CRONACA - MONDO

stati uniti

Trump silura il consigliere Bolton via Twitter: "Non ero d'accordo con lui"

E Bolton replica: "Licenziato? Me ne sono andato io"

Donald Trump ha annunciato su Twitter di aver chiesto e ottenuto le dimissioni di John Bolton, il consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca.

"Sono stato in forte disaccordo con molti dei suoi suggerimenti - spiega - così come altri nell'Amministrazione, e quindi ho chiesto a John le sue dimissioni, che mi sono state consegnate questa mattina. Lo ringrazio per il suo servizio".

Diversa la versione dei fatti di Bolton, che replica con un altro cinguettio: "Non mi ha licenziato, ho offerto io le dimissioni al presidente ieri sera senza che me lo chiedesse. Ci ho dormito sopra e gliele ho consegnate questa mattina".

Bolton aveva sostituito Michael Flynn, coinvolto nel Russiagate, che a sua volta aveva preso il posto di H.R. McMaster. Negli ultimi tempi erano montate le voci su presunti dissidi con il segretario di Stato Mike Pompeo sui principali dossier di politica estera e di sicurezza nazionale, come l'Afghanistan, l'Iran, il Venezuela e la Corea del Nord.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, secondo i media americani, sono stati i negoziati di pace con i leader talebani e la decisione di invitarli a Camp David alla vigilia dell'11 settembre, prima che lo stesso tycoon mandasse all'aria tutto per l'escalation di attentati in Afghanistan.

La prossima settimana sarà nominato il nuovo consigliere per la Sicurezza nazionale.

(Unioneonline/D)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...