CULTURA

Mostre

"Io so(g)no": la realtà italiana vista con gli occhi dei minori stranieri non accompagnati

Un'esposizione promossa dall'Unhcr e dall'Agenzia Onu per i rifugiati
uno scatto dal backstage del progetto so(g)no (unhcr michele cirillo foto da facebook)
Uno scatto dal backstage del progetto "So(g)no" (UNHCR/Michele Cirillo foto da Facebook)

Quindici minori tra i 14 e i 17 anni provenienti daEgitto, Albania, Eritrea, Gambia, Filippine, Somalia, Ghana e Nigeria, raccontano la propria vita e i sogni che vorrebbero realizzare nella mostra "Io so(g)no", in programma dal 7 dicembre al 6 gennaio 2019 al Museo delle Mura di Roma.

Un progetto nato su iniziativa dell'UNHCR, dell'Agenzia Onu per i Rifugiati e dell'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza (Agia), che ha avuto per protagonisti i minori ospiti delle strutture d'accoglienza "Il Tetto Casal Fattoria" e "La città dei ragazzi".

Intento principale dell'iniziativa è quello di sensibilizzare sul tema dei minori stranieri presenti nel nostro Paese e non accompagnati dalle loro famiglie, tra le figure più esposte al rischio di abusi, di abbandono, sfruttamento, tratta o reclutamento militare forzato.

Solo negli ultimi tre anni in Italia ne sono arrivati via mare oltre 30mila e con gli ingressi sono aumentate anche le sfide per garantire loro protezione adeguata e far sì che vengano rispettati i loro diritti fondamentali, come quello a esser ascoltati, a esprimere le loro opinioni, anche attraverso la mediazione di istituzioni come l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza.

(Unioneonline/b.m.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...