CRONACA - ITALIA

messina

Viviana Parisi è morta, si cerca il figlio Gioele. Gli investigatori: "Il bimbo era con lei" VIDEO

Le condizioni del cadavere lasciano "aperte tutte le ipotesi, dall'incidente al gesto estremo"

Ancora nessuna traccia del piccolo Gioele, il figlio di 4 anni di VivianaParisi, la dj trovata ieri senza vita in un bosco di Caronia, nel Messinese.

Le ricerche del bambino, che era insieme alla madre quando è scomparsa il 3 agosto, sono continuate senza sosta per tutta la notte, dopo l'identificazione del corpo della 43enne, avvenuta grazie al ritrovamento della fede.

Secondo gli investigatori il piccolo era con lei nel bosco.

L'ipotesi più drammatica, fatta dagli inquirenti, è che la donna possa avere ucciso il figlio seppellendolo nella zona prima di suicidarsi. Decine di persone con unità cinofile stanno perlustrando le campagne.

"Fino ad oggi - spiegano i vigili del fuoco abbiamo perlustrato più di 500 ettari con l'ausilio dei cani e dei droni. È complicato perché si tratta di boschi e luoghi impervi dove è difficile spostarsi".

Intanto gli investigatori stanno esaminando le registrazioni delle videocamere di sorveglianza e ascoltando testimoni e vogliono appurare cosa abbia fatto la donna nei venti minuti trascorsi tra la sua uscita nel casello autostradale di Sant'Agata di Militello e il suo rientro in autostrada, dove poi ha avuto un incidente con l'auto da cui è scesa camminando col bimbo in braccio lungo l'autostrada e facendo perdere le sue tracce.

Il corpo della donna, irriconoscibile e in stato di decomposizione, indossava un paio di pantaloncini jeans, una maglietta e un paio di scarpe bianche: una era al piede, mentre l'altra è stata trovata vicino al cadavere che giaceva bocconi tra gli alberi di una boscaglia non molto distante dal punto dell'autostrada A20 da cui Viviana si è allontanata.

Ora gli investigatori attendono l'esito dell'autopsia e dell'esame del Dna per stabilire le cause della morte. Potrebbe essere giunta, quindi, in coincidenza con l'allontanamento volontario della donna dal punto in cui aveva avuto un piccolo incidente sulla Palermo-Messina.

Le condizioni del cadavere, ha spiegato il procuratore capo di Patti, Angelo Cavallo, lasciano "aperte tutte le ipotesi, dall'incidente al gesto estremo". Un esame esterno del cadavere, ha precisato ancora il procuratore, fa ritenere che il decesso risalga a diversi giorni fa.

Nell'area in cui è stata trovata Parisi intanto è stato posto sotto sequestro un traliccio che regge cavi dell'energia elettrica per capire se la donna possa essersi gettata dall'alto dopo essere salita sull'impalcatura.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}