CRONACA SARDEGNA - GALLURA

una denuncia

Truffa al 118 in Gallura
Sequestrate due ambulanze

L'indagine della Guardia di finanza di Tempio porta alla scoperta delle irregolarità
un momento dell operazione (foto guardia di finanza)
Un momento dell'operazione (foto Guardia di finanza)

La Guardia di finanza di Tempio Pausania ha portato a termine una complessa indagine che ha consentito di scoprire una truffa al servizio 118. Due ambulanze e un'automedica sono state messe sotto sequestro insieme a 150mila euro.

Nel mirino delle Fiamme gialle è finita una Onlus che opera nel settore del soccorso in emergenza del 118 e gli accertamenti sono partiti - sotto il coordinamento della Procura - da alcune anomalie che i finanzieri di Tempio hanno rilevato in merito alla convenzione stipulata con la Asl.

Il sequestro (foto Guardia di finanza)
Il sequestro (foto Guardia di finanza)

Il presidente della Onlus è stato denunciato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche dato che è emerso che la convenzione per le attività di soccorso per conto della Asl 2 di Olbia sarebbe stata stipulata sotto la presentazione di false dichiarazioni. I documenti contestati riguardano le caratteristiche tecniche dei mezzi in dotazione che sono risultate poi ambulanze vecchie e non idonee, oltre ad avere un chilometraggio scalato ad hoc al fine di rientrare nei requisiti previsti dalle norme vigenti.

Questi consistevano nella disposizione per cui i mezzi impiegati dovevano avere immatricolazione non superiore a sei anni e percorrenza massima di 200mila chilometri. Invece per l'ambulanza in servizio a Sant'Antonio di Gallura le Fiamme gialle hanno accertato un'età di sette anni, per quella di Vignola Mare una percorrenza di oltre 220mila chilometri a fronte degli 81mila falsamente dichiarati.

Ma non è tutto: i mezzi di soccorso operavano anche senza la copertura assicurativa Rca.

La caserma delle Fiamme gialle (foto Guardia di finanza)
La caserma delle Fiamme gialle (foto Guardia di finanza)

La Guardia di finanza ha quindi eseguito il decreto di sequestro preventivo per due ambulanze, una automedica e le somme indebitamente percepite dall’Azienda Tutela Salute Sardegna - ASSL Olbia, per un importo complessivo pari a 152.356,25 euro.

(Unioneonline/s.s.)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...