ECONOMIA

martedì

Voli in sciopero, i sindacati: "Rilanciare Alitalia e Air Italy" VIDEO

Disagi per chi viaggia martedì dalle 13 alle 17, per i sindacati occorre sostenere "il rilancio e lo sviluppo delle imprese e dei vettori italiani"

Rischia di trasformarsi nell'ennesimo calvario per chi viaggia in aereo la giornata di sciopero proclamata per il 14 gennaio.

Incroceranno le braccia i dipendenti di Volotea, easyJet, Air Italy e Alitalia, oltre a quelli dell'Enav. Alitalia ha già annunciato la cancellazione di otto voli.

"Il settore è attraversato da tempo da pesantissime crisi ed inefficienze di sistema per mancanza di necessarie iniziative da parte di questo e del precedente Governo - scrivono in una nota congiunta Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Ta - che stiamo reiteratamente chiedendo".

Prima fra tutte, proseguono le quattro organizzazioni sindacali, "l'avvio del tavolo presso il Mit per la definizione di regole che mettano fine al dumping contrattuale ed alla competizione selvaggia tra le imprese dei servizi di terra e tra i vettori. Ciò è necessario anche per creare condizioni che sostengano il rilancio e lo sviluppo delle imprese e dei vettori italiani, tra i quali Alitalia e Air Italy, per i quali chiediamo urgente convocazione di una sede di confronto istituzionale".

Polemiche intanto per l'ordinanza del ministero dei Trasporti, a firma del ministro Paola De Micheli, che ha ridotto da 24 a 4 ore la durata degli scioperi, dalle 13 alle 17.

"Una grave limitazione della libertà di sciopero - hanno detto il segretario generale Uiltrasporti Claudio Tarlazzi e il segretario nazionale Ivan Viglietti - che è lo strumento estremo in democrazia a cui i lavoratori ricorrono quando sono minacciati da sfruttamento, crisi o licenziamenti''.

"Non comprendiamo i motivi che hanno sollecitato una tale grave decisione, tanto più che questi scioperi sono stati proclamati nel pieno rispetto di tutti gli iter previsti dalla legge - dicono -. Il governo da una parte non dà gli strumenti necessari per le tutele dei lavoratori e della occupazione del settore e dall'altra impedisce ai lavoratori di scioperare. Non è questo quel che ci aspetteremmo da un Governo, che come più volte ha dichiarato, dice di essere dalla parte dei lavoratori più deboli".

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}