CRONACA - MONDO

Stati Uniti

Trump all'attacco: "L'impeachment condiziona il voto"

I legali del presidente statunitense: "Il Senato lo rimuova. Si tratta di una vendetta, è incostituzionale"
il presidente usa donald trump (archivio l unione sarda)
Il presidente Usa, Donald Trump (archivio L'Unione Sarda)

"La richiesta di impeachment è incostituzionale e un attacco alla libertà di voto degli americani".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, tramite i suoi legali, si difende in vista del processo che lo vede imputato per abuso d'ufficio e ostruzione al Congresso.

In un documento di sei pagine Jay Sekulow e Pat Cipollone illustrano la linea di difesa del presidente degli Stati Uniti che parla di un "tentativo sfrontato e anticostituzionale di invertire il risultato delle elezioni del 2016".

Toni duri che lasciano intravedere uno scontro acceso in Senato, dove il tycoon un team di grandi avvocati: oltre a Sekulow e Cipollone, ci sono Kenneth Starr, passato alla storia per aver inquisito Bill Clinton, e Alan Dershowitz, il superavvocato che ha tirato fuori dai guai personalità del calibro di O.J.Simpson o Claus von Bulow.

Anche i democratici nella loro documentazione non risparmiano parole dure contro il capo di Stato che, a loro avviso, deve essere messo in stato di accusa e rimosso dall'incarico.

"È una minaccia alla sicurezza nazionale - scrivono alla Camera -. Trump ha dimostrato la sua volontà di corrompere le elezioni in più occasioni. Le prove finora raccolte sono schiaccianti nel dimostrare che è colpevole delle accuse mosse nei suoi confronti".

È improbabile che il Senato, a maggioranza repubblicana, ritenga The Donald colpevole.

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...