POLITICA

Tensioni nella maggioranza

Trivelle, caos nel Governo. Il ministro Costa: "Non firmo, pronto a lasciare" VIDEO

"Mi sfiduciano? Torno a fare il generale dei Carabinieri"

"Le trivelle passano per la valutazione di impatto ambientale, e io non le firmo. Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei Carabinieri, lo dico con franchezza".

Sono le parole del ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, intervenuto a Pescara nell'evento di presentazione del candidato in corsa per il Movimento Cinque Stelle alla presidenza della Regione Abruzzo.

"Non firmo e non firmerò autorizzazioni a trivellare il Paese anche se dovesse esserci il parere positivo della Commissione Via-Vas" ha poi aggiunto il ministro dal suo profilo Facebook. "Le alternative ci sono. Si chiamano energie rinnovabili, se bisogna investire è quella la direzione".

"Ricordo che un miliardo di euro investito in rinnovabili ed efficientamento energetico – ha quindi proseguito - crea fino a 13mila posti di lavoro. È anche una questione economica: vogliamo puntare sulle fossili, che impoveriscono il territorio e che creano pochi posti di lavoro o sulle rinnovabili, perseguendo gli obiettivi di sostenibilità europei, aiutando il clima e creando tanti posti di lavoro?". "Mi farò dei nemici? – la chiusa - Saranno gli stessi nemici dell'ambiente e del Paese".

Intanto è in corso una riunione a Palazzo Madama tra il ministro dei Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro e i sottosegretari al Mise del M5S, Davide Crippa e Andrea Cioffi. Al centro della questione proprio il nodo trivellazioni, tema sul quale è in corso un braccio di ferro con la Lega. Tant'è vero che l'approdo in Aula del decreto semplificazioni è stato rinviato a domani. Le Commissioni Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato si sono riunite solo per comunicare ufficialmente che ancora non è stata raggiunta l'intesa sulle proposte di modifica alla normativa sulle trivelle.

A stretto giro è arrivata la replica al ministro Costa di Massimo Garavaglia, sottosegretario leghista all'Economia. Sulle trivellazioni "Costa deve fare il ministro – ha tuonato Garavaglia - non quello che vuole lui" visto che ci sono "atti obbligatori e c'è un iter in corso".

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...