SPETTACOLI

L'appuntamento

Tre giorni di Capodanno a Castelsardo: arrivano i Boomdabash

Nel ricco programma anche i Tazenda
i boomdabash (foto m pala)
I Boomdabash (foto M. Pala)

I Boomdabash, il gruppo musicale che ha partecipato all'ultimo Festival di Sanremo sarà il protagonista del Capodanno di Castelsardo, un ricco di calendario che animerà le festività natalizie con spettacoli musicali, iniziative culturali e gastronomiche a partire da sabato 7 dicembre fino al 17 gennaio 2020.

Un programma che ha come apice la "Tre giorni di Capodanno", che quest'anno propone i Boomdabash, come guest star, preceduti dai Tazenda, il 30 dicembre, e seguiti ancora da ottima musica, il giorno del primo dell'anno, quando ci si troverà nuovamente in piazza per gli "Auguri in musica" con le note del trio musicale Karma.

Dopo lo spettacolo pirotecnico per salutare il vecchio anno, i Boomdabash saliranno sul palco per intonare uno dei più grandi successi, il brano "Per un milione", hit da milioni di stream su Spotify e views su Youtube, contenuto della riedizione dell'ultimo album "Barracuda Predator Edition" e certificato dalla Fimi triplo disco di platino.

Reduce da un 2018 di grandi soddisfazioni dopo gli innumerevoli sold out registrati nei concerti estivi e un tour nelle principali città europee, il gruppo ha aperto il 2019 con la partecipazione alla 69esima edizione del festival sanremese. Il gruppo si esibirà dopo lo spettacolo pirotecnico che scandirà il count down dalle terrazze del castello dei Doria. La band musicale è diventata famosa grazie all'ultimo successo "Mambo salentino" hit featuring Alessandra Amoroso, certificata doppio disco di platino che ha conquistato ogni classifica aggiudicandosi la vittoria dell Rtl 102.5 Power Hit estate risultando la hit estiva più amata e ballata dell'estate 2019. Dopo un fortunato tour estivo che ha contato oltre 35 date in tutta Italia, la band si prepara ad affrontare una nuova avventura live che li vedrà protagonisti tra dicembre e gennaio nelle principali piazze italiane.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...