ECONOMIA

al vinitaly

Vino, è sardo il miglior rosso italiano VIDEO

È il Serranu della cantina Tani di Monti 2015 Igt: inizia col botto l'esperienza sarda alla 53esima edizione del Vinitaly di Verona, la più grande di sempre

Non c'è Barolo, Brunello o Amarone che tenga.

Il miglior vino rosso italiano 2019 è sardo: è il Serranu della cantina Tani di Monti 2015 Igt. A deciderlo è stata la giuria del 5StarWines del Vinitaly, fra una selezione di oltre 2.700 etichette.

Era già successo due anni fa per un Vermentino di Gallura, miglior vino bianco, e l'anno scorso a una Vernaccia di Oristano, miglior vino italiano in assoluto.

"Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento - commenta ai microfoni di Videolina Roberta Tani -. Per noi come azienda ma anche per il nostro territorio. È un vino che ci rappresenta. Il nome, Serranu, significa alta montagna: i vigneti si trovano a 550 metri sul livello del mare, per cui abbiamo un terreno sciolto a disfacimento granitico con un'ottima escursione termica".

"Io ci credevo - le parole di Tonino Tani - terreno povero ma senz'altro un buon frutto. E così è stato".

Per la Sardegna inizia dunque col botto la 53esima edizione del Vinitaly, a Verona, la più grande di sempre, con 4.600 espositori, 18mila etichette e 130mila visitatori previsti.

Un centinaio le cantine sardi presenti.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...