Il fascicolo contro ignoti ora ha un nome e un cognome. C'è un indagato per omicidio colposo nella vicenda di Sofia, la bimba di 4 anni morta di malaria cinque mesi fa all'ospedale di Brescia.

È quanto riporta la stampa locale.

Vige il massimo riserbo sul nome dell'indagato, ma l'atto conferma come l'indagine abbia preso una piega ben precisa. Quella dell'errore di un sanitario che avrebbe causato la morte della piccola.

Sofia è morta agli Spedali Civili di Brescia, dopo essere stata trasferita d'urgenza da Trento.

Proprio a Trento la piccola era stata ricoverata per qualche giorno, e in quel periodo nella struttura era ricoverata anche una bimba del Burkina Faso, che aveva contratto la malaria dopo una vacanza nel Paese d'origine.

(Unioneonline/L)

Article Link

© Riproduzione riservata