CRONACA - MONDO

Gran Bretagna

A Londra niente mascherina per Babbo Natale, ma no ai bimbi sulle ginocchia

Pub autorizzati a servizio al tavolo solo se in grado di offrire lo "scotch egg"
cioccolatini di babbo natale con la mascherina (foto ansa epa)
Cioccolatini di Babbo Natale con la mascherina (foto Ansa/Epa)

Esenzione dall'uso della mascherina per genitori e figuranti vestiti da Babbo Natale nel Regno Unito nei giorni di festa. È quanto ha deciso il governo britannico, come annunciato oggi da un portavoce di Downing Street secondo il quale le linee guida ad hoc valide per la celebrazione consentiranno questa eccezione pur di non rovinare il momento "magico" dei più piccoli. Previsto comunque, fra le cautele anti-Covid, che i bambini non possano sedere quest'anno sulle ginocchia del portatore di doni rosso-vestito o avvicinarsi troppo a lui.

Tra le minuziose regole natalizie, è stato annunciato inoltre che i pub saranno autorizzati al servizio al tavolo - previsto per il dopo lockdown nella zone dell'Inghilterra destinate a essere soggette all'allerta gialla o arancione, ma non rossa - a patto che siano in grado di offrire ai clienti, oltre alla birra e agli altri alcolici, anche solo uno "scotch egg": ossia l'uovo impanato tipico della tradizione britannica.

Al di là di queste concessioni, il governo di Boris Johnson insiste sulla necessità di un sistema di restrizioni locali severe anche per il dopo confinamento, durante e oltre il mese di dicembre. Mentre il portavoce di Downing Street rifiuta d'escludere la prospettiva di un terzo lockdown nazionale all'inizio della anno nuovo - come già aveva fatto ieri il ministro degli Esteri, Dominic Raab - laddove il rilassamento delle regole dovesse rivelarsi eccessivo da parte della gente e innescare una nuova impennata di contagi.

(Unioneonline/v.l.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}