SPETTACOLI

Shakespeare in limba sarda comuna, il dramma di Titu Andronicu a Sassari e Cagliari

il volto di uno dei giganti scelto come icona della rappresentazione
Il volto di uno dei Giganti scelto come icona della rappresentazione

Tragedia giovanile di Shakespeare, scritta tra il 1589 e il 1593, "Tito Andronico" approda a teatro in un'originale trasposizione in sardo. E non in una delle tante varianti, ma nella cosiddetta limba sarda comuna.

Il dramma, intitolato "Titu Andronicu. Sa mudadura", adattato e prodotto da Daniele Monachella per Mab teatro, debutta il primo aprile (alle 21) al Teatro comunale di Sassari.

Sarà invece rappresentato al Teatro Massimo di Cagliari, nello stesso orario, il 4 aprile. Sul palco tanti attori sardi.

La parte del protagonista è interpretata da Vanni Fois. Rapportabile alla Sardegna anche lo spazio dell'azione.

Nonostante non sia nominata, nel testo, tradotto da Mauro Piredda, si colgono molti riferimenti all'Isola e alla sua cultura. Alcuni sono ravvisabili nelle scelte dei costumi.

Il tema, che sfugge al tempo assegnato alla narrazione (nel testo originale la tragedia è ambientata nella Roma imperiale) ha invece un carattere universale e senza tempo. Si tratta di una riflessione amara sulla violenza e sulla sete di potere.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...