CULTURA

metodo shibori

Alla Milano Fashion Week le sciarpe colorate col mirto

Un prodotto green realizzato dalla stilista sarda Antonella Fini
la stilista antonella fini accanto a irene pivetti in una foto di gruppo (ufficio stampa)
La stilista Antonella Fini accanto a Irene Pivetti in una foto di gruppo (ufficio stampa)

L'ex presidente della Camera Irene Pivetti ne ha voluto subito una, conquistata dal tessuto e dalla storia della lavorazione della sciarpa. Hanno riscosso successo a Milano le pashmine (sciarpe di tessuto pregiato) colorate col mirto di Sardegna presentate dalla stilista sarda Antonella Fini a "Le Salon de la Mode" di Gabriella Chiarappa in occasione della Milano Fashion Week "Art & Fashion Sensibility". Le sciarpe vengono colorate con le bacche di mirto secondo il metodo shibori, una antica tecnica giapponese di decorazione del tessuto.

Antonella Fini spiega: "L'intento era creare un prodotto green, e mandare un messaggio per il rispetto dell'ambiente indossando la Sardegna. Finora il mirto era conosciuto fuori dall'isola solo per il liquore. A Milano è piaciuto molto l'accostamento della cultura sarda a quella del Giappone, in pratica l'Occidente che incontra l'Oriente".

Un prodotto nel perfetto spirito dell'evento che metteva insieme tradizione e innovazione, arte e business. Con un ricco programma di spettacoli (soprattutto musicali) di contorno. A rappresentare la Sardegna pure il designer portotorrese che per creare gli abiti Hilabela si ispira alle opere del pittore e scultore Angelo Maggi.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...