ECONOMIA

la vertenza

Il Movimento Pastori Sardi è ripartito da Gonnosnò: "Serve una legge regionale sul pastoralismo"

Centocinquanta allevatori del territorio hanno partecipato stamani all'assemblea zonale
l assemblea zonale dei pastori della marmilla a gonnosn (foto l unione sarda pintori)
L'assemblea zonale dei pastori della Marmilla a Gonnosnò (foto L'Unione Sarda - Pintori)

I pastori della Marmilla sono di nuovo pronti alla mobilitazione per il prezzo del latte e per i tanti problemi del comparto zootecnico isolano.

Centocinquanta allevatori del territorio hanno partecipato stamani a Gonnosnò all'assemblea zonale del Movimento Pastori Sardi in preparazione a nuove iniziative regionali di protesta.

Dopo i saluti del sindaco di Gonnosnò Mauro Steri si è discusso delle emergenze del comparto.

E soprattutto "delle tante promesse, alle quali non sono poi seguiti fatti concreti, dopo la protesta regionale dei mesi scorsi per il prezzo del latte", ha spiegato Roberto Congia, del Movimento.

A Gonnosnò era presente anche il presidente dello stesso Movimento Pastori Sardi Felice Floris.

Congia ha aggiunto: "A distanza di mesi non è cambiato nulla e non abbiamo ottenuto nessun risultato. L'attività del nostro Movimento è ripartita oggi dalla Marmilla. Il nostro nuovo appello sarà la redazione di una legge regionale sul pastoralismo col pastore davvero protagonista di un rilancio del settore. Organizzeremo una grande mobilitazione regionale a Cagliari per sollecitare lo stesso Consiglio regionale alla redazione e approvazione di questa legge".

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...