Ha lasciato il suo cane in macchina per andare in piscina, sembra per accompagnare la figlia. L’animale, bloccato nell’abitacolo che aveva raggiunto i 50 gradi, è morto poco dopo l’arrivo degli agenti della Polizia municipale.

Una storia che arriva da Verona dove la proprietaria del Rhodesian Ridgeback è stata denunciata per maltrattamento di animali.

È stato un passante a notare il cane in macchina e a chiamare i Vigili: sfondato il finestrino, gli agenti l’hanno preso in braccio poi è morto.

La donna, una 30enne, è uscita dalla piscina insieme al proprietario della macchina, ma era troppo tardi.

(Unioneonline/s.s.)

LEGGI ANCHE:

© Riproduzione riservata