ECONOMIA

coldiretti

Crisi da Covid-19, aiuti fino a 7mila euro per gli agriturismo sardi

Le domande devono essere presentate entro le 13 del 29 ottobre
(archivio l unione sarda)
(archivio L'Unione Sarda)

Arrivano i primi segnali per il sostegno alla crisi degli agriturismo.

Un contributo una tantum, tra i 3mila e i 7mila euro, sarà erogato agli agriturismo, che rappresentano uno dei settori agricoli più penalizzati dall’emergenza sanitaria Covid.

A darne notizia è Coldiretti Sardegna che già in pieno lockdown aveva chiesto alla Regione lo stato di emergenza per il settore.

Per il settore sono stati stanziati 4 milioni di euro che saranno erogati attraverso la sottomisura 21.1 del Programma di sviluppo rurale: "Sostegno temporaneo per l’agriturismo, le fattorie diddatiche e le fattorie sociali".

Le aziende dovranno presentare domanda entro le 13 del 29 ottobre prossimo.

"Una boccata di ossigeno importante per i circa 550 agriturismo sardi che in questi mesi hanno subito ingenti perdite a causa del Covid – afferma il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -. Ringraziamo la struttura dell’assessorato all’agricoltura e l’onorevole Maieli per la stretta collaborazione che ha consentito di arrivare in tempi stretti al bando. Adesso è importante recarsi a stretto giro nei nostri uffici Caa, presenti in tutto il territorio regionale per impostare le domande".

Ogni azienda agricola agrituristica ha diritto ad una quota fissa pari a 3mila euro, più una quota variabile in funzione del numero di servizi offerti, fino ad un massimo di 7mila euro. L’aiuto è pari al 100% del contributo concesso.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}