CULTURA

Il progetto

Macomer: divulgare la lingua dei segni per abbattere le barriere comunicative

La lingua dei segni rinforza inoltre i processi di percezione e memoria visiva e favorisce la capacità di concentrazione
tiziana atzori assessore alla cultura di macomer
Tiziana Atzori, assessore alla Cultura di Macomer

Abbattere le barriere comunicative favorendo la diffusione della lingua dei segni come mezzo di dialogo tra udenti e sordi. L'amministrazione comunale ha aderito all'iniziativa promossa dalla Commissione Disabilità del Comune di Sassari, divulgando sui propri canali social le video lezioni sull'insegnamento della Lis promosse dall'Ente e invitando i cittadini a pubblicare su facebook il proprio video messaggio utilizzando tale lingua.

"Comunicare è importante - spiega l'assessore alla Cultura Tiziana Atzori - e saperlo fare in diverse lingue è essenziale per abbattere le barriere comunicative. La Lis è una lingua e dunque fonte inesauribile di cultura, ma più nello specifico rinforza i processi di percezione e memoria visiva, impone di mantenere il contatto oculare e favorisce la capacità di concentrazione. Inoltre, si sviluppa sia sulla componente manuale della lingua, sia sull'espressione del volto, favorendo l'empatia".

A fine marzo in biblioteca avrebbero preso il via diversi progetti, tra convegni e laboratori di sensibilizzazione su sordità e Lis. "Progetti che - rassicura l'assessore Atzori - saranno posticipati. Qualche mese fa infatti, programmando le nuove attività per la biblioteca, ho avuto il piacere di conoscere Claudia Porcu, membro della commissione Disabilità del Comune di Sassari e referente dell'ente nazionale sordi, con la quale ho approfondito l'argomento. Invito tutti a partecipare a questa bella iniziativa, pubblicando un video messaggio nella pagina facebook della Commissione Disabiltà e nella mia".

A poche ore dalla prima lezione iniziano già ad arrivare i primi messaggi. "Siamo felici di partecipare a questo bellissimo progetto - raccontano Giuseppe e Sara - ora più che mai abbiamo bisogno di sentirci uniti".

© Riproduzione riservata

COMMENTI

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...