SARDEGNA IN PARLAMENTO - NOTIZIE

Air Italy, l'appello di Cappellacci (FI) al governo: "57 anni di storia liquidati in un colpo solo"

Secondo il deputato di Forza Italia la cessazione del servizio della compagnia aerea rischia di produrre un "isolamento di una porzione significativa del territorio nazionale": la Sardegna

Una "bomba sociale", una decisione che liquida in un solo colpo 57 anni di storia ed elimina 1200 posti di lavoro: questo è, nelle parole del deputato di Forza Italia Ugo Cappellacci, il risultato della decisione presa l'11 febbraio dagli azionisti della Air Italy di liquidare la società, interrompendo il servizio di una delle maggiori compagnie aeree sarde. Una scelta inaspettata e che va a colpire non solo tutti i dipendenti della compagnia che "hanno ricevuto via e-mail la comunicazione" del licenziamento, ma anche tutti quei viaggiatori (secondo Cappellacci circa 35000) che hanno prenotato voli in partenza o in arrivo in date successive al 25 febbraio, e che saranno costretti a volare con altre compagnie. La cessazione del servizio, inoltre, rappresenta un'ulteriore danno nei confronti della Sardegna e delle sua battaglia per la continuità territoriale: si configura, secondo il deputato, "il rischio concreto di un isolamento di una porzione significativa del territorio nazionale", visto che la continuità territoriale aerea, già drasticamente ridotta dallo "scellerato taglio" nel 2014 delle cosiddette rotte minori (Bologna, Napoli, Torino e Verona), rischia di essere cancellata del tutto anche per le rotte di Roma e Milano. Cosa intende fare dunque il governo per affrontare questa gravissima crisi? E' l'appello lanciato da Cappellacci alla presidenza del consiglio dei ministri, al ministro delle Infrastrutture e dello Sviluppo economico, in un'interrogazione depositata ieri in Aula a Montecitorio. Il deputato, nello specifico, chiede al governo di attivare un confronto con l'azienda, di assicurare  il necessario sostegno ecnomico ai 1200 dipendenti in via di licenziamento, oltre che di garantire il diritto ai passeggeri già in possesso di un titolo di viaggio. Infine, Cappellacci richiede ai ministri un intervento in sede europea "per sbloccare il varo della nuova continuità territoriale aerea" e garantire, oltre al diritto alla mobilità dei sardi, anche uno scenario in cui i vettori aerei possano operare in maniera efficiente e a pari condizioni rispetto ad altre aree d'Europa". 

© Riproduzione riservata

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...