ripartire da subito tutte le tratte passeggeri e merci previste dalla Convenzione sulla continuità territoriale che nel frattempo, su alcune rotte, è stata garantita da Moby.

La conferma arriva dalla stessa Tirrenia, che in una nota ringrazia i Commissari, il Ministero dei Trasrporti e quello del Ministero dello Sviluppo per aver aver favorito la conclusione dell'accordo.

"Cin ed il gruppo Moby confermano che rispetteranno tutti i loro impegni nei confronti di ogni

soggetto, come la famiglia Onorato ha sempre fatto da cinque generazioni di armatori al servizio da oltre 130 anni della Sardegna, lavorando fattivamente per superare la complessa e sistemica congiuntura attuale continuando ad onorare con responsabilità e senso del dovere i territori serviti e le loro esigenze", si legge nel comunicato diffuso da Tirrenia.

''Finalmente una svolta positiva con i lavoratori che hanno ricevuto le disposizioni aziendali per riprendere il largo'', commenta il segretario nazionale della Filt Cgil Natale Colombo, evidenziando che ''salvo colpi di scena dell'ultimo minuto, l'intesa in qualche modo restituisce un primo rasserenamento a tutti, anche ai cittadini preoccupati per la chiusura dei collegamenti da e per le isole''.

''Nell'attesa di poter registrare i dettagli dell'accordo - conclude Colombo - continueremo a vigilare affinché si possano raggiungere ulteriori soluzioni esaustive per tutti ed in primis per il lavoro''.

(Unioneonline/l.f.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...