CRONACA - MONDO

zagabria

La Croazia al voto, pesa l'incognita pandemia

Gli ultimi sondaggi danno il testa a testa tra conservatori e socialdemocratici
(ansa)
(Ansa)

Urne aperte in Croazia dove si vota per le elezioni parlamentari.

I 3,8 milioni di elettori sceglieranno i 151 deputati del parlamento di Zagabria con un sistema proporzionale e lo sbarramento al 5 per cento. Otto i seggi garantiti alle minoranze etniche, compresa quella italiana, e tre alla diaspora croata.

Tutti i seggi devono rispettare severe misure igieniche e di prevenzione, con l'obbligo per il personale di indossare le mascherine. Per gli elettori non è obbligatorio, ma fortemente consigliato, portare la mascherina e una propria penna.

LO SCENARIO - Con 86 nuovi contagi in 24 ore, uno dei numeri più alti nel Paese dall'inizio dell'epidemia, e 5mila persone in autoisolamento, l'atmosfera è di generale incertezza, sia per i timori che la forte ripresa dell'epidemia di coronavirus possa incidere sull'affluenza, sia per l'incognita sulla futura direzione del Paese.

Gli ultimi sondaggi davano le due principali forze politiche, i conservatori del premier uscente Andrej Plenkovic, e la larga coalizione di centrosinistra, guidata dai socialdemocratici di Davor Bernardic, praticamente allineate, con il 30 per cento dei consensi ciascuna. Alle loro spalle, accreditato del 12% dei consensi, un insieme di formazioni sovraniste e nazionaliste guidato dal noto cantante Miroslav Skoro.

LA CRISI - Le elezioni sono state anticipate di tre mesi rispetto alla scadenza regolare della legislatura, con il governo che sperava di poter trasformare in voti l'ottima percezione della gestione della crisi da coronavirus. Ma nelle ultime tre settimane il riaffiorare dell'emergenza sanitaria rischia di rimettere tutto in discussione.

La riapertura dei confini e la normalizzazione delle attività economiche non ha aiutato molto il turismo, motore principale dell'economia del Paese. Le immagini delle spiagge deserte, specie in Dalmazia e sulle isole, incutono seria preoccupazione in tutto il Paese, forse più delle stime ufficiali di una contrazione del Pil, valutata quest'anno a quasi il dieci per cento.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}