Ucraina, gelo di Mosca: «Non ci sono le condizioni per la pace»

28 febbraio 2023 alle 12:17

La Russia gela le aspettative date dal piano di pace proposto da Pechino, che ha esposto in un documento di 12 punti la sua posizione sul conflitto. Tra le propose, l'abbandono della politica da “Guerra Fredda”, salvaguardia delle centrali nucleari e della sovranità di tutti i Paesi. Il percorso verso le distensioni tra i paesi in guerra però si preannuncia lungo e faticoso e per ora sembrerebbe che i presupposti per perseguire una via pacifica non ci siano. E l'operazione russa in Ucraina continua, con gli Usa che guardano con sospetto i movimenti di Xi Jinping.

«Siamo preoccupati che la Cina stia considerando di inviare armi alla Russia». Lo ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price, in un briefing con la stampa ribadendo tuttavia la convinzione di Washington che questo non sia ancora avvenuto. Pechino avrebbe infatti fornito altre forme d'aiuto a Mosca e questo gesto non lo avrebbe resa «un attore trasparente». L'America non avrebbe più dubbi: sebbene Pechino abbia «tentato di mantenere questa parvenza di neutrali»non avrebbe fatto mancare il suo «sostegno diplomatico, politico, economico e mediatico».

Intanto da Mosca il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha detto che Vladimir Putin è aperto a contatti ma che «il negoziato proposto da Francia e Germania non è percorribile perché le due nazioni non sono neutrali».

(Unioneonline/v.f.)