ECONOMIA

i dati

Agricoltura, nel Cagliaritano è crisi nera

Nell'Isola diminuisce il numero delle aziende agricole: il calo maggiore nel capoluogo (-15%)
immagine simbolo (archivio l unione sarda)
Immagine simbolo (Archivio L'Unione Sarda)

Il settore agricolo sardo vive da anni un periodo di crisi.

Nel 2019 nell'Isola sono 33.267 le imprese attive di "agricoltori, allevatori, attività di caccia e servizi connessi", in calo del -0,4% rispetto al 2018 e del -5,1% sul 2010.

Un dato, quest'ultimo, più rassicurante rispetto la media nazionale (-14,5%).

Questa la fotografia scattata dallo Studio Legale Lacalandra di Milano, specializzato in diritto fallimentare e crisi da sovraindebitamento, che ha eseguito uno studio sulla base dei dati Unioncamere-InfoCamere (Movimprese).

La crisi ha portato "tanti piccoli imprenditori del settore prima a indebitarsi e successivamente a non riuscire a pagare i debiti, inclusi quelli fiscali", secondo quanto riporta lo studio.

A livello provinciale, nel 2019, rispetto al 2010, il calo maggiore è stato registrato a Cagliari (-15%; 10.414 imprese attive).

Seguono Nuoro (-12%; 9.448 imprese), Oristano (-8,2%; 4.536 imprese), Sassari (-5,8%; 8.869 imprese).

Cagliari e Nuoro sono le città con il numero più alto di imprese del settore sul territorio.

(Unioneonline/F)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...