CRONACA - ITALIA

L'inchiesta

Chiusa la sede di Casa Pound di Bari: "Ricostruzione del partito fascista"

Il sequestro della Digos è avvenuto dopo l'aggressione del 21 settembre ai manifestanti del corteo anti Salvini
la sede di casa pound di bari (ansa)
La sede di Casa Pound di Bari (Ansa)

La sede del movimento Casapound di Bari è stata chiusa.

Il sequestro è stato eseguito dalla Digos della questura cittadina dopo la brutale aggressione avvenuta lo scorso 21 settembre da parte di alcuni militanti del movimento a manifestanti che avevano partecipato a un corteo "anti Salvini" nelle vicinanze.

Al termine delle indagini risultano indagate 30 persone, fra cui 2 minorenni, per "riorganizzazione e ricostruzione del partito fascista".

Inoltre, dieci di loro sono ritenuti responsabili di lesioni aggravate.

Risultano indagati anche cinque militanti del centro sociale locale "Ex Caserma Liberata" per violenza e minacce a pubblici ufficiali.

Secondo quanto ricostruito, dopo avere saputo degli scontri, questi ultimi avevano aggredito i poliziotti per raggiungere la sede di Casapound e scontrarsi con gli antagonisti.

Le perquisizioni, effettuate lo scorso 5 ottobre a carico degli indagati e nella sede di Casapound, hanno consentito di trovare alcuni oggetti utilizzati negli scontri, tra cui 4 manubri da palestra.

Oltretutto sono stati sequestrati busti di Benito Mussolini, bandiere della X Mas e libri legati al Nazismo tra cui il Mein Kampf di Adolf Hitler.

(Unioneonline/M)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...