ECONOMIA

Gli ammortizzatori

Aree di crisi complessa, nel 2019 si aggiungono 100 ex lavoratori

La stima delle coperture necessarie ammonta a circa 16 milioni. Oggi l'incontro tra metalmeccanici e l'assessore Mura
portovesme (archivio l unione sarda)
Portovesme (Archivio L'Unione Sarda)

Un centinaio di ex lavoratori in più rispetto a quest'anno. Gli ammortizzatori sociali legati alle aree di crisi complessa in Sardegna interesseranno quest'anno, tra Portovesme e Porto Torres (i due poli industriali riconosciuti dalla legge)un numero più elevato di ex operai, superando gli 800 complessivi.

Questa mattina, nella sede dell'assessorato al Lavoro, si è svolto un incontro tra i metalmeccanici e l'assessore Virginia Mura.

La Regione sta ultimando i documenti da spedire a Roma ( gli elenchi sarebbero aggiornati con i nuovi beneficiari del 2019), in attesa che venga discussa e approvata la Finanziaria nazionale. Lì dovranno essere inserite le risorse per la proroga della mobilità delle aree di crisi complessa.

Si stima che per la copertura di tutti gli aventi diritto nel 2019, tra Porto Torres e Portovesme, per la Sardegna siano necessari circa 16 milioni.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...