POLITICA

in consiglio comunale

Domusnovas, il caso della lettera anonima non recapitata alla minoranza

La missiva scuote il municipio di piazza Nassiriya
il comune di domusnovas (foto l unione sarda farris)
Il Comune di Domusnovas (foto L'Unione Sarda - Farris)

Arriva una lettera anonima in Comune indirizzata al Consiglio Comunale ma il sindaco dimentica di farla recapitare alla minoranza e scoppia il finimondo anche perchè c'è un recente precedente del tutto simile che aveva destato forti polemiche e tenuto banco per settimane.

Non è tanto il contenuto della missiva anomima (poche righe indirizzate anche a Prefetto, Procura e Finanza con cui si segnala che la piazzetta esterna di un bar del centro sarebbe del Comune e l'invito ad accertare la cosa) a rendere furente la minoranza quanto il comportamento del sindaco.

Il primo cittadino aveva accennato alla lettera nella precedente seduta di Consiglio Comunale (nella quale la minoranza era assente in blocco) ricordando più volte alla propria maggioranza di essere tenuta a mantenere il segreto sul contenuto della stessa.

Solo ieri due consiglieri di minoranza, Fabrizio Saba ed Isangela Mascia, ne sono venuti in possesso recandosi nell'ufficio del sindaco. Il quale respinge le polemiche: "È una semplice segnalazione indirizzata al Consiglio Comunale che stiamo verificando. Su consiglio degli uffici l'ho consegnata a chi era presente alla seduta di Consiglio riservandomi di fare lo stesso nella prossima seduta con la minoranza, che comunque non l'ha mai chiesta e alla quale evidentemente non interessava".

Del tutto opposta la lettura dei onsiglieri di opposizione. Fabrizio Saba parla di "sindaco che dimentica per l'ennesima volta di far avere la corrispondenza a chi è dovuta", per Isangela Mascia "qualsiasi corrispondenza a noi indirizzata ci deve arrivare subito fosse anche solo pubblicità". Per Attilio Usai " si tratta di grossa una mancanza di rispetto" mentre Ilaria Pisu quasi si mostra sorpresa: "L'ho saputo per caso, assurdo, era meglio tacere in Consiglio e farla recapitare a chi di dovere".

Non la prendono bene nemmeno Stefano Soru "l'anonimato è da codardi ma resta la scorrettezza del sindaco" ed Attilio Stera "il sindaco non ha rispetto per i consiglieri". Di certo l'argomento movimenterà la prossima seduta del Consiglio Comunale non ancora fissata.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...