POLITICA

consiglio regionale

Scuola, Pd all'attacco: "Gravi ritardi nella nomina dei docenti di sostegno"

Depositata una mozione sottoscritta anche da Progressisti e 5 Stelle
la consigliera regionale del pd rossella pinna (foto pittau)
La consigliera regionale del Pd Rossella Pinna (Foto Pittau)

Un grave ritardo nelle nomine degli insegnanti di sostegno e la garanzia della didattica in presenza per gli studenti con disabilità delle scuole secondarie della Sardegna. È questa la denuncia dei consiglieri del Partito Democratico (prima firmataria Rossella Pinna) in una mozione sottoscritta anche dai gruppi dei Progressisti e del Movimento Cinquestelle, con richiesta di convocazione urgente del Consiglio regionale.

Il ritardo sulle nomine da parte dell'Ufficio scolastico regionale si aggiunge alla sospensione del percorso scolastico da marzo a giugno causa lockdown, che ha colpito gli studenti affetti da disabilità dal punto di vista formativo ed emotivo, costringendoli ad un isolamento e alla sofferenza profonda della lontananza dai compagni, dagli insegnanti e dagli educatori..

"I bambini e i ragazzi disabili (circa 7704 in Sardegna, il 4% del totale) - denuncia Rossella Pinna - hanno pagato il prezzo più alto di tutti. Già nei mesi di marzo-giugno 2020 la sospensione delle attività didattiche, per gli alunni con disabilità si è sommato al blocco totale delle terapie e delle attività sociali e socio-sanitarie con un peso che, bisogna esserne consapevoli, ha schiacciato le loro famiglie, in particolare le donne per il loro noto ruolo di caregiver e pilastri del lavoro di cura e del welfare non istituzionale". Per i consiglieri regionali firmatati della mozione la didattica della vicinanza è indispensabile, quale elemento fondante nel percorso di integrazione, della ricerca di autonomia e di conquista delle conoscenze e che ogni sforzo deve essere fatto perché possa essere dedicata loro un'attenzione speciale affinché la didattica in presenza sia garantita.

"Abbiamo ben presente - conclude- la consigliera Rossella Pinna - l'insegnamento di don Milani secondo cui " fare parti uguali tra disuguali è la più grande delle ingiustizie" . La Dad per questi ragazzi , infatti, è la negazione del diritto all'istruzione: speriamo che il presidente Solinas ne tenga conto al momento in cui deciderà, se deciderà, quali decisioni prendere".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}