ECONOMIA

per la prima volta

Il presidente Solinas in visita al Mater Olbia

Per il capo dell'Esecutivo la struttura gallurese "è un polo d'eccellenza anche per la ricerca"
il presidente solinas e il direttore sanitario marcello acciaro
Il presidente Solinas e il direttore sanitario Marcello Acciaro

Dopo la recente inaugurazione con l'attivazione di numerosi ambulatori e reparti e a seguito del successo dell'open day di ottobre, il nuovo ospedale gallurese Mater Olbia sta iniziando a far sentire la sua presenza riuscendo a soddisfare le richieste di migliaia di cittadini di tutto il nord Sardegna, e non solo, e offrendo servizi che integrano le specialità già operative tra Tempio, Olbia e La Maddalena.

Il team di medici, specialisti e manager del Mater, capeggiato dalla nuova direttrice, Alessandra Falsetti, una delle massime esperte in processi gestionali in ambito sanitario, insediatasi il mese scorso e già pienamente operativa con numerose iniziative a favore dei pazienti isolani, sta raggiungendo obiettivi di tutto rispetto.

Dopo il recente vertice tenuto dalla Commissione sanità del Consiglio regionale presieduto da Domenico Gallus, anche il presidente della Regione, Christian Solinas, su invito di Rashid Fahad Al-Naimi, chief executive officer of Investments Endowment della Qatar Foundation, ha visitato oggi per la prima volta il Mater Olbia.

"È una struttura sanitaria importantissima per tutta la Sardegna - ha detto il presidente della Giunta - un polo d'eccellenza che vogliamo diventi un punto di riferimento in tutta Europa soprattutto nel campo della ricerca. In particolare su patologie come diabete, Beta talassemia e SLA. Sono venuto qui per constatare i grandi progressi fatti in pochi mesi di attività e per dare un segnale concreto di apprezzamento per l'impegno profuso, in termini di investimenti e di prospettive di occupazione per tutta l'Isola, dalla Qatar Foundation".

Durante la visita dei reparti della struttura il presidente ha potuto rilevare "l'elevato livello dei dispositivi medici di ultima generazione a disposizione dei pazienti".

L.P.

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...