CRONACHE DALLA SARDEGNA

Badesi: 2 morti, conducente arrestato
Schianto sulla 125: celebrati i funerali

E’ accusato di omicidio colposo plurimo, omissione di soccorso e guida sotto effetto di sostanze alcoliche l’uomo che ieri, a Badesi, ha letteralmente falciato con la sua auto una coppia di turisti lombardi che viaggiava in sella ad un'Honda 750.
l incidente a badesi
L'INCIDENTE A BADESI

Intanto sono stati celebrati ieri i funerali di Ernesto Piras, l'uomo di 53 anni che ha perso la vita nel terribile incidente di sabato sera avvenuto all'interno della galleria Murtineddu, sulla nuova statale 125.

LA TRAGEDIA DI BADESI - E' stato arrestato e dovrà rispondere di omicidio colposo plurimo, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza, Pietro Angelo Carbini, l'uomo di Badesi di 47 anni, che ieri, sulla strada del Nord Sardegna, guidava l'Audi TT che nell'affrontare una curva ha travolto e ucciso una copia di turisti lombardi, Carlo Ceppi e Fiorella Ratti, entrambi di 55 anni, che di trovavano a bordo di una moto.

Secondo quanto riferito dai carabinieri l'uomo, che viaggiava in auto con due amici di Santa Maria Coghinas, si era posto alla guida con un tasso alcolemico triplo rispetto al limite consentito dalla legge.

Inoltre viene confermata la prima ricostruzione fatta ieri, secondo la quale Carbini si sarebbe allontanato dal luogo dell'incidente senza prestare i dovuti soccorsi ai feriti, neanche ai suoi amici. Uno in particolare, Giorgio Manca, si trova all'ospedale di Sassari con un serio politrauma. Per questi motivi l'autorità giudiziaria ha disposto per Carbini lo stato di detenzione in ospedale a Tempio, dove si trova ricoverato da ieri. Nel frattempo le figlie dei due turisti di Giussano (Monza) in giornata raggiungeranno la Sardegna. Al momento non è possibile sapere quando i corpi verranno trasferiti nel loro paese per la celebrazione dei funerali, in quanto si trovano a disposizione dell'autorità giudiziaria. La sfortunata coppia si trovava a Badesi, in Gallura, per trascorrere alcuni giorni di vacanza.

NUOVA SS 125, OGGI I FUNERALI DELLA VITTIMA - Sono stati celebrati ieri, nella parrocchia della Santissima Vergine degli Angeli, a Maracalagonis, i funerali di Ernesto Piras, l'uomo di 53 anni che ha perso la vita nel terribile incidente di sabato sera avvenuto all'interno della galleria Murtineddu, sulla nuova statale 125 "Orientale Sarda", in territorio di Quartu Sant'Elena. Mentre migliorano le condizioni dei feriti, si attendono le verifiche tecniche, anche sui filmati interni della galleria, per ricostruire l'intera dinamica dell'incidente. Per ora nel registro degli indagati è finito il nome del conducente della Opel Corsa che si è schiantata frontalmente contro la Fiat Idea. Il giovane di 23 anni è attualmente ricoverato all'ospedale Brotzu di Cagliari e le sue condizioni sono in lento miglioramento.

NUOVA SS 125 INCHIESTA - La Procura ha aperto un'inchiesta sul terribile incidente stradale avvenuto ieri sera lungo la nuova strada statale 125 "Orientale Sarda" in cui ha perso la vita Ernesto Piras, 53 anni di Maracalagonis.

Nel registro degli indagati è finito il nome del conducente della Opel Corsa che si è schiantata frontalmente contro la Fiat Idea. Il giovane di 23 anni, Daniele Valdes di Sinnai, è attualmente ricoverato all'ospedale Brotzu di Cagliari e le sue condizioni sono in lento miglioramento. Per avere ulteriori particolari sulla dinamica della tragedia, bisognerà attendere le consulenze che disporrà il sostituto procuratore Enrico Lussu, che coordina le indagini, ma al momento gli inquirenti non escludono una responsabilità del giovane che è stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio colposo.

La polizia stradale di Cagliari sta lavorando nel tentativo di ricostruire quanto accaduto nella galleria a pochi chilometri da Cagliari. Nello schianto sono rimaste ferite anche otto persone, quattro persone viaggiavano sulla Opel Corsa e cinque, tra cui due minorenni, a bordo della Fiat Idea. Anche la relazione della Stradale servirà per individuare le eventuali responsabilità.


UOL Unione OnLine







Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...