ECONOMIA

Istat, disoccupazione mai così alta dal '77
Emergenza Sardegna: tasso sale al 17,5%

Il tasso di disoccupazione a gennaio è balzato al 12,9%. I senza lavoro sfiorano i 3,3 milioni. Lo rileva l'Istat. In Sardegna il tasso cresce di due punti a quota 17,5%.
una manifestazione per il lavoro
Una manifestazione per il lavoro

Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni a gennaio è pari al 42,4%. Lo rileva l'Istat (dati provvisori). Si tratta del tasso più alto sia dall'inizio delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. Tra il 2008 e il 2013, gli anni della crisi, si contano 984 mila occupati in meno, ovvero quasi un milione. Lo rileva l'Istat diffondendo i dati sulla media annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni a gennaio è pari al 42,4%. Si tratta del tasso più alto sia dall'inizio delle serie mensili, gennaio 2004, sia delle trimestrali, primo trimestre 1977. I giovani in cerca di un lavoro sono 690mila

RENZI - "La disoccupazione è al 12,9%. Cifra allucinante, la più alta da 35 anni. Ecco perché il primo provvedimento sarà il Jobs Act #lavoltabuona". A scriverlo, su Twitter, è il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

IN SARDEGNA - Sono 552mila i sardi che nel 2013 hanno un lavoro, 43 mila in meno rispetto al 2012, mentre i disoccupati sono aumentati di 8 mila, diventando 117 mila in totale.

Il tasso di disoccupazione passa dal 15,5% al 17,5% (classe d’età 15-74 anni), ma se si considera il tasso di mancata partecipazione, cioè si sommano ai “disoccupati Istat” (quelli che cercano attivamente lavoro seguendo le regole dettate a livello europeo), le persone che pur volendo lavorare non fanno ricerca attiva di occupazione, allora si arriva al 30,6%.

Il tasso di occupazione è invece del 48% per la fascia d’età tra i 15 e i 64 anni (51,7% nel 2012), ma diventa appena il 37,7% se si considerano tutte le persone con più di 15 anni. Tra questi vanno ricompresi anche i cassaintegrati, che pur non lavorando non si contano tra i disoccupati.

I GIOVANI SARDI - Sono 20 mila i giovani tra i 15 e i 24 anni con un’occupazione nel 2013. Un anno prima se ne contavano 26 mila. Il tasso di disoccupazione per questa fascia d’età è giunto al 54%, il che però non significa che sono senza lavoro la metà dei giovani, ma la metà di coloro che partecipa al mercato del lavoro (occupati e disoccupati). Gli studenti non si considerano disoccupati.


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...