CRONACA - ITALIA

Sui social

Ferrara, la bandiera della Lega sopra lo striscione di Giulio Regeni: è polemica

Bufera sul gesto di alcuni esponenti del Carroccio, dopo la vittoria al ballottaggio
lo striscione di amnesty per giulio regeni coperto da quello della lega
Lo striscione di Amnesty per Giulio Regeni coperto da quello della Lega

È esploso la polemica sui social sul gesto di alcuni esponenti della Lega a Ferrara che, ieri notte, durante i festeggiamenti per la vittoria del neosindaco Alan Fabbri al ballottaggio, hanno appeso una bandiera del Carroccio sopra lo striscione per Giulio Regeni.

La bandiera, posizionata da alcuni leghisti ha coperto, in parte, lo striscione di Amnesty International che chiede verità e giustizia sulla morte del ricercatore italiano ucciso in Egitto nel 2016, su un balcone della facciata del municipio.

"Ci sono tanti modi di festeggiare una vittoria", ha scritto su Twitter il vicepresidente della Camera Ettore Rosato.

Il tweet di Ettore Rosato

"La Lega a Ferrara ha scelto il peggiore: coprire con la propria bandiera lo striscione per Regeni. Un gesto cattivo e inutile racconta l’arroganza di chi il rispetto per gli italiani lo ha solo a parole", si legge ancora nel messaggio.

Tra i post che criticano il gesto anche quello del parlamentare bolognese del Partito democratico e già segretario provinciale, che Francesco Critelli, postando la foto su Facebook, commenta, prendendo a prestito dei versi di Vasco Rossi: "Sii, stupendo, mi viene il vomito, è più forte di me".

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...