Iniziano oggi in tutta Italia i tanto attesi saldi invernali, dopo che nei giorni scorsi in alcune Regioni era stata anticipata la data di inizio dei ribassi (in Basilicata e Sicilia gli sconti sono cominciati lunedì 2 gennaio e ieri in Valle d'Aosta).

Secondo una recente ricerca di Confesercenti, sarebbero oltre 14 milioni le famiglie italiane in attesa di fare acquisti con prezzi scontati. Più di un italiano su due (il 58%) si dichiara interessato ai ribassi e si concentrerà sull'abbigliamento (il 62% di chi ha in programma di effettuare acquisti).

Le stime dell'associazione dei commercianti prevedono poco meno di 5 miliardi di acquisti, con una spesa media per famiglia pari a 337 euro.

Meno ottimiste invece le previsioni per i saldi in Sardegna: Confcommercio stima che ci sarà un aumento delle vendite solo dello 0,1% e che la spesa per ciascuna persona ammonterà a soli 110 euro (contro una media nazionale di poco più di 147 euro).

Colpa della crisi, ma soprattutto dell'incremento dell'offerta dei saldi online del 7,2%.

Come nel resto d'Italia, le preferenze saranno per abbigliamento, calzature e accessori e biancheria intima. I saldi termineranno il 5 marzo.

Article Link
© Riproduzione riservata