CRONACA - ITALIA

l'epidemiologo

"Virus meno aggressivo, per il lockdown ma forse anche perché è mutato"

L'opinione di Massimo Ciccozzi, esperto dell'Università Campus Bio-Medico di Roma
(archivio l unione sarda)
(Archivio L'Unione Sarda)

Il virus SarsCov2 sta cambiando, così come il suo andamento. L'R0, il numero delle persone contagiate da ogni persona sta calando, è sotto la soglia di 1, e ciò dimostra che sta perdendo potenza.

Perché? Sicuramente per il lockdown degli ultimi due mesi, ma potrebbe non essere l'unico motivo. Si sa, i virus sono mutevoli, e il Covid-19 potrebbe essere diventato meno contagioso: questa è "l'ipotesi da dimostrare", come la definisce lo stesso fautore, di Massimo Ciccozzi, epidemiologo dell'Università Campus Bio-Medico di Roma.

"Quelle che si stanno facendo nei modelli elaborati da vari gruppi di ricercatori in questi giorni sono tutte ipotesi, perchè mancano le prove di patogenicità in laboratorio su cellule e virus", precisa Ciccozzi, che ne ha parlato anche nel corso di un'audizione al Senato presso la commissione Sanità.

Detto questo, "un dato che stiamo riscontrando è che il virus sta perdendo potenza prima di tutto per effetto del lockdown, del distanziamento e dell'uso delle mascherine", continua.

Inoltre, aggiunge, "ora stanno morendo meno persone, le terapie intensive sono meno piene e il virus ha una perdita di potenza, perchè continua a mutare. Si tratta di mutazioni transitorie, che durano qualche settimana per poi magari sparire, e che non gli servono. Ma l'evoluzione interviene facendogli perdere contagiosità e letalità. Tuttavia lo ripeto, anche questa è un'ipotesi che va dimostrata".

(Unioneonline/L)

© Riproduzione riservata

COMMENTI


UOL Unione OnLine

Più Letti
Loading...
Caricamento in corso...

}