POLITICA

il ministro in tour

Salvini dal palco di Oristano:
"I sardi devono avere il metano"

Dopo Cagliari e Quartu, prosegue la visita in Sardegna del leader della Lega. Che promette: "Obiettivo zero sbarchi"

Finite le tappe a Cagliari, per presenziare al vertice su ordine e sicurezza in Prefettura, e dopo il comizio in piazza a Quartu, il tour di Matteo Salvini in Sardegna prosegue a Oristano e ad Alghero.

Alla partenza dal capoluogo (dove ha anche visitato la redazione de L'Unione Sarda e di registrare un'intervista per Videolina), nel primo pomeriggio il ministro degli Interni si è diretto a Oristano per un altro bagno di folla, in piazza Eleonora d'Arborea.

Qui il leader della Lega, che oltre che in veste istituzionale è arrivato nell'Isola da leader della Lega in vista delle elezioni suppletive di domenica e delle regionali di febbraio, ha parlato innanzitutto dell'arrivo di Cesare Battisti nel carcere di Massama.

"Dovete stare tranquilli: non lo vedrete mai in giro per la città", ha detto il numero uno del Viminale agli oristanesi. "Questo perché - ha proseguito - starà in cella fino alla fine dei suoi giorni".

Poi Salvini ha parlato di immigrazione. "In pochi mesi siamo riuscire a diminuire il numero degli sbarchi in Italia e a dimezzare quelli in Sardegna", ha detto. Aggiungendo: "Ma non è abbastanza. Il nostro obiettivo è arrivare a zero sbarchi. Chi vuole venire in Sardegna lo può fare solo se ha il permesso di soggiorno".

matteo salvini bagno di folla in sardegna
Matteo Salvini, bagno di folla in Sardegna
l arrivo a cagliari
L'arrivo a Cagliari
la conferenza stampa in prefettura a cagliari
La conferenza stampa in Prefettura a Cagliari
circondato dalla scorta e dai sostenitori
Circondato dalla scorta e dai sostenitori
salvini visita la redazione de l unine sarda
Salvini visita la redazione de L'Unine Sarda
selfie con due fan
Selfie con due fan
negli studi di videolina
Negli studi di Videolina
a oristano
A Oristano
durante il comizio a quartu
Durante il comizio a Quartu
(immagini ansa giuseppe meloni max solinas)
(Immagini Ansa, Giuseppe Meloni, Max Solinas)
di

"Mi date una carica pazzesca", ha ripetuto più volte Salvini alla folla, insistendo su tutti i punti chiave della sua propaganda politica: "Non siamo razzisti ma per noi vengono prima gli italiani, e in Sardegna i sardi. Vale per le case popolari, per i sussidi assistenziali, per i bonus bebè e per tutto il resto".

Sul palco con lui c’era Christian Solinas, candidato governatore per il centrodestra: "Sarà lui il prossimo presidente - ha assicurato il leader della Lega - non promettiamo di cambiare le cose in un giorno ma se ci date fiducia garantiamo di riportare il criterio del merito nelle assunzioni alla Regione, di cancellare la riforma sanitaria che ha chiuso reparti ospedalieri e punti nascita, e di investire nelle infrastrutture".

Tra queste, in particolare, Salvini ha ricordato quelle energetiche, ribadendo di essere favorevole all’arrivo del metano in Sardegna: "Non si può rilanciare la crescita se si dice no a tutto".

Quanto ai trasporti, "andremo a rivedere i contratti grazie ai quali ci sono signori che beccano decine di milioni dallo Stato e poi fanno pagare un occhio della testa i biglietti degli aerei e delle navi”.

Al termine del comizio il ministro dell’Interno si è concesso alla solita serie di selfie con i fan, prima di partire per Alghero dov’è atteso in piazza Pino Piras.

Giuseppe Meloni

***

L'ARRIVO A ORISTANO - VIDEO (Valeria Pinna):

IL COMIZIO A ORISTANO - VIDEO (Giuseppe Meloni):

L'INCONTRO IN PREFETTURA - VIDEO:

AI MICROFONI DI VIDEOLINA:

NEGLI STUDI DI MONITOR COL DIRETTORE DESSI'

LA VISITA A L'UNIONE SARDA - VIDEO (Michele Ruffi):

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...