CULTURA

sul palco

Domusnovas, va in scena lo spettacolo "Conchiattu"

Rivolto agli ospiti di Casa Emmaus
diego deidda e lorenzo lepori
Diego Deidda e Lorenzo Lepori

Musica dal vivo, ambientazioni sonore, azione scenica, recitazione in lingua sarda e in italiano: la scuola civica di musica "Iglesiente" di Domusnovas ospiterà domani "Conchiattu", spettacolo teatrale del gruppo "Ludu" con varie contaminazioni di genere, il cui testo è tratto dall'opera dialettale "Sa Giorronada e Conchiattu" del poeta oristanese Salvatore Baldino.

Si tratta di una messa in scena particolare che il gruppo Ludu, formato da Diego Deidda e Lorenzo Lepori, intende regalare agli ospiti dell'associazione Casa Emmaus di Iglesias, pronti a prendere posto, domani alle 18, con una folta delegazione nella platea del teatro "Casa della Musica" della scuola civica. Conchiattu narra di un ultimo tra gli ultimi, un uomo solo e abbandonato da Dio nella landa deserta del Sinis la cui storia, a metà tra mondo animale e divinità, è raccontata in modo lirico con purezza, ingenuità e freschezza.

"È un interessante omaggio che gli artisti del gruppo Ludu ci hanno voluto fare: un dono che serve sia a noi che a loro e che permette l'incrocio tra due strade che parlano di solidarietà", spiega Fernando Nonnis, presidente di Casa Emmaus. Tanti gli ospiti che saranno presenti domani in arrivo dalla comunità che è divenuta negli anni una vera e propria famiglia per circa 6 mila tra ragazzi e ragazze. Fin dal 1984 Casa Emmaus si prende cura di persone che si trovano in situazioni di grave marginalità sociale gestendo problemi psichiatrici, gravi povertà, dipendenze patologiche, minori, migranti e detenuti.

"Come sta scritto nelle pareti della nostra struttura - osserva Fernando Nonnis - domani i ragazzi potranno immedesimarsi nella storia specchiandosi nei problemi dell'altro, confrontandosi e rincuorandosi a vicenda fino a far proprio il concetto che con la volontà e l'aiuto si può uscire da qualunque situazione problematica".

Lo spettacolo di domani è rivolto principalmente ai ragazzi dell'associazione, ma non solo: "Ci aspettiamo che siano in tanti a far compagnia ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze", è l'invito lanciato da Nonnis.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...