#CARAUNIONE

La lettera del giorno: "Io, sardo e non vedente, non posso viaggiare con Ryanair"

immagine simbolo
Immagine simbolo

Pubblichiamo oggi la segnalazione di un lettore circa un disservizio vissuto a causa della propria disabilità da parte di Ryanair.

***

"Gentile redazione,

scrivo per portare alla cortese attenzione dei vostri tantissimi lettori un fatto increscioso accadutomi in questi giorni.

Sono un cittadino italiano non vedente e, pur se del tutto autonomo nello svolgimento delle più elementari funzioni della vita quotidiana, necessito, talvolta, di assistenza.

Nonostante ciò ho praticato e pratico diversi sport, fra i quali quello che più soddisfa le mie "sensazioni" di non vedente totale, lo sci.

A tale riguardo mi reco, quasi tutti gli anni, nella località di Falcade dove, grazie alla Associazione Disabili Visivi, oltre a tanta ospitalità, ho trovato delle splendide guide che mi accompagnano in questa passione che rendono le giornate, per me, meravigliose.

Poiché ho la fortuna di vivere nella splendida isola di Sardegna, per recarmi a sciare devo fruire del trasporto aereo e, fino a che ho viaggiato con le compagnie Alitalia e Meridiana , non ho mai avuto problemi. Questa volta, non essendoci voli diretti con queste compagnie, ho pensato di servirmi dei servizi della Ryanair, che offre voli da Cagliari a Treviso o Verona.

Ho provato a prenotare, online, uno dei voli di questa compagnia, ma al momento della conferma il sistema ha rifiutato l'acquisto perché non c'era la possibilità di ottenere l'assistenza speciale per non vedenti non accompagnati.

Ho contattato il call center della Ryanair che mi ha confermato che non accettavano ciechi non accompagnati che avessero bisogno di assistenza dal personale di bordo. Premetto che il servizio aereo portuale di Cagliari mi aveva garantito l'assistenza per l'imbarco sino al gate, dietro prenotazione del volo e segnalazione della compagnia.

Dopo ripetuti tentativi infruttuosi, ho provato a contattare l'autorità competente Enac, sia presso l'aeroporto di Cagliari, che la sede nazionale, senza avere avuto alcuna risposta.

Ho interessato del mio problema la segreteria del Prefetto di Cagliari, ed anche da questa autorità non vi è stata alcuna risposta per me accettabile.

Posto che ho viaggiato in diverse parti del mondo, con innumerevoli compagnie, senza aver mai avuto problemi, mi chiedo come è possibile che una compagnia 'incivile' come Ryanair possa operare in Italia nel più totale dispregio delle normative, privando dei servizi essenziali e obbligatori secondo le direttive europee sulla tutela delle persone disabili?".

Vi ringrazio dell'attenzione.

Giovanni Orru'

***

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie; non necessariamente condivide il contenuto riportato dai lettori che si assumono la responsabilità di quanto scrivono)

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

COMMENTI

Sottoscrivi l'unione sarda
abbonati a L'Unione Sarda'
PIÙ LETTI
Loading...
Caricamento in corso...