ECONOMIA

disagi per i residenti

L'appello degli agricoltori: "Chiediamo a Laore di riaprire la sede di Capoterra"

La situazione costringe i cittadini a rivolgersi allo sportello di Pula o a quello di Cagliari
la vecchia sede dell agenzia laore a capoterra (l unione sarda foto murgana)
La vecchia sede dell'agenzia Laore a Capoterra (L'Unione Sarda - foto Murgana)

Quello nel capoluogo doveva essere un trasferimento temporaneo, ma dopo un anno l'agenzia regionale Laore non ha ancora riaperto i propri uffici a Capoterra, creando non pochi disagi agli agricoltori del territorio.

Da quando hanno abbandonato la sede fatiscente che si trovava nei locali dell'ex Comunità Montana, i dipendenti di Laore che offrivano il servizio agli imprenditori agricoli e ai giovani che intendono avvicinarsi a questa professione non sono più tornati in paese: una situazione che costringe gli interessati a rivolgersi allo sportello di Pula o a quello di Cagliari.

Paola Espa, consigliere comunale, sottolinea il disagio dei residenti.

"Ci avevano promesso che il trasferimento sarebbe stato solo temporaneo, ma, nonostante il Comune fosse pronto a mettere a disposizione degli uffici nella zona in cui si trova l'incubatore di imprese, la sede di Laore qui in paese non ha mai riaperto - dice - , una situazione che costringe i cittadini legati alla filiera dell'agricoltura, della pesca, ma anche i cacciatori a scomode trasferte".

Il sindaco, Francesco Dessì, ricorda gli impegni presi dal Comune.

"Ci eravamo messi a disposizione dell'agenzia per ospitare i loro uffici in alcuni locali comunali, ed eravamo pure disposti ad adattarli alle loro esigenze, ma a nulla è servito - ricorda - , Laore offriva un valido supporto al mondo agricolo, ci auguriamo torni a Capoterra al più presto".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...